Viewers last month

venerdì 16 maggio 2008

LA VITA E' UN TELEFILM - Oggi è il giorno più lungo! Il maratoneta Damerini ospite prima al TG di La7 (ore 20.00) e poi al "Grande Talk" (ore 22.35)
Tutti pazzi per "La vita è un telefilm" (Garzanti)! Per parlare dell'enciclopedia delle oltre 2000 frasi tratte dalle serie tv - e dei telefilm in generale - Leo Damerini sarà ospite stasera in diretta al TG di La7 delle ore 20.00, condotto da Antonello Piroso. A seguire, sempre stasera, il co-autore del libro scritto a quattro mani con Chiara Poli correrà più veloce di Flash negli studi del "Grande Talk", in onda alle ore 22.35 su Sat2000 e altre mille emittenti locali (vedi la programmazione del programma condotto da Alessandro Zaccuri qui: http://www.ilgrandetalk.it/programma/messa_in_onda/).
GOSSIP - "The L Word" ora e sempre! Ellen DeGeneres sposa Portia De Rossi in California (alla facciaccia da Terminator di Schwarzenegger)!
(ANSA) - NEW YORK, 16 MAG - La nota attrice comica e conduttrice televisiva statunitense Ellen DeGeneres, dichiaratamente omosessuale, ha annunciato che a breve si unira' in matrimonio con la sua compagna Portia de Rossi, anche lei attrice (personaggio della serie tv "Ally McBeal"): potrebbe cosi' trattarsi di una delle prime coppie che dira' il 'fatidico si' in California, dopo che ieri la Corte Suprema dello stato americano ha abolito il divieto di nozze per persone dello stesso sesso. Stando a quanto riferito all'Associated Press da una fonte anonima vicina all'attrice, Ellen DeGeneres ha annunciato ieri l'intenzione di sposarsi, durante la registrazione del suo talk show 'The Ellen DeGeneres Show' che andra' in onda questa sera. Citando la decisione della Corte Suprema della California, che entrera' in vigore tra un mese, la DeGeneres ha annunciato che lei e la sua fidanzata Portia de Rossi, che tra l'altro era presente in studio, si sposeranno a breve. (ANSA)
NEWS - Audra McDonald, diva a 37 anni grazie a "Private Practice"
La 37enne attrice di colore Audra McDonald, ignota ai più, si sta facendo conoscere al pubblico televisivo solo ora, nel camice della dottoressa Naomi Bennett in "Private Practice". E' grazie al ruolo della specialista in fertilità, soffiato alla collega-sosia Merrin Dungey ("Alias"), che la vincitrice di ben 4 Tony Awards - l'Oscar a "stelle e strisce" del Teatro e del Musical - che i critici la iniziano a etichettare come "new diva". Eppure ai primi ciak, le malelingue del telefilm di ABC non avevano freni: "è grassa - sibilavano - sgraziata, senza talento, sembra un uomo...". Audra ha tirato dritto e ora il suo unico handicap è la popolarità: "non mi accorgo ancora dei paparazzi: quando esco a prendere il giornale vado in tuta, spettinata, senza reggiseno nonostante porti la quinta...!". (Articolo di Leo Damerini pubblicato su "TU")

