Viewers last month

venerdì 11 gennaio 2008

NEWS - Ultima ora: Michelle Rodriguez, ex di "Lost", scarcerata dopo 17 giorni. Kiefer Sutherland-Jack Daniels Bauer resta dentro!
(ANSA) LOS ANGELES, 11 GEN - Michelle Rodriguez, una delle protagoniste del serial tv "Lost", è uscita di prigione dopo aver scontato diciassette giorni dei sei mesi di condanna inflitta all'attrice lo scorso ottobre per aver violato la libertà condizionata, alla quale era stata sottoposta per essere stata sorpresa, ubriaca, al volante. ''Non è inusuale quanto accaduto'' ha detto un portavoce del Dipartimento dello Sceriffo di Los Angeles, facendo notare che spesso, in base alla severità della punizione, i condannati vengono rilasciati anzitempo a causa sovraffollamento delle carceri. Non è la prima volta che l'attrice ha fortuna: nel maggio del 2006, condannata a 60 giorni, era stata scarcerata dopo 20 minuti. Le colleghe Lindsay Lohan, Nicole Richie e Paris Hilton, hanno avuto la stessa sorte per analoghi casi. Non è così per Keifer Sutherland ("24"), condannato a 48 giorni di carcere sempre per DUI (acronimo che indica la guida in stato di ebbrezza). Entrato in carcere il 5 dicembre scorso, ne dovrebbe uscire il 22 gennaio, dopo aver scontato l'intera pena.

giovedì 10 gennaio 2008

GOSSIP - Paperissima Pam(ela) Anderson: è incinta ma il divorzio dal salomonico Salomon va avanti
(Apcom) - Pamela Anderson è incinta. I siti internet di gossip sono unanimi benché la notizia non sia ancora stata confermata dall'aitante ex bagnina di "Baywatch". Nonostante la gravidanza, Pamela, 41 anni, è decisa a portare avanti il divorzio dal marito, Rick Salomon, sposato appena tre mesi fa. Lo riferiscono fonti vicine all'assistente della Anderson citate dal sito Tmz. Nella richiesta di divorzio, però, non si fa alcun riferimento agli alimenti per il nascituro, ma solo a quelli per la moglie.In realtà sembra che l'ex modella di "Playboy" abbia le idee un po' confuse riguardo la sua storia con Salomon, che deve gli onori della cronaca alla sua performance con Paris Hilton registrata su un video a luci rosse fatto circolare nel 2003. Il 14 dicembre, infatti, Pamela aveva fatto domanda di divorzio ma tre giorni dopo ci aveva già ripensato e sul suo blog aveva scritto: "Stiamo risolvendo". La coppia si è sposata a Las Vegas il 6 ottobre. Entrambi sono al terzo matrimonio. La Anderson ha già due figli avuti dall'ex marito Tommy Lee, Brandon Thomas, 11 anni, e Dylan Jagger, 10 anni.
BOLLETTINO - Una data che non deve andare...Lost
La storia dei telefilm segna un'altra data da ricordare: lunedì 3 dicembre 2007. E' il giorno in cui quello che un tempo era considerato un randagio, alla fine, dopo tanti tentativi di fronte allo specchio, è riuscito a mangiarsi la coda, al calduccio del camino dove ormai lo si festeggia quotidianamente. Eh si, perchè il telefilm - "Lost", in questo caso - è riuscito a compiere quella che alcuni anni fa era considerata una sorta di "Missione impossibile": essere in onda contemporaneamente con una nuova stagione telefilmica sia in chiaro (Raidue) che sul satellite (Fox). Una coincidenza degna di JJ Abrams, non c'è che dire. E mentre in America gli sceneggiatori e gli attori protestavano vibratamente per i diritti relativi alle vendite dei DVD e dei cosiddetti new media, gettando nel panico major e network a "stelle e strisce", in Italia si registrava una corsa all'oro inusuale. Anche una corsa contro il tempo degna di "24", in realtà. Dove "cane mangia cane e il più cane vince", per dirla alla "Arcibaldo". In verità, il più "cane" è stato Fox, visto che Raidue ha racimolato il 7% di share al debutto. Tuttavia, si noti una sorta di inciucio sicuramente casuale tra una rete generalista e una satellitare in flashback, degno di Jack e compagni sopravvissuti: in contemporanea, alla stessa ora, il finale della terza stagione (a pagamento) e l'inizio (gratis, o meglio, col canone). Avanti e indietro, come in un flashback. Qualcuno - probabilmente da iscrivere nella compagine degli Altri - ha tentato un esperimento destabilizzante: scanalare col telecomando da Fox a Raidue e poi viceversa. I pochi fortunati che si sono azzardati nel ping-pong temporale giurano di aver capito più di quanto abbiano appreso nella fedele filologia degli episodi.
(Articolo di Leo Damerini pubblicato su "Telefilm Magazine" di Gennaio)
GOSSIP - Cleopatrissima al Cibalissimo! Altro che Scientology, Katie Holmes pronta per il Toga Party!
Magnifica! Ormai non la ferma più nessuno e se continua così rischia di superare Mischa "cotiche" Barton nella hit parade delle sciamannate del 2008. Katie Holmes più che Scientology sembra pronta per abbracciare il mitico John Belushi di "Animal House". Con una veste da Toga-Party si è presentata con nonchalance alla tredicesima edizione dei prestigiosi Critics Choice Awards svoltasi qualche giorno fa. Quando è salita sul palco più d'uno spettatore si è chiesto se stesse per proclamare i vincitori o dire Messa. Fa piacere sapere che gli attori non siano tutti a scioperare: qualcuno fa le prove generali del Carnevale o tenta di essere ingaggiata nel remake in grande stile di "Ben Hur".

mercoledì 9 gennaio 2008

NEWS - Will Smith sullo sciopero di Hollywood: "Tra sceneggiatori e major c'è voglia di un accordo"
(ANSA) - ROMA, 9 GEN- ''E' una situazione difficile dove c'e' molta energia negativa, ma comunque tutto questo non va visto solo come una cosa orribile: credo che oggi, da entrambe la parti, ci sia voglia di trovare una soluzione''. Cosi' Will Smith oggi a Roma per presentare "Io sono leggenda" (nelle sale da venerdi' in 513 copie distribuite da Warner) commenta il lungo sciopero degli sceneggiatori di Hollywood che fara' saltare la cerimonia dei Golden Globe e getta un'ombra anche sulla notte degli Oscar. ''I media stanno cambiando - rileva invece Akiva Goldsman, sceneggiatore insieme a Mark Protosevich del film di Francis Lawrence - e oggi c'e' il rischio che un film possa trovare accoglienza su Internet sette giorni su sette e per gli sceneggiatori non cambia nulla in quanto a compensi. Il fatto che ora anche gli attori ci appoggino nelle protesta comunque oggi sta facendo la differenza''. ''La situazione e' grave - conclude Goldsman - molte persone stanno subendo le conseguenze di questo sciopero, non solo noi sceneggiatori, ma anche attrezzisti e guardarobieri''.
BOLLETTINO - Uno sciopero giusto ma prematuro
Lo sciopero degli sceneggiatori per far valere i propri diritti sulