Viewers last month

sabato 14 maggio 2011

TELEFILM FESTIVAL 2011 - Stringetevi i pollici al Telefilm Festival! L'Accademia dei Telefilm rinnova l'invito a Jova, se potesse, di collegarsi coi fans di "Happy Days" e per parlare di telefilm a tutto tondo
"Se mai Jovanotti riuscisse a liberarsi dagli impegni della sua fortunata tournè, il Telefilm Festival è pronto ad accoglierlo a braccia aperte per incontrare i fans di 'Happy Days'".
Così l'Accademia dei Telefilm, che organizza l'unica manifestazione interamente dedicata alle serie tv dal 27 giugno al 3 luglio a Milano, dopo il Tapiro d'oro di "Striscia la notizia" consegnato questa sera a Jovanotti in seguito all'insurrezione dei fans di "Happy Days" che si sono visti definire "vaccata" il loro serial preferito in una intervista rilasciata da Lorenzo Cherubini a Tv Sorrisi e Canzoni. "Siamo convinti che Lorenzo non intendesse denigrare Fonzie e compagni - chiosa l'Accademia dei Telefilm - come del resto ha spiegato successivamente sul suo sito personale, per questo gli rinnoviamo l'invito ad un abbraccio, anche virtuale in collegamento via Skype, con i fans di 'Happy Days' e con gli amanti dei telefilm tutti, visto che come sappiamo Lorenzo è un estimatore del genere seriale".
NEWS - Volano sottilette! I fans di "Happy Days" ri-replicano a Jova, "siam talmente pochi che ci hanno chiamato a Milwaukee in diretta sulla CBS con tutto il cast...!"
Ancora polemiche tra Jovanotti e i fans di "Happy Days". Il primo alla consegna del Tapiro d'oro in onda questa sera a "Striscia la notizia" ha dichiarato: “Mi hanno detto che in realtà nel Fan Club di ‘Happy Days’ sono rimasti in tre. Su Internet puoi anche essere solo e fare casino per centomila. Loro tre li saluto e li rispetto molto. Però oggi non si può dire più niente…”.
"Qui Mediaset" (http://www.tv.mediaset.it/quimediaset/), dove si può ancora vedere il video in cui Jovanotti premiava l'interprete di Fonzie (Henry Winkler) ad un Telegatto del 1989 dopo che il cantante aveva definito il telefilm "una vaccata", concede il diritto di replica al Presidente dell'Happy Days Fan Club, Giuseppe Ganelli. "Dopo aver letto i lanci di agenzia riguardo le dichiarazioni che il Sig Jovanotti ha rilasciato a Striscia la notizia - replica Ganelli - ci tengo a ricordare al sig. Jovanotti che la risposta che mi aveva dato privatamente era ben diversa...ora probabilmente per "farsi bello" agli organi di stampa rilascia dichiarazioni diverse....non ha forse il coraggio di ammettere in pubblico ciò che ha detto a me privatamente? Il fan club è talmente ormai in decadenza, visto che siamo rimasti in 3, che la Città di Milwaukee ci ha invitato a parlare durante l'evento "Bronz the Fonz", giornata in cui veniva inaugurata la statua di bronzo a Fonzie, alla presenza di tutto il cast di Happy Days oltre che del Governatore dello stato del Wisconsin. Un evento trasmesso in diretta dalla CBS americana. Il fan club è talmente un raduno di 3 nostalgici, come dichiara il sig. Jovanotti, che La Compagnia della Rancia (forse la piu' importante casa di produzione dei musical in Italia) e il regista Saverio Marconi, hanno voluto la nostra consulenza per la pre-produzione di HAPPY DAYS il Musical, musical che sta riscuotendo successo nei teatri italiani! Quindi Sig. Jovanotti, anche se Happy Days per lei è una "vaccata" (anzi...cazzata), le consiglio di imparare dal personaggio di Fonzie, che è un personaggio talvolta irreale, ma sicuramente piu' onesto e limpido di quanto non abbia dimostrato lei in questa occasione".

venerdì 13 maggio 2011

NEWS - Vaccata a chi? Striscia il Tapiro per il Jovanotti anti-Fonzie stasera!
Striscia la Notizia consegna il Tapiro d’oro a Jovanotti, che su ‘Tv Sorrisi e Canzoni’ ha definito ‘Happy Days’ una vaccata, ricevendo numerose critiche da parte dei fan del telefilm cult. Una strana dichiarazione, se si pensa che il cantautore italiano aveva consegnato, nel 1989, il Telegatto a Henry Winkler, l’attore che interpretava Fonzie. Raggiunto da Valerio Staffelli, Lorenzo Cherubini spiega: “Intanto non ho detto è una vaccata, perché questa è una parola che non uso. Ho detto è una caz…, che per me era un modo più easy. Voglio bene a ‘Happy Days’, ci sono cresciuto… Il giornalista mi domandava se, secondo me, le nuove generazioni non hanno le cose belle che avevamo noi. Ho risposto che non è vero, perché in realtà mia figlia guarda dei telefilm che sono molto belli, tutti quelli americani, i polizieschi. In confronto, ‘Happy Days’ è una caz…, inteso come sinonimo di semplicità”. Per dimostrare quanto in realtà sia affezionato al telefilm statunitense, Jovanotti ripassa insieme con l’inviato di Striscia i nomi dei personaggi principali. Poi il cantautore dice la sua in merito alle critiche ricevute dai fan: “Mi hanno detto che in realtà nel Fan Club di ‘Happy Days’ sono rimasti in tre. Su Internet puoi anche essere solo e fare casino per centomila. Loro tre li saluto e li rispetto molto. Però oggi non si può dire più niente…”.