mercoledì 14 maggio 2008

NEWS - Vola Colombia, vola. Dopo "Ugly Betty" e "Sin Tetas", tocca a "Mental" (con protagonista un attore italiano)
(ANSA) - ROMA - Si chiama "Mental" e racconta le vicende di uno psichiatra di Los Angeles, capace di entrare nella mente dei suoi pazienti e di vedere i loro problemi mentali, la nuova serie in 13 episodi, coprodotta da Fox International Channel e Fox Tv Studios, che avra' nel cast anche un attore italiano accanto a Chris Vance, interprete della terza stagione di "Prison Break", e l'italo-americana Annabella Sciorra, fra i personaggi di "Jungle Fever" e "The Sopranos". Dei provini e quindi della scelta del personaggio italiano si sta occupando The Union, l'agenzia di talent management di Fox Channels Italy ed Mn. La serie, che si comincera' a girare il prossimo 2 giugno in Colombia, negli studi di Telecombia, societa' di proprieta' del gruppo Fox, e' stata creata da Deborah Joy Levine ("Lois& Clark", "The Division") e Dan Levine ("The Division"), e andra' in onda nei prossimi mesi sui canali Fox in America Latina, Europa e Asia. Secondo Diego Londono, amministratore delegato di Fox Channels Italy: ''Questa produzione che vede insieme diverse societa' del gruppo Fox rappresenta un nuovo modello produttivo internazionale non piu' rivolto fondamentalmente al pubblico Usa. Una risposta innovativa ad un mercato televisivo internazionale in evoluzione continua che vede Fox Channels Italy protagonista attiva''.
NEWS - Da stasera su Fox al via "Reaper", una delle anteprime del Telefilm Festival. Kevin Smith dirige il pilota
Roma (Adnkronos) - Arriva in prima visione assoluta in Italia su Fox (canale 110 di Sky), ogni giovedi' alle 21 a partire da stasera, "Reaper - In missione per il diavolo", la serie che mescola i generi comedy, fantasy, drama, horror e supernatural. Il telefilm narra le vicende Sam, ventunenne pigro e annoiato, che, il giorno del suo compleanno, scopre che i suoi genitori hanno venduto la sua anima al diavolo. Ray Wise, il diavolo in persona, (il padre di Laura Palmer in "Twin Peaks", "24", "The Closer") viene a fargli visita e si manifesta in sembianze umane. "Reaper" fa parte del nuovo trend di serie americane in cui i super poteri, invece di aiutare coloro che li posseggono, creano delle vere e proprie crisi nell'anima dei protagonisti. L'episodio pilota di "Reaper" e' diretto dal regista e produttore cult Kevin Smith ("Generazione X"), acclamato al Sundance Film Festival per "Clerks" e regista del controverso "Dogma". La serie e' creata da Tara Butters ("Ed", "Law & Order", "Special Victims Unit") e Michele Fazekas ("Ed", "Law & Order", "Special Victims Unit") che insieme a Mark Gordon ("Grey's Anatomy", "Criminal Minds"), Deborah Spera ("Criminal Minds") e Tom Spezialy ("Desperate Housewives") ne sono anche i produttori.
ESCLUSIVA - Altro che nuovo Governo! Telefilm Cult lancia il vero Governo Ombra, quello dei Ministri Telefilmici: tanto, la vita è tutta un telefilm...
Il Berlusca ha snocciolato l'elenco dei suoi ministri e Telefilm Cult (ri)batte con la lista dei Ministri Telefilmici. Sì, perche se "La vita è un telefilm" - ogni riferimento all'Enciclopedia tematica di oltre 2000 frasi tratte dalle serie tv di Damerini-Poli per Garzanti è puramente voluta - anche al Governo sarebbe bello (talvolta) vedere qualche volto seriale conosciuto. Perchè a volte, a sentire i telegiornali, sono piuttosto le cronache politiche a sembrare delle fiction...Se non siete d'accordo sulle cariche, usate il Post come una sorta di referendum, consigliando eventuali alternative! Del resto viviamo in una democrazia telefilmica, no?

Ministro degli Esteri
:

Fonzie ("Happy Days")

Ministro dei Beni Culturali:

Dana Scully ("X-Files")

Ministro degli Interni:

Vic Mackey ("The Shield")

Ministro della Difesa:

Jack Bauer ("24")

Ministro delle Infrastrutture:

Tony Soprano ("I Soprano")

Ministro dell'Economia e Finanze:

Richard Fish("Ally McBeal")

Ministro del Lavoro:

David Brent ("The Office")

Ministro dei Trasporti:

Scotty ("Star Trek")

Ministro delle Comunicazioni:

Gregory House ("Dr. House")

Ministro della Salute:

John JD Dorian ("Scrubs - Medici ai primi ferri")

Ministro dell'Istruzione:

Skyler Dayton ("Una pupa in libreria")

Ministro della Famiglia:

Marion Cunningham ("Happy Days")

Ministro dell'Università e Ricerca:

Rupert Giles ("Buffy")

Ministro della Solidarietà Sociale:

Bette Porter ("The L Word")

Ministro dell'Ambiente:

CJ Parker ("Baywatch")

Ministro Politiche Giovanili:

Buffy Summers ("Buffy")

Ministro delle Pari Opportunità:

Ally McBeal ("Ally McBeal")

Ministro della Giustizia:

Denny Crane! ("Boston Legal")

Ministro delle Riforme Federalistiche
:

Arcibaldo ("Arcibaldo")

Ministro delle Attività Produttive:

