Viewers last month

sabato 14 ottobre 2006

GOSSIP - Il diavolo veste Prada, Katie Holmes veste Lagerfeld: l'ex Joey di "Dawson's Creek" ha scelto un abito dello stilista tedesco per il matrimonio con Cruise
(Adnkronos) - Ancora non si sa né la data né il luogo dove si celebrerà l’atteso matrimonio tra Tom Cruise e Katie Holmes, ma quello che è sicuro è che l’attrice indosserà uno spettacolare abito da sposa disegnato da Karl Lagerfeld. L’attrice, che si era recata a Parigi insieme all’amica Victoria Beckham, moglie del calciatore David Beckham, per assistere alle sfilate della settimana della moda, ha scelto proprio nella capitale francese l’abito che indossera’ per convolare a nozze con il protagonista di ‘Top Gun’ e ‘Mission Imposible’. Le due amiche, che a Parigi hanno trascorso un’intensa giornata di shopping acquistando vestiti e vari accessori, si erano fermate nella boutique di ‘Chanel’, dove la protagonista di ‘Dawson’s Creek’ si era infine decisa per un abito di Karl Lagerfeld, che secondo Katie Holmes “è perfetto per l’occasione”. La Holmes ha spiegato al magazine ‘People’ che ha già scelto l’abito per convolare a nozze con Cruise, aggiungendo che “tutto quello che disegna Karl Lagerfeld mi interessa, compresi gli abiti da sposa”. L’attrice si è sottoposta in queste settimane ad una rigida dieta, controllata dal futuro sposo Tom Cruise, per l’atteso giorno in cui spera di presentarsi all’altare dopo aver perso i chili di troppo acquistati durante la gravidanza.
(Nella foto, Katie Holmes nella boutique di Chanel a Parigi)

venerdì 13 ottobre 2006

PICCOLO GRANDE SCHERMO - Mann in alto: "Miami Vice" è il miglior film tratto da un telefilm della storia. Un western metafisico girato "altrove" rispetto al serial
Miami non è più Vice ma molto Heat: e chi conosce la filmografia di Michael Mann dovrebbe raccogliere la...sfida. Quella di portare al cinema un telefilm (anzi, "il" telefilm) che meglio ha rappresentato l'edonismo degli anni '80 e traghettare lo spettatore in un altro "continente creativo" (come lo ha definito Antonello Catacchio su "il manifesto"). Le gru rosa della sigla del serial hanno lasciato posto a quelle di metallo che trasportano i carichi di droga in arrivo al porto, il narcotraffico viaggia alla velocità wireless in una chiavetta USB, non si combatte più solo per la giustizia, per il denaro, per il potere. Nella Miami di oggi è più difficile infiltrarsi, praticamente impossibile non rimanere invischiati e compromettersi. Succede ai nuovi Sonny Crockett (Colin Farrell) e Rico Tubbs (Jamie Foxx), ognuno per un motivo diverso, seppure entrambi di matrice femminile. Il primo finge o sembra di innamorarsi di Isabella, la donna del boss (una magnetica Gong Li senza trucco), il secondo deve liberare la compagna rapita dalla malavita dove si è infiltrato. Nessuno dei due ne uscirà illeso. E con loro lo spettatore che s'infiltra anch'esso (compromettendosi) dentro una storia che scorre nei grandi spazi e nei silenzi che punteggiano, tra le ombre elettriche che sfilano tra Bene e Male, a bordo di motoscafi lanciati a folle velocità sulle onde con i fari spenti nella notte. Mann dipinge un affresco grandioso di immagini in movimento, con la telecamera che si muove a ritmi vertiginosi, ma sempre funzionali a un racconto che non lascia tempo per respirare. Quasi un western dell'anima, un musical soul. Il segno del cineasta non è tanto la vicenda, ma come la storia si snoda e viene rappresentata. Nell'interrogatorio all'informatore, lo sguardo di Sonny (e a ruota, della telecamera, dello spettatore) si perde lontano verso il tramonto che divampa. Ecco, rispetto al telefilm, la sua trasposizione cinematografica è in quello sguardo che si perde lontano. Altrove. Diventa metafisico, s'innalza al di sopra delle apparenze: guai a seguire la storia come appare, a classificare, a dedurre. E' tutto nella domanda di Isabella dopo il massacro finale, quando scopre che Sonny è un poliziotto con tanto di distintivo: "Chi cazzo sei?", gli urla avventandosi addosso. Chi cazzo sei, Sonny, rispetto a quello del telefilm, quando t'innamoravi della dark lady Caitlin Davies (interpretata da Sheena Easton, ve la ricordate?), dando vita ad una delle storie drammatiche più new romantic del piccolo schermo, al climax della serie-simbolo? La certezza (forse l'unica) è quella di non assistere affatto ad un remake, ma ad uno spunto per far viaggiare a briglie sciolte la fantasia del più grande cineasta di spazi (geografici e dell'anima). Che firma la miglior pellicola tratta da un telefilm della storia navigando a fari spenti in una notte senza troppi ricordi. Perchè i Sonny, si sa, muoiono sempre all'alba.

Giudizio: ****
NEWS - Jessica Alba: "Mai nuda, mi provoca ansia"
Dopo essersi ribellata per le troppe attenzioni verso il suo splendido fisico rispetto alla sua personalità (vedi Post del 11 ottobre), Jessica Alba rivela anche la sua assoluta contrarietà a girare eventuali scene cinematografiche dove dovrebbe apparire nuda. "Non reciterò mai in sequenze senza veli - ha confessato sempre a Elle (edizione francese) - Forse questo mi porrà nella lista delle cattive attrici, forse non verrò ingaggiata in progetti importanti, ma esibirmi nuda mi provoca molta ansia". Nel 2005, l'attrice oggi 25enne ha denunciato Hugh Hefner per averla sbattuta in copertina su "Playboy" senza il suo consenso (e comunque in bikini) per illustrare un servizio sulle donne più sexy dello spettacolo. Forse non tutti sanno che Jessica, attualmente impegnata con le riprese della commedia farsesca "Good Luck Chuck", ha rifiutato una scena di nudo in "Sin City" nonostante le insistenze del regista Robert Rodriguez. Dopo "Good Luck Chuck", la Alba dovrebbe intraprendere una serie di impegni nella filmografia indipendente americana, trasferendosi per un certo periodo a New York.
NEWS - John Forsythe, l'indimenticato Blake Carrington di "Dynasty", operato di tumore al colon
(Adnkronos) - L’attore statunitense John Forsythe, 88 anni, ex star della fortunata serie degli anni 80’ ‘Dynasty’, in cui interpretava il ruolo di Blake Carrington, è stato sottoposto ad un trattamento per il cancro al colon. Il portavoce dell’attore, Harlan Boll, ha dichiarato che Forsythe, il quale ha anche dato voce all’enigmatico Charlie nella serie ‘Charlie’s Angel’s’’, si e’ sottoposto alla terapia antitumorale in un ospedale di Los Angeles dopo che, nel mese scorso, gli e’ stata diagnosticata la malattia. “John appare ottimista e i medici credono che potra’ tornare a casa questo fine settimana”, ha detto Boll. Forsythe aveva ottenuto in tre occasioni la nomination agli ‘Emmy’ per la sua interpretazione nella soap, premio che tuttavia non e’ mai riuscito a conquistare. In compenso, per la sua interpretazione in ‘Dinasty’ vinse due volte il Golden Globe. La sua carriera come attore era iniziata nel 1943 con ‘L’Ostaggio’’ e la sua fimografia include apparizioni nei film del mitico Alfred Hitchcock come ‘La congiura degli Innocenti’ e ‘Topaz’.
NEWS - Notizia...bomba: Kim Jon Il è un fan di "Desperate Housewives"
(ANSA) - Kim Jon Il e' un fan di Bree, Lynette, Gabrielle e Susan: il leader nord-coreano, notoriamente un fan di Hollywood, ha chiesto alla tv americana Abc un set completo della serie 'Casalinghe Disperate' quando il suo regime ha accordato alla rete Usa un visto di ingresso nel paese. Kim ha ammassato negli anni una videoteca di 20 mila film, collezionati grazie a regali di dignitari stranieri in visita. Tra questi il presidente americano Jimmy Carter che si reco' a Pyongyang nel 1994 portando con se' copie di 'Via col Vento' e del 'Padrino'.

giovedì 12 ottobre 2006

ESCLUSIVA ANTEPRIMA - Clamoroso, rissa sfiorata sul set di "Grey's Anatomy": Patrick Dempsey e Isaiah Washington quasi alle mani
Rissa appena sfiorata sul set di "Grey's Anatomy", il serial-gioiello della ABC che in questo inizio di stagione ha dato del filo da torcere addirittura all'apparentemente imbattibile "CSI" della CBS, battendolo già una volta. La lite ha visti coinvolti il bel Patrick Dempsey - interprete del Dottor Derek Shepherd, considerato attualmente uno dei volti più sexy dello star-system americano - e Isaiah Washington, che nel serial veste il camice del Dottor Preston Burke. Dapprima sono volate parole grosse, quindi quasi lo scontro fisico. "Siamo giunti a piazzarci di fronte, naso contro naso come due giocatori di baseball - racconta Washington - abbiamo avuto differenti vedute durante le riprese ma ora tutto è risolto. Penso ci siano state lacune nella comunicazione e fraintendimenti nel corso della produzione, ma sono cose che in una grande famiglia succedono. Non saremmo mai arrivati a picchiarci - ironizza alla fine l'attore - siamo troppo belli per rovinare la nostra immagine!". Alla fine sembra finito tutto a tarallucci e vino: i due attori del telefilm la cui seconda stagione sarà trasmessa da Italia 1 a dicembre, hanno fatto pace nel giro di mezz'ora, sedendosi fianco a fianco nella prima pausa di riprese. Le bende che solitamente vengono utilizzate nel telefilm medico sono rimaste in infermeria.
GOSSIP - Post Paris, Eva Longoria e Tony Parker verso la riconciliazione
E' di oggi il sussurro che Eva Longoria e Tony Parker sarebbero sulla via della riconciliazione dopo il romantico weekend sotto la Torre Eiffel. La coppia è stata vista cenare a lume di candela al noto ristorante Le Coupe-Chou. Liza Anderson, la portavoce della Longoria che il mese scorso aveva gettato forti dubbi sul proseguimento della relazione ("è difficile mantenere unita una coppia quando ognuno ha differenti impegni e vedute"), oggi getta acqua sul fuoco: "ora sembra tutto a posto. L'amore sincero vince sempre".

mercoledì 11 ottobre 2006

NEWS - Sarah Michelle Gellar: "Mai più in una serie tv"!
Per chi nutriva speranze di un possibile ritorno di Sarah Michelle Gellar in un telefilm, arriva la dichiarazione-mazzata dell'ex intrepete di "Buffy", rilasciata la settimana scorsa all'anteprima di "The Grudge 2". "Non penso proprio di tornare a impegnarmi per un telefilm di un'ora. Girare una serie tv - ha spiegato la Gellar - implica essere impegnata ogni settimana per mesi. Al cinema è diverso, il film dura un'ora e 20 minuti, richiede meno impegno e vincoli".
(Nelle foto, Sarah Michelle Gellar all'anteprima di "The Grudge 2")
NEWS - Jessica Alba si ribella: "basta guardare solo il mio corpo!"
Una nuova Alba per l'ex interprete di "Dark Angel". Jessica è stufa di essere considerata solo un "corpo" e non lo nasconde in un'intervista rilasciata al mensile "Elle" (edizione francese). "Quando arrivo sul set - si sfoga Jessica Alba - mi sento tutti gli occhi addosso e a nessuno interessa quale sia il mio umore. Se scherzo con la troupe, molti rimangono sorpresi. In realtà nella vita di tutti i giorni sono molto spiritosa e con i miei amici mi lascio andare anche a battute e spiritosaggini, in alcune occasioni mi considerano una pazza. Sul set invece sembrano interessarsi solo al mio fisico, a nessuno interessa giocare con me. E' una situazione che sta diventando pesante per me...".
(Nelle foto, una sexy Alba e una più casalinga, con il fidanzato Cash)
GOSSIP - Era ora! La relazione-sceneggiata tra Jennifer Aniston e Vince Vaughn è ufficialmente finita!
Adnkronos - Un’altra delusione amorosa si aggiunge alla vita privata dell’attrice statunitense Jennifer Aniston dopo il divorzio dall’attore Brad Pitt. A soli sette giorni dalla rottura del flirt con l’attrice, il suo ex Vince Vaughn è stato ‘pizzicato’ abbracciato appassionatamente ad una ragazza bionda all’uscita di un teatro a Londra, secondo quanto riferito oggi dal tabloid britannico ‘The Sun’. Aniston, 37 anni, e Vaughn, 36 anni, avevano iniziato la loro relazione mentre giravano insieme il film ‘Ti odio, ti lascio, ti...’. Anche se continuavano a smentire in pubblico il fidanzamento, la coppia aveva deciso di condividere un appartamento a Chicago. Diverse voci avevano assicurato che Vaughn aveva avanzato la proposta di matrimonio alla protagonista di ‘Friends’ lo scorso giugno, ma la settimana scorsa la coppia ha lasciato tutti a bocca aperta con l’annuncio della fine della relazione sentimentale.
(Vedi anche Post del 18 luglio, 4 e 11 agosto)
NEWS - Clamoroso, KITT di "Supercar" era gay!
Si chiamava K.I.T.T., acronimo di Knight Industries Two Thousands, era una Pontiac Trans-Am rivestita di una speciale vernice "indistruttibile" nera, dotata di intelligenza artificiale, sintesi vocale e ogni sorta di improbabile apparecchiatura elettronica. Era lei la vera protagonista della fortunata serie degli anni Ottanta "Supercar" assieme all'attore David Hasselhoff, il quale ora negli Stati Uniti sta rivivendo una seconda giovinezza artistica. Adesso la rivelazione: Hasselhoff, parlando agli studenti irlandesi dell'università Trinity College di Dublino ha confessato che Kitt era in realtà gay. "Dopo le riprese, spesso anche durante, Kitt - con quella sua voce così sensuale - continuava a chiedermi: 'Vuoi portarmi a casa tua stasera? E io? Non potevo certo dirgli di no'"...

martedì 10 ottobre 2006


NEWS - Mercedes McNab, la Harmony di "Buffy" ed "Angel", nuda su "Playboy" a novembre
Una playmate coi "Buffy". Mercedes McNab, l'ex interprete della svampita Harmony Kendall in "Buffy" ed "Angel", comparirà senza veli sulla copertina dell'edizione americana di novembre di "Playboy". Naturalmente, la bionda Mercedes si stenderà come mamma l'ha fatta nel servizio principale del mensile per soli uomini, in una serie di foto new romantic che ben richiamano le atmosfere dei due telefilm che l'hanno vista protagonista. La McNab è attualmente impegnata nelle riprese del film "The Pink Conspiracy", storia tratta da un corto comico in cui un uomo viene portato alla follia da tutte le fidanzate che ha conosciuto, le quali si alleano contro di lui.
PICCOLO GRANDE SCHERMO - Arriva "The Grudge 2", staffetta de paura tra Sarah Michelle Gellar ("Buffy") e Amber Tamblyn ("Joan of Arcadia")
(ANSA) - Los Angeles - A due anni di distanza dal primo film, Takashi Shimizu porta di nuovo sul grande schermo la maledizione della casa stregata, abitata dal rancore di una vicenda finita nel sangue e la racconta in 'The Grudge 2', in uscita nelle sale americane questa settimana. "Anche se la casa resta il cuore dell'intera vicenda, la maledizione esplora i misteri del primo film - ha detto il regista giapponese a Los Angeles in un incontro con la stampa e spiega come si sia estesa oltre i limiti spaziali in cui era cominciata: da Tokyo è arrivata fino a Chicago". C'è dell'altro: "il mistero della maledizione che non era spiegato in 'The Grudge', è finalmente rivelato nel sequel, ma ho comunque raccontato la storia in modo che fosse comprensibile anche a chi non avesse mai visto ne la pellicola americana ne le versioni giapponesi". Tuttavia 'The Grudge' non è un semplice adattamento di 'Ju On', l'originale giapponese: "se si fosse trattato della stessa storia mi sarei rifiutato di girarla: i produttori mi hanno proposto qualcosa di nuovo e ho accettato. Volevo che il pubblico americano si identificasse con la maledizione, che potesse sentirla vera e possibile". E il legame tra l'horror che nel 2004 guadagno al botteghino quasi 190 milioni di dollari e il nuovo film e Karen, il personaggio interpretato da Sarah Michelle Gellar che nella prima pellicola aveva dato fuoco alla casa maledetta cercando, senza successo, di mettere fine alla maledizione: "all inizio la sua presenza non era prevista, ma poichè era necessario creare continuità tra i vecchi personaggi e i nuovi e fare in modo che questi ultimi fossero collegati ai primi ho pensato che lei fosse perfetta". La Gellar però è nel film solo per poco tempo: "Karen capisce di aver perso il fidanzato, l'amore della sua vita, e si ritrova rinchiusa in una struttura giapponese che somiglia molto ad un ospedale psichiatrico" ha spiegato l'attrice nata a New York 29 anni fa. In suo aiuto si precipita dagli Stati Uniti la sorella Aubrey, ruolo interpretato da Amber Tamblyn: "la decisione di avere proprio lei nel cast è stata eccellente. La conosco da quando abbiamo tredici anni e abbiamo molto in comune: il modo in cui interagiamo con le persone e in cui guardiamo al mondo e simile. Non credo che i produttori fossero consapevoli di queste somiglianze fino a quando non ci hanno viste insieme". Le due, quasi coetanee, la Tamblyn è di sei anni piu giovane della Gellar, hanno condiviso anche l'entusiasmo per la cultura nipponica: "abbiamo trascorso tre mesi in Giappone ed entrambe siamo rimaste positivamente colpite dalla cordialita delle persone, sempre pronte ad aiutare, e dal senso di sicurezza che tutte le città, Tokyo compresa, riescono a trasmetterti. Abbiamo visto bambine di otto anni andare da sole in metropolitana la sera tardi" ha spiegato la protagonista di 'Joan of Arcadia', serie televisiva trasmessa in Italia quest'anno.

lunedì 9 ottobre 2006

NEWS - Ascolti, in Italia ri-ri-salvate il soldato Ryan: "The O.C." ormai al 6.5%. In America, "CSI" tallonato da "Grey's Anatomy" e "Lost" vede naufragare 5 milioni di spettatori
Il soldato Ryan è sempre più nel pantano. Ieri sera "The OC" è sceso ancora: 6.50% di share il primo episodio, 7.01% il secondo. La serata era contraddistinta dalla "scheggia impazzita" Fiorello, che con "Viva Radiodue" su Raiuno ha raggiunto il 30%, ma la crisi del teen-cult (di ascolti e di sceneggiature) sembra comunque conclamata.
Negli Stati Uniti, invece, è sempre “CSI” a vincere la guerra degli ascolti tv. La Nielsen Media Research ha elaborato i dati della settimana 25 settembre - 1 ottobre. La settima stagione di CSI (CBS) ha registrato una media di 23,8 milioni di spettatori. Secondo posto per la terza stagione del telefilm "Grey's Anatomy" (ABC). Secondo i dati Nielsen il telefilm negli States ha avuto una media di 23,5 milioni. "Grey'Anatomy" risulta però prima negli ascolti (12,4 milioni) per quanto riguarda la fascia di pubblico tra i 18-49 anni, quella del cosiddetto target commerciale. Terzo posto per la terza stagione di "Desperate Housewives" (ABC, 21,4 milioni), che però incassa il peggior risultato in fatto di audience. Se il talent-reality "Dancing With the Stars" (in Italia "Ballando con le stelle") sulla ABC ha totalizzato 17,9 milioni di spettatori, piazzandosi quarto, il quinto posto va alla quinta stagione di "CSI Miami" (ABC, 17,9 milioni).
Da registrare inoltre la falsa partenza, il 4 ottobre scorso sulla ABC, della terza (e attesissima) stagione di “Lost”. La prima puntata, "Tale of two cities", ha perso oltre 5 milioni di fedelissimi spettatori negli Stati Uniti. Quest'estate, appena terminata la seconda serie, si sono susseguite senza interruzione indiscrezioni, spoiler e gossip (più o meno credibili) sul suo creatore JJ Abrams e gli attori. "Non è valso a nulla? Gli spettatori si sono già stufati del serial?", queste le domande che si pongono ora i critici televisivi americani. Secondo i dati d'ascolto elaborati dalla Nielsen Media Research sul pubblico televisivo (18-49 anni) il rating è sceso nella prima puntata del 25%, gli spettatori sintonizzati alle 21 di mercoledì scorso sulla ABC erano dunque 18,8 milioni; il 21 settembre del 2005 la prima puntata della seconda stagione era stata vista da 23,5 milioni di spettatori americani (10,2 percento di rating, 25% di share). "Un risultato sotto le attese per la ABC", scrive anche il Washington Post. "Lost" è risultato comunque il programma più visto della giornata. I due più agguerriti concorrenti della serata sono stati "Criminal Minds" della CBS (15,2 milioni, 4,2 rating/10 share) e "House" della FOX (8,9 milioni, 3,3/8).
GOSSIP - Jessica Biel, un bacio lesbo alla luce del sole
Dopo il sussurro del presunto approccio omosessuale di Jessica Biel con una misteriosa accompagnatrice in un locale di New York (vedi Post del 5 ottobre), spunta la foto di un presunto bacio lesbo tra l'interprete di Mary Camden nel serial "Settimo cielo" e una sua altrettanto misteriosa amica. Intima, si suppone. Per i maligni, fin troppo per essere solo un'amica alla quale dare un bacio sulla bocca...
GOSSIP - Parigi pour deux: Eva tenta il tiro da 3 punti con Tony, Katie fa shopping con Victoria