giovedì 12 maggio 2011

NEWS - Cultissimo francesissimo! Da stasera "Braquo" dell'ex polizotto Olivier Marchal (quello del capolavoro "36 Quai des Orfèvres", dove si ascoltava la frase da urlo "ci piscio sulla tua morale da sbirro!")
Roma, 11 mag. - (Adnkronos) - Sulla scia del successo delle serie crime europee come 'Law & Order CI: Parigi' e "Luther", da stasera 12 maggio 2011 ogni giovedi' alle 21:55 sbarca in prima visione assoluta in Italia su Fx (canale 131 di Sky) la nuova serie francese "Braquo". Ambientata nel dipartimento di Hauts-de-Seine, tra Neuilly e Nanterre, Braquo e' una serie poliziesca dai toni cupi e realistici scritta e diretta da Olivier Marchal (36 Quai Des Orfevres). I protagonisti sono quattro poliziotti impegnati nella lotta contro il crimine, fino a quando il loro capo Max Rossi (Olivier Rabourdin, Uomini di Dio) viene accusato ingiustamente di violenza sessuale e si suicida. L'accaduto sconvolge la squadra, composta da Eddy Caplan (Jean Hugues Anglade, Nikita, I Sopranos), Walter Morlighem (Joseph Malerba, Leon, Nemico pubblico n.1), The'o Wachevski (Nicolas Duvauchelle, Il piccolo ladro) e Roxane Delgado (Karole Rocher, Scorpion) che decide da quel momento di rendere giustizia, a qualsiasi costo, all'amico e collega. Nel primo episodio troviamo quindi l'agente Rossi impegnato a difendersi da un'accusa di violenza sessuale che gli viene mossa da Farid Benaissa (Adrien Saint Jore', Plus belle la vie), un uomo indagato per omicidio. Il carismatico agente non riesce a sopportare il peso di accuse tanto infamanti e si toglie la vita. Profondamente turbati dal suicidio di Rossi, la sua squadra decide di vendicarlo riaprendo il caso di omicidio sul quale stava indagando l'agente. Ma i quattro, accecati dalla sete di vendetta, dimenticheranno presto i codici di condotta della polizia ai quali hanno giurato fedelta', per assumersi i rischi di quella che diventera', nel corso della serie, una missione privata scandita da cruenti omicidi e rapine in una crescente spirale di sangue e morte e che finira' per trascinare l'intera squadra in un vortice di violenza inarrestabile. In Francia e' attualmente in onda la seconda stagione della serie, confermando il successo di pubblico e di critica ottenuti dalla prima. Secondo il magazine americano Variety, l'originalita' di Braquo risiede nella storia, nella crudezza dei personaggi e nella fotografia.

mercoledì 11 maggio 2011

GOSSIP - Chiamate lo Squalo di Spielberg! La buzzica Mischa Barton entra in acqua col bikini più elettro-shock dell'immaginario
Il volto è sempre più paffutello, i capelli sono più stopposi che mai, il derriere è ormai una portaerei, ma Mischa "cotiche" Barton è sempre lei. Alla sua prima uscita bikinata ha pensato bene di sfoggiare un improbabile due pezzi dai colori che manco Dalì in un delirio di onnipotenza poteva concepire...Per fortuna l'acqua doveva essere più gelida del cervello di Francesco Facchinetti...Così Mischa ha racattato le sue cosucce ed è tornata a casetta a fare la "buzzicona" a tempo pieno...

martedì 10 maggio 2011

L'EDICOLA DI LOU - Stralci e commenti sui telefilm dai giornali italiani e stranieri



