Viewers last month

venerdì 11 marzo 2011

NEWS - Charlie Bang! Quel fuso di testa di Sheen trovato in possesso di un fucile del 1800: che faceva, studiava la parte per il prossimo "Pirati dei Caraibi"?
Los Angeles - (Adnkronos/Ign) - Continuano i guai per Charlie Sheen. La polizia ha fatto irruzione nella sua villa di Beverly Hills dove ha trovato un fucile del 1800 e qualche proiettile. E' quanto si legge sul sito di gossip 'Tmz'. L'avvocato della star, Mark Gross, ha riferito che nessun'altra arma e' stata trovata in casa. Il legale ha inoltre fatto sapere che la polizia, con un mandato di perquisizione, ha ricevuto una telefonata in cui qualcuno - non sa chi - affermava che Sheen era in possesso di una pistola e minacciava di farsi del male. All'attore, dopo l'ordine restrittivo ottenuto dall'ex moglie Brooke Mueller, e' stato imposto il divieto di possedere armi in casa. Inoltre, per qualche ora, era circolata la voce che la polizia stesse addirittura disponendo il ricovero forzato di Sheen in un ospedale psichiatrico. La notizia della perquisizione arriva poco dopo la decisione del protagonista di 'Due uomini e mezzo' di far causa per 100 milioni di dollari alla Warner Bros e al produttore Chuck Lorre che lo hanno licenziato dalla sitcom televisiva. La Warner Bros aveva comunicato la sua decisione nei giorni scorsi dopo mesi nei quali il comportamento di Sheen, l'attore piu' pagato della tv Usa, era stato fortemente condizionato da problemi di droga e dopo una serie di interviste nelle quali sparava a zero contro Lorre e altri responsabili della produzione. L'attore chiede il pagamento degli otto episodi della nuova stagione della sit-com, anche se questi non verranno trasmessi, comunicando di aver intentato la causa "a nome del cast". In un messaggio su Twitter, Sheen ha scritto: "Torpedo away... You corporate Trolls were warned. And now you've been served!", piu' o meno: "Vi distruggero'...Voi nanerottoli delle corporation eravate stati avvisati. E ora siete serviti".
NEWS - Sheen(e) da un processo annunciato: il protagonista di "Due uomini e mezzo" intenta causa alla Warner per 100 milioni di dollari
Los Angeles, 10 mar. (Adnkronos/Dpa) - L'attore Charlie Sheen ha fatto causa per 100 milioni di dollari alla Warner Bros e al produttore Chuck Lorre che lo hanno licenziato dalla sitcom televisiva 'Two and a Half Men'. Lo riporta il sito specializzato Tmz.com. La Warner Bros aveva comunicato la sua decisione nei giorni scorsi dopo mesi nei quali il comportamento di Sheen, l'attore piu' pagato della tv Usa, era stato fortemente condizionato da problemi di droga e dopo una serie di interviste nelle quali Sheen sparava a zero contro Lorre e altri responsabili della produzione.

giovedì 10 marzo 2011

NEWS - Wild Boys&Girls! Stasera tutti in pista con musica, look e maschere anni '80 al Revolver di Milano
Una festa in flashback nei scintillanti, esagerati ed indimenticabili Anni Ottanta. Stasera, giovedì 10 marzo, al REVOLVER di Piazza Cantore 3 a Milano, dalle ore 22.30 (ri)vanno in scena suoni, musiche e colori della decade più fantasmagorica del secolo scorso nel corso del night-party “80 voglia di 80”. Spalline alla Mazinga-Z, fard pesante come un campo da tennis in terra battuta, eyeliner marcato tipo “Belfagor”, orecchini monumentali a croce o variopinti, scarpe con la punta ammazza-zanzare-negli angoli, ciuffi degni di un’opera architettonica a volta, collane e paccottiglia in evidenza, spille come se piovessero, camice allacciate fino all’ultimo bottone, sbuffi ed esagerazioni a ruota libera…Per una notte, complice il carnevale meneghino, il REVOLVER si trasforma in un locale degno della periferia londinese dove negli anni ’80 gravitavano Boy George, i Duran Duran, gli Spandau Ballet e Steve Strange dei Visage. Un miscuglio di look dove i partecipanti sono chiamati a reinterpretare quegli anni – basta una capatina su Google per informarsi, per i più giovani – per far rivivere la spensieratezza e la fantasia che in molti ricordano con nostalgia. Ben accetti anche i travestimenti di personaggi che andavano per la maggiore in quel periodo: da Pac Man a Lupin III, da Lady Oscar a Candy Candy, da Goldrake a Indiana Jones, dai Ghostbusters a Iena Plinsky, da Rambo a quelli di “Guerre Stellari” (Luke Skywalker, Principessa Leyla o Morte Nera che sia), dai replicanti di “Blade Runner” a Ralph Supermaxieroe e all’Uomo di Atlantide (temperatura permettendo!), fino a E.T., l’Ape Maia e il…SuperTelegattone!. Qualcuno, si dice, ha gà pronto il travestimento da Calippo, da Girella Motta e, addirittura, da Cubo di Rubik (ma sembra perlopiù una leggenda metropolitana…). Un flashback anche e soprattutto musicale, visto che il deejay Leo Grant ha preparato una scaletta ad hoc di brani da ballare in sequenza che svisa dai Depeche Mode ai Soft Cell, dai Duran Duran agli Spandau Ballet, dai Tears For Fears ai Simple Minds, dagli Yazoo ai Frankie goes to Hollywood, spesso con versioni introvabili dei loro successi o recuperati in rarità uscite solo nel mercato nipponico o scandinavo. Un percorso musicale che parte con un antipasto di musica che strizza l’occhio a quel periodo (Lady Gaga, Hurts, La Roux, Goldfrapp, The Gossip, Florence&The Machine), per poi linkarsi con i suoni tipicamente Eighties: tanto per far emergere che la colonna sonora e la moda della decade Thatcher hanno influenzato più di quanto si possa pensare le band e gli stilisti più attuali.