Weekend parigino per due star telefilmiche, di cui "Telefilm Cult" vi propone in anteprima esclusiva per l'Italia le foto. Eva Longoria si è ripresa in fretta dall'incidente di settimana scorsa sul set di "Desperate Housewives" (vedi Post del 7 ottobre), tanto da volare dal suo (?) Tony Parker, in tour in Francia con la sua squadra di basket (i San Antonio Spur). La mossa di Eva sembrerebbe l'ultima spiaggia (romantica) per la coppia che voci accreditate danno sull'orlo della separazione (vedi Post del 2 ottobre). Sempre sotto la Tour Eiffel, Katie Holmes si è mossa sinuosa e sicura sui tacchi a spillo al fianco dell'amica Victoria Beckham, che tra l'altro è in predicato di interpretare in un film su David Beckham (vedi Post del 22 settembre). Le due compari di shopping si sono gustate tra l'altro una sfilata di Chanel. La coppia Beckham-Victoria è stata una delle prime a far visita a casa Cruise-Holmes dopo la nascita di Suri, quando all'epoca nessuno aveva ancora visto la figlia capellona dell'incredibile duo.
NEWS - Spazio, ultima offerta: i cimeli di "Star Trek" a ruba
(ANSA) Ha fruttato complessivamente oltre 7 milioni di dollari (e alcuni pezzi singoli sono stati venduti a oltre mezzo milione di dollari) l'asta dei cimeli di "Star Trek" andata avanti per tre giorni a New York. Oltre un migliaio di oggetti che uscivano dagli archivi della Cbs Paramount Television, che ha prodotto la serie di cui s'e' appena celebrato il 40mo anniversario, sono stati messi all'incanto da Christie's. Il pezzo singolo che ha fruttato di piu' e' stato un modello della StarShip Enterprise utilizzato nelle sequenze iniziali e finali della serie 'Star Trek: the Next Generation', battuto a 576 mila dollari: lungo quasi due metri, costruito da Industrial
Light and Magic, il modellino della Enterprise debutto' nel 1987 nell'episodio 'Encounter at Fairpoint'. Se l'e' aggiudicato un anonimo collezionista americano che partecipava all'asta per telefono, spendendo 23 volte il valore massimo stimato dagli esperti di Christie's. S'e' venduta bene anche una replica della sedia sul ponte di comando di Captain Kirk, il comandante della Enterpise nella prima edizione della fortunata serie. Ma tutto ha trovato acquirenti e, alla fine, l'incasso, di 7.107.040 dollari, commissioni incluse, e' stato piu' del doppio del previsto. Le sale di Christie's a New York, di solito frequentate da appassionati d'arte, sono state per tre giorni il tempio di 'impersonatori' dei personaggi della serie, vestiti come i loro eroi e impegnati a cercare d'impossessarsi di almeno una loro reliquia. Per la casa d'aste, e' stata anche l'occasione per mettere alla prova il servizio di offerte online, lanciato in estate, ma mai finora utilizzato in modo tanto intenso.

domenica 8 ottobre 2006

NEWS - Un angelo senza ali: Farrah Fawcett operata di tumore
(AGI/AFP/EFE) - Los Angeles - Farrah Fawcett, l'angelo biondo della serie televisiva "Charlie's angels", e' stata sottoposta ad un'operazione d'urgenza a causa di un cancro all'intestino. L'attrice, che si sta attualmente sottoponendo a chemioterapia, chiede che venga rispettata la sua "privacy in questo difficile momento". In un comunicato che e' stato letto nel corso di una trasmissione televisiva precisa che il trattamento durera' sei settimane. "Sono decisa a lottare", dice. Lo scorso agosto l'attrice partecipo' a un omaggio ad Aaron Spelling, il produttore di "Charlie's Angels", insieme alle due colleghe della serie televisiva Jaclyn Smith e Kate Jackson che, ironia della sorte, hanno avuto a che fare con la malattia rispettivamente nel 2002 e alla fine degli anni '80. Secondo i giornali l'attrice e il compagno, l'attore Ryan O' Neal, colpito da leucemia nel 2001, si sono ritirati nella loro casa di campagna per affrontare la malattia.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!