Viewers last month

venerdì 3 luglio 2015

PICCOLO GRANDE SCHERMO - Achtung! Il film di "CHiPs" si mette in...moto: Kristen Bell nel cast!

News tratta da "Collider"
We last head about Dax Shepard’s adaptation of CHiPs last September when he commented on the film by saying that it would be more serious than the original TV series, which ran from 1977-1983. However, we didn’t know when California Highway Patrol motorcycle cops Don Baker (Shepard) and Frank “Ponch” Poncherello (Michael Pena) would be hitting the road. Pena said that the project was greenlit two or three weeks ago, which means he’s been preparing for the role:
"I had to start learning how to ride a motorcycle, rehearsing, and then working out. I’ve been throwing up like every day after workouts. I like food, you know? And I also like reading, being on my iPad, no walks in the park; just chilling with my son. We just lounge and this [gestures to stomach] gets bigger".

Pena also revealed that the movie would be set in the present day, and reiterated Shepard’s earlier statement that the film would be in the vein of Lethal Weapon. Specifically, don’t expect a comedy that’s barraging you with jokes:
It’s more like a Lethal Weapon where there’s a lot of action and what we wanted to do is if there’s any comedy that we do, it’s not like one-liners here and there, like we’re the guys always being stand-up comedians. It’s almost like you lose a little bit of the plotline whenever you’re off doing your own comedy thing, so we’re focusing a little more on the plot, if that makes any sense whatsoever.
Following up on his comment about how the movie will be “Lethal Weapon-ish”, he added that they’re going for an R-rating, which should be interesting. At the very least, it looks like they’re definitely avoiding the Starsky & Hutch approach. Finally, Pena also noted that the film will co-star Vincent D’Onofrio and that they’re trying to get Kristen Bell (who’s married to Shepard) for a role, so it looks like they’re putting together a strong cast this adaptation. I have no feelings one way or the other about the CHiPs TV series, but I like these actors, and it sounds like they have a solid take on the material, so I’m excited to see what they do with it.
SGUARDO FETISH - (C)Hannibal Rihanna! Mads Mikkelsen nel nuovo video pulp della popstar "Bitch Better Have My Money" (Explicit)

giovedì 2 luglio 2015

NEWS - Clamoroso al Cibali! Netflix corteggia la Rai per le sue fiction! Sarebbe il 20% dell'offerta italiana...

Articolo di Andrea Montanari per "MF-Milano Finanza"
Netflix corteggia la Rai per le serie tv. L'80% dei contenuti - 3.500 titoli tra film, serie tv e documentari in catalogo - che Netflix offrirà da ottobre sul mercato italiano sarà di matrice americana. Il restante 20% invece sarà rappresentato da produzione locale. Per questa ragione, secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza, la società californiana, fondata nel 1997 da Reed Hastings e Marc Randolph, avrebbe già preso contatti con la Rai per trovare un accordo commerciale per l'acquisizione di diritti su contenuti e produzioni televisive targate viale Mazzini (proprietaria pure di Rai Cinema, uno dei principali operatori del settore su scala nazionale).
«Nella nostra offerta ci saranno titoli italiani, per questo cerchiamo licenze e diritti», conferma a questo giornale Joris Evers, vicepresidente di Netflix (che però non commenta le indiscrezioni relative alla Rai). «Siamo interessati a co-produzioni in ambito locale, come abbiamo per esempio già sperimentato in Danimarca». Certo è che Netflix, che conta 62 milioni di clienti nel mondo (un terzo dei quali sui mercati extra-Usa), vuole aggredire il mercato italiano con la sua offerta di streaming online in abbonamento, nonostante la presenza di due consolidati operatori quali la pay tv satellitare Sky Italia e la piattaforma digitale a pagamento Mediaset Premium. «Internet è il futuro della fruizione di contenuti televisivi in tutto il mondo», aggiunge Evers. «Lo dimostra il crescente consumo online di musica, di servizi bancari, di e-leaming e di e-commerce. Il fenomeno è irreversibile; la tv tradizionale, cosiddetta lineare, sarà destinata a sparire nei prossimi anni». A questa affermazione si potrebbe rispondere che proprio l'Italia rappresenta un unicum nel panorama televisivo europeo; ha la più alta media di telespettatori nel giorno medio, un pubblico di età elevata e meno avvezzo alle nuove tecnologie, due broadcaster quali Rai e Mediaset che si spartiscono oltre il 70% degli ascolti e una quota simile (con il Biscione nettamente in vantaggio) di raccolta pubblicitaria. E, soprattutto, uno storico gap infrastrutturale: l'Italia è al 91 posto per velocità di navigazione in Internet. Tutti problemi che i vertici di Netflix hanno valutato con attenzione («per questo l'Italia non è stato il primo mercato che abbiamo approcciato in Europa», ribatte Evers) e che, secondo i vertici del gruppo guidato dal ceo Reed Hastings, sono superabili «grazie alla tecnologia e ai contenuti originali, come dimostrano i 3,5 milioni di clienti nel Regno Unito, il mercato più evoluto in Europa e dominato da Sky con 10 milioni di abbonati». Una chiave per provare a sfondare in Italia è rappresentata dal prezzo più che competitivo dei tre pacchetti che Netflix lancerà sul mercato: il primo da 7,99 euro, il secondo da 8,99 euro e il terzo 11,99 euro al mese, tre offerte non differenziate per contenuti ma solo per la qualità video.