ENTERTAINMENT WEEKLY
La redenzione di Matthew Perry e dei vecchi friends
''Già il titolo ha un non so che di sarcastico. 'Mr. Sunshine' ha una forte prerogativa: il cosiddetto 'Chandler Bing Problem'. Mentre Allison Janney abbandona con bravura il manierismo di 'West Wing', Matthew Perry esordisce secondo uno schema 'Chandleresque' denotando espressioni da single alla 'Friends'. Ma la serie sembra voler prendere dei rischi calcolati secondo un piano ben preciso: il protagonista cui dà vita Perry è uno sfigato così assorbito dalla carriera che ti aspetti da un momento all'altro la svolta. O, meglio, la redenzione, quella che Chandler non ha mai conosciuto. Se poi Courteney Cox riuscisse a tenere vivo 'Cougar Town' e Matt LeBlanc potesse emergere con 'Episodes', i vecchi 'amici' si ritroverebbero insieme su un podio illuminato da un...raggio di sole"'.
(Ken Tucker, 11.02.2011)

ENTERTAINMENT WEEKLY
Le oscenità di "Chicago Code" sono off-limits
"Guardando 'Chicago Code' si è assaliti da una strana sensazione. Al contrario delle precedenti produzioni di Shawn Ryan su FX, Fox non ha concesso un uso disinibito del linguaggio, tanto da rendere il detective Jarek Wysocki (Jason Clarke) offeso da certe espressioni considerate 'oscene'. E anche se l'immagine più da digerire è vedere la stilosa Jennifer Beals con un cappello da poliziotta extra-large, la serie cresce e si arricchisce di contenuti ogni settimana, superando di gran lunga gli standard polizieschi attuali".
(Ken Tucker, 11.02.2011)

FACEBOOK
Mano ai salvagenti!
"Affoga nella bava".
(Commento autobiografico di Sarah Winchester Northman dopo aver postato sul proprio profilo una nuova foto, l'ennesima, di Eric Northman, 22.03.2011)

PIERS MORGAN'S LIFE STORIES
Il rimpianto "fuori-onda" di Hasselhoff
"Il mio unico rimpianto? Non averci provato con Pamela Anderson. Aveva troppi uomini che le ronzavano intorno. Avrei voluto che lo sapesse, che mi piaceva".
(David Hasselhoff, 19.03.2011)

VARIETY
Le "menti criminali" della tv son sempre all'opera...
"La tecnica dei nuovi franchising polizieschi è semplice: si aggiunge al titolo un suffisso in più - come è accaduto con 'NCIS' - e poi si piazza un attore con ottime credenziali a far da ponte, come è successo con 'Criminal minds' e Forest Whitaker".

(Brian Lowry, 15.02.2011)

lunedì 9 maggio 2011

QUIZ/NEWS - Sofia Vergara se la fa con David Beckham nel nuovo spot della Pepsi...
Era Sofia Vergara di "Modern Family", la Miss in Blue dei telefilm al centro del Quiz del 10 aprile scorso...Complimenti all'indovinatore GianLuca. La Vergara è protagonista del nuovo spot della Diet Pepsi dove compare da guest-star anche David Beckham...

Vedi lo spot:

domenica 8 maggio 2011

L'EDICOLA DI LOU - Stralci e commenti sui telefilm dai giornali italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
Il nuovo "Dexter" gira a vuoto
"Dexter, come il suo protagonista, ha una doppia anima. Così, il personaggio interpretato da Michael C. Hall si divide tra la scena - il lavoro di analista forense presso la polizia di Miami, specializzato nella decodifica delle tracce di sangue - e il retroscena - l'attività notturna da serial killer, sia pure con un «codice» che gli impone di uccidere solo chi scampa alla giustizia, insomma chi se lo merita. Mentre la serie, nel suo complesso, alterna stagioni vicine al capolavoro con altre più fiacche, stanche, banali. Difficile fare meglio della quarta stagione, con la lunga rincorsa a Trinity (un magistrale John Lithgow) e con quella scena conclusiva che, in un cliffhanger dei meglio riusciti, annega in un bagno di sangue - letteralmente - le speranze di Dexter di riuscire a costruirsi una vita normale, con la moglie amorevole Rita, tre figli (tra naturali e acquisiti) e una villetta con il giardino sul retro. La quinta stagione (FX, canale 131 di Sky, venerdì, ore 21) riparte di lì, ma, fin dalle prime battute, ci si accorge che qualcosa gira a vuoto. Dexter prova a rimettere insieme i pezzi della sua strana «normalità», ma la ricostruzione è lunga e difficile, densa di ostacoli: i figli di Rita non lo perdonano, il nuovo arrivato Harrison forse ha subito un trauma, l'Fbi e qualche collega intraprendente indagano su di lui. Con lentezza (e una certa meccanicità) si inserisce un nuovo personaggio, protagonista di stagione: si tratta di Lumen (Julia Stiles), vittima di ripetute violenze scampata all' omicidio, che ha tutte le intenzioni di vendicarsi (con l'aiuto di Dexter). Ma che, ovviamente, gli nasconde qualcosa: ed è subito noia. La serie ha una doppia anima, quindi, perennemente in bilico tra il capolavoro e il pilota automatico. E non l'aiuta certo il suo contenitore, FX, rete che ancora fatica a trovare un' identità precisa".
(Aldo Grasso, 07.05.2011)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!