J.R. ("Dallas")

Ministro del Welfare:

George Jefferson ("I Jefferson")

Ministro della Semplificazione:

John Locke ("Lost")
LA VITA E' UN TELEFILM - Chiara Poli a RadioDeeJay!
Ascolta l'arci-mitica Chiara Poli ai microfoni di RadioDeeJay, intervistata da Vic per "Vickypedia", in occasione dell'uscita dell'enciclopedia tematica "La vita è un telefilm" (Garzanti), raccolta delle 2020 frasi e battute tratte dalle serie tv. http://www.schermotv.com/audio/chiara_deejay.mp3
NEWS - Finchè c'è vita c'è Spear(s)anza! Quella svalvolata di Britney tampona una macchina ma vola negli ascolti e nelle critiche con "How I met your mother"
(ANSA) - LOS ANGELES, 14 MAG - Continuano gli alti e bassi nella storia tormentata di Britney Spears. La cantante ha avuto un piccolo incidente mentre era alla guida della sua Mercedes bianca: ha tamponato l'auto di fronte a lei, senza provocare danni ma facendo notare ancora una volta la sua mancanza di attenzione alla guida, visto che l'accaduto e' stato ripreso, come tutto quanto accade nella vita della Spears, da decine di fotografi. A bordo con lei c'era una guardia del corpo. Britney Spears ha piu' fortuna nel mondo della televisione: il suo personaggio nella serie televisiva "How I met your mother" ha attirato 9 milioni di spettatori e le ha procurato commenti positivi da parte della critica. Il nuovo corso nella vita della popstar e' cominciato quando il padre Jamie ha preso in mano le redini, compresa la gestione del patrimonio della figlia. Oltre a un allenamento sistematico nelle palestre della catena Bally, Britney Spears ha smesso di essere una presenza fissa nella vita notturna di Hollywood.

martedì 13 maggio 2008







PICCOLO GRANDE SCHERMO - "Sex&The City" (of London): la pellicola-evento presentata nella capitale inglese ieri sera al grido di "No New York, No party!". Sul red carpet solo tacchi a spillo (anche gli uomini?)
(Ansa) - Complice una serata mite, centinaia di fan si sono accalcati ieri sera a Leicester Square a Londra per vedere il passaggio sul tappeto rosso delle stelle di 'Sex and the City', prima mondiale la cui organizzazione a Londra ha creato qualche polemica nella Grande Mela, citta' che e' praticamente la quinta protagonista della fortunata serie tv. Sarah Jessica Parker, prima ad arrivare, indossava un abito verde chiaro di Alexander McQueen, con un eccentrico cappellino in tinta. Quando le e' stato chiesto il perche' della prima a Londra e non a New York, ha risposto: 'Abbiamo deciso di farla qui, e siamo contentissime di essere qui'. Kim Cattrall (Samantha), la sola inglese del quartetto newyorchese, portava invece un abito con le spalle scoperte di Vivenne Westwood. 'Da quando e' finita la serie ho passato molto tempo con amici e familiari in Gran Bretagna. Ho persino una tessera della metropolitana di Londra'. Cynthia Nixon (Miranda) indossava un scollatissimo Calvin Klein nero, e ha parlato solo con i fan che chiedevano autografi, evitando i giornalisti. Kristin Davis (Charlotte) portava un vestito vintage rosso ciliegia. Anche lei e' stata diplomatica quando le hanno chiesto della scelta di Londra per la prima: 'Perche' no? Mi piace la Gran Bretagna'.
TELEFILM FESTIVAL 2008 - La Corona del "Tony Soprano d'Italia" va a Fabrizio
Fabrizio Corona è "il Tony Soprano d'Italia". E' quanto emerge dall'ironico sondaggio indetto dal mensile Telefilm Magazine, il primo periodico dedicato alle serie tv. Le votazioni, avvenute sul sito della rivista (www.telefilmagazine.it) e al Telefilm Festival di Milano, hanno decretato la netta vittoria di Fabrizio Corona, capace di superare con il 35% delle preferenze Luciano Moggi (in seconda posizione) e Stefano Ricucci (terzo classificato). Più staccati gli altri 7 della Top Ten: Gigi D'Alessio (quarto), Lele Mora (quinto), Dolce e Gabbana (sesti), Clemente Mastella (settimo), Fabrizio Del Noce (ottavo), Giampiero Fiorani (nono), Antonio Cassano (decimo).


lunedì 12 maggio 2008

TELEFILM FESTIVAL 2008 - Il Telefilm Festival chiude edizione record. A sorpresa il pubblico premia le Serie non solo americane. Tutto esaurito per le proiezioni del serial erotico inglese “Secret diary of a call girl”, dell’israeliano “Arab labor”, dello spagnolo “Sin tetas non ay paraiso”.Per gli Usa, al top “Pushing daisies” e “Gossip girl”.“I Cesaroni” contendono ai divi di “Gossip girl” il primato del fanatismo. “Boris” al top dell’originalita’ “made in italy”. "Dr.House" eletto miglior telefilm dai lettori di Sorrisi. Prossimo anno, omaggio ai 20 anni di “Baywatch”.

I CesaroniAlessandra Mastronardi e Ludovico Fremont contro i divi a “stelle e strisce” di “Gossip Girl”. All’insegna del derby telefilmico Italia-Usa si chiude un’altra edizione da record del Telefilm Festival di Milano organizzato dall’Accademia dei Telefilm e da Tv Sorrisi e Canzoni. La kermesse, giunta alla sesta edizione, ha fornito nel corso di una settimana il polso della situazione nazionale ed internazionale dei telefilm, il genere televisivo più in ascesa degli ultimi anni (21.9% dell’intera programmazione generalista). Particolarmente apprezzate dal pubblico, a sorpresa, spiccano le anteprime esclusive di tre serie non americane: il serial erotico inglese “Secret Diary of a Call Girl”, l’israeliano politically uncorrectArab Labor” e lo spagnolo “Sin tetas no ay Paraiso”. Per gli Usa, tutto esaurito per la serie surreale alla Tim BurtonPushing Daisies” (in onda su Joi) e per il già cult generazionale “Gossip Girl” (Mya). Proprio i divi di quest’ultima serie – Chace Crawford e Leighton Meester – hanno infiammato domenica la platea del festival, mentre il giorno precedente il bagno di folla era toccato ai “CesaroniAlessandra Mastronardi e Ludovico Fremont, a riprova che la serie di Canale 5 è il fenomeno seriale dell’anno anche all’ombra della Madonnina. Altro riconoscimento alla produzione italiana è stato quello nei confronti di “Boris” (Fox), presente con il cast al gran completo e scelta dagli organizzatori del Telefilm Festival quale unica serie italiana nel programma per via della sua originalità. Sempre seguitissimi gli incontri a tema, dal sesso sempre più esplicito nei telefilm moderni ai teen-cult da “Happy Days” ai giorni nostri, fino al connubio sempre più evidente tra musica e serie tv. E proprio la musica l’ha fatta da padrone nella centrale Piazzetta Liberty, presa d’assalto dai cittadini per le tre giornate nei concerti che hanno caratterizzato il centro di Milano: tra gli altri, quelli dei Baustelle, degli Statuto, della Rock Fm All Stars Band e della reunion dei Bee Hive. Ben 15 Università (5 in più dell’anno scorso) sono state accreditate al Workshop d’apertura che ha visto gli addetti ai lavori confrontarsi sul tema seriale nell’ottica della programmazione, della produzione e dei new media. Sala tutta esaurita anche alla Cattolica di Milano, dove Aldo Grasso ha presentato l’enciclopedia “La vita è un telefilm” (Garzanti) in compagnia di Linus. Molte conferme e qualche sorpresa emergono dai risultati del sondaggio lanciato da Tv Sorrisi e Canzoni in occasione del Telefilm Festival per decretare la serie più amata dell’anno: a trionfare ancora una volta è "Dr. House". Cosi come nel 2007, il burbero medico precede i sopravvissuti di "Lost" e i colleghi di "Grey’s Anatomy". "24", la serie più adrenalinica della tv sale rispetto allo scorso anno e raggiunge il 4 posto in classifica, mentre esce a sorpresa dalla top 20 "CSI - Scena del Crimine". Neanche il tempo di festeggiare la buona riuscita della sesta edizione del Telefilm Festival, che gli organizzatori stanno già pensando alla settima: in vista una celebrazione dei 20 anni del cult “Baywatch”, con l’idea di ricreare un’atmosfera balneare degna di Malibu a due passi dal Duomo. Magari con una Pamela Anderson a fare da madrina…

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!