mercoledì 1 luglio 2015

NEWS - Clamoroso al Cibali! "The OC" diventa un musical!
News tratta da "Variety"
Seth, Summer, Ryan and Marissa will reunite through song and dance in a musical version of seminal mid-2000s teen drama “The O.C.”. A product of the same team behind “Cruel Intentions: The Musical,” “The O.C.” musical will be adapted and directed by Jordan Ross, with Lindsey Rosin producing. The one-night-only event will go down in Los Angeles on August 30. At this point, only the roles of Luke Ward, Kirsten Cohen and Josh Schwartz have been cast. That’s right: the show’s creator will be a character in this musical, although not a singing one. Schwartz’s series ran on Fox from 2003 to 2007 and revolved around a herd of wealthy, dramatic teenagers living in Orange County, Calif. The series is responsible for launching the careers of Adam Brody, Rachel Bilson and Mischa Barton. Tate Donovan, Peter Gallagher, Kelly Rowan and Ben McKenzie also starred. News of the Newport Beach reunion comes on the heels of the confirmation that a “Clueless” musical is also in development. Will “Gossip Girl” be next?

lunedì 29 giugno 2015

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
"Transparent", pregi e vezzi del cinema indie
"Dopo i successi di Netflix, anche ad Amazon è riuscito il colpo di produrre una serie che si è guadagnata visibilità e riconoscimenti in tutto il mondo: è «Transparent», che in Italia è trasmessa da Sky Atlantic (martedì, 21.10). Morton L. Pfefferman (interpretato dal bravissimo Jeffrey Tambor) è un docente di scienze politiche in pensione: ha tre figli adulti e una ex moglie, Shelly. Per tutta la vita è stato per tutti Morton, al maschile: padre, marito, professore. Ma lui si è sempre sentito qualcos'altro, con una forte componente femminile intrappolata in un corpo e nei ruoli di un maschio: quando con l'avanzare dell'età gli obblighi e i vincoli sociali iniziano ad allentarsi, comincia la sua transizione, da Morton a Maura. Abiti femminili, una nuova casa in un quartiere meno elegante ma più inclusivo per tutti i «diversi», nuove amicizie che la aiutano nel non facile percorso di cambiare la sua vita completamente. Si capisce presto che il fulcro di «Transparent» non è tanto quello di descrivere la transizione di Morton verso Maura, ma di esplorare le conseguenze che il suo coming out ha sulle vite e sulle relazioni dei vari membri della famiglia Pfefferman. I più coinvolti sono naturalmente i figli, chiamati a ridefinire, ciascuno a modo suo, il rapporto con la figura paterna. «Transparent» ha tutti i pregi e i vezzi (per non dire limiti) del cinema americano indie: sceglie di concentrarsi su un contesto sociale molto specifico e molto privilegiato (la upper class creativa ebraica della costa ovest), a cui si dedica con un'osservazione intima e di dettaglio, a volte pervasa della leggerezza anche grottesca della commedia, a volte della profondità amara del dramma psicologico. Per fortuna, in «Trasparent» non c'è nessun tentativo di modellizzare o rendere simbolico un tema molto delicato e quella di Maura Pfefferman resta, giustamente, solo una storia tra le molte che si potevano raccontare". (Aldo Grasso, 29.06.2015)

domenica 28 giugno 2015

GOSSIP - Super-Cookie fuori di seno! Taraji P(orn) Henson preme l'acceleratore sexy su "W"

Taraji P. Henson shows off a ton of her breasts in this brand new photo from her W magazine cover story. Here’s what the 44-year-old Empire star had to share with the mag:
On her role of Cookie in Empire: “Not only would I never be offered a character like Cookie in a movie, but she doesn’t exist. Cookie is bold and crazy, and she loves the struggle. She started from nothing, and now she’s at the top. In that way, we’re alike: Cookie is the American Dream.”
On originally turning down Cookie: “I was like, This is stupid. Hip-hop—dumb, dumb, dumb, dumb. But then I started to think, Cookie is going to piss so many people off! She hits her son with a broom; she talks back. Clearly, this was a challenge.”
On moving to LA to pursue acting when her son was a toddler: “It was a struggle. But my son grew as my career grew. I never had a nanny—I did TV so I could be home with him. I wasn’t making my millions, but I was able to fulfill my dreams and be a mother.”
For more from Taraji, visit WMagazine.com.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!