L'ingresso alla serata è gratuito.

http://www.facebook.com/home.php#!/event.php?eid=115655561842198

mercoledì 9 marzo 2011

NEWS - Faccia-serial! Le serie tv su Facebook? Intanto si comincia coi film...
(ANSA) - ROMA, 9 MAR - La pirateria, la ricerca di nuovi guadagni, le tecnologie sempre piu' avanzate e la conseguente esigenza di intercettare un pubblico piu' giovane spingono il mercato del cinema a espandersi sempre di piu' su Internet: l'ultima novita' e' l'accordo siglato tra la Warner Bros e Facebook in base al quale la major cinematografica potra' offrire il noleggio dei propri film agli utenti del social network, direttamente dalla propria pagina ufficiale. Il primo titolo disponibile e' The Dark Knight - Il cavaliere Oscuro, film del 2008 diretto da Christopher Nolan con Heath Ledger indimenticabile Joker che dopo le riprese della pellicola mori' per overdose. Secondo l'accordo tra la Warner Bros e Mark Zuckerberg (manager oramai senza limiti), i film saranno visibili in streaming e potranno essere pagati in dollari o con i Facebook Credits, cioe' la moneta virtuale accettata sul social network. Per ora il servizio sara' disponibile solo negli Stati Uniti. Per The Dark Knight il prezzo e' di 30 'crediti Facebook' o tre dollari. Gli utenti avranno accesso al film per 48 ore attraverso il loro account sul social network, potranno metterlo in pausa e riprendere la visione ogni volta che ritornano sul sito. Ed e' prevista, in stile social media, la possibilita' di lasciare commenti e interagire online con i propri amici mentre si guarda il film. Lo scorso mese la Warner Bros aveva gia' testato le possibilita' della rete e dei micropagamenti rendendo disponibile come applicazione per i dispositivi Apple lo stesso film e un'altra pellicola sempre targata Christopher Nolan, Inception, con Leonardo Di Caprio protagonista. ''Facebook e' diventata meta quotidiana di centinaia di milioni di persone - ha affermato il presidente della Warner Bros. Thomas Gewecke, in un'intervista al Wall Street Journal -. Rendere i nostri film disponibili sul social network e' solo una naturale estensione dei nostri sforzi di distribuzione digitale''. A gennaio secondo com.Score Facebook era il sesto sito piu' popolare negli Stati Uniti, con 42 milioni di visite e una media di 15.4 minuti di permanenza. E la Warner Bros che ha visto lungo, ha scelto Il Cavaliere Oscuro perche' 3.9 milioni di utenti avevano cliccato il tasto 'Mi piace'. Questa iniziativa e' solo l'ultima in ordine di tempo delle major per riprendersi un mercato che ha perso interesse per l'affitto di cassette e dvd a causa della pirateria via internet, della pay-per-view e della catch-up tv E dopo iTunes ma anche la Apple tv - sempre in streaming e con micropagamenti, per usarla pero' bisogna acquistare una specie di decoder - arriva dunque la fruizione diretta sul social network. E i prezzi sono anche piu' convenienti: tre dollari per il noleggio di un film da vedere in 48 ore e' sicuramente una tariffa piu' economica di quella di Blockbuster, la popolare catena di noleggio Usa che e' infatti in bancarotta in tutto il mondo, Italia compresa. E nel nostro Paese, secondo gli ultimi dati della Federazione Anti-Pirateria Audiovisiva, il download illegale ha provocato un danno economico nella vendita di dvd di 150 milioni, 130 milioni nel noleggio. Per la Fapav, infine, ed e' una stima per difetto, il 37% degli italiani ha fruito nel 2010 di copie pirata di contenuti audiovisivi, il 5% in piu' rispetto al 2009.

martedì 8 marzo 2011

NEWS - Ultima ora: Sheen(e) di un divorzio annunciato. Il protagonista di "Due uomini e mezzo" licenziato dopo gli stravizi
New York, 8 mar. (Adnkronos) - L'attore Charlie Sheen e' stato 'licenziato' dalla sitcom televisiva americana 'Two and a Half Man' prodotta dalla Warner Bros Television e in onda sulla Cbs. Lo rivela la Bbc, spiegando che la decisione della Warner e' il frutto di "un'attenta considerazione". Sheen, al centro dell'attenzione dei media Usa in queste settimane per la sua vita personale, e' l'attore piu' pagato della televisione americana. La sitcom era gia' stata sospesa alla fine di gennaio dopo che Sheen era entrato in un centro di recupero per alcolisti e tossicodipendenti.
NEWS - Donne, auguri da Carrie&Co.! La7d festeggia con l'ultima puntata (più speciale) di "Sex and the City"
(ANSA) - ROMA - La7d festeggia le donne, martedi' 8 marzo dalle 21.10 con l'ultimo episodio di Sex & the city, Un'americana a Parigi. A seguire uno speciale sulla serie cult, Farewell, in cui le protagoniste si raccontano da donne e attrici, ripercorrendo le avventure che hanno reso famosi i personaggi della serie tv. E ancora, alle 23.00, in prima il documentario Parla con lui, firmato da Elisabetta Francia e Caterina Serra. Introdotto da una presentazione di Gad Lerner, il lungometraggio affronta il tema della violenza domestica, dando voce per la prima volta a chi la violenza la compie e rappresentando il punto di vista maschile. Per cercare di capire cosa accade nella testa e nel corpo di un uomo che agisce e reagisce violentemente contro una donna, Parla con lui da voce agli uomini. Molti e diversi i punti di vista presentati. ''La violenza non e' forza. E' paura. Paura di scoprirsi piccoli, fragili. Paura di non essere abbastanza forti, di non essere in grado di sostenere il confronto con l'altro sesso''. E' una delle voci del film: Francesco Ventriglia, ballerino e coreografo della Scala di Milano. Il programma e' prodotto dalla Provincia di Milano e dal Ministero delle Pari Opportunita'.

lunedì 7 marzo 2011

GOSSIP - Irrefrenabilissima Taylorissima al Cibalissimo! La Momsen safficheggia sul palco e poi sdogana il fai-da-te al femminile
La "gostrippata" Taylor Momsen sempre più oltre i limiti. Prima dichiara alcune settimane fa di gustarsi i porno (a patto che siano di qualità) e di avere alcuni porno-attori preferiti (ma non farebbe mai sesso con Tommy Lee, poveraccio, anche se non è propriamente un divo delle luci rosse nonostante il filmino con Pamela Anderson...!). Poi sdogana la masturbazione femminile ("i ragazzi possono masturbarsi, perchè non possono farlo anche le ragazze? Perchè esiste questo taboo nel mondo?"). Infine invita una fan (?) in reggiseno sul palco di uno dei suoi ultimi concerti strusciandosi con lei come due Mocio Vileda...

domenica 6 marzo 2011

NEWS - Big Bang Poker Theory: da stasera su Steel la quarta stagione della sit-com di Lorre-Prady
(AGI) - Roma - Dopo essersi aggiudicata ai Golden Globe 2011 il Premio Migliore Attore di una Serie TV - Comedy o Musical per l'interpretazione di Jim Parsons, l'irriverente comicita' di "Big Bang Theory" torna a marzo in prima tv su Steel (Premium Gallery sul DTT) con la quarta attesissima stagione. Create da Chuck Lorre e Bill Prady le nuove avventure arrivano a partire da domenica 6 marzo alle ore 21. "Big Bang Theory" 4 e' composta da 24 episodi. Nella quarta stagione faranno la loro apparizione numerose guest star tra cui: Steve Wozniak, co-fondatore della Apple (episodio 2, "The Cruciferous Vegetable Amplification"), Katee Sackoff ("Battlestar Galactica") e George Takei ("Star Trek") che prenderanno parte all'episodio 4 (titolo "The Hot Troll Deviation"). Tra le novita' di quest'anno: Sheldon trova la sua anima gemella, o meglio una "friend and girl, not girlfriend" come la definisce lui stesso. Il titolo "Big Bang Theory" fa riferimento alla teoria sull'origine dell'Universo, ma allude anche al fatto che un "nerd" possa fare colpo e quindi concludere (bang) con una bella ragazza. La sitcom si svolge a Pasadena, ma difficilmente i personaggi si muovono fuori dal loro appartamento o da quello di Penny. La lavagna che compare nel loro soggiorno presenta in ogni episodio un'equazione diversa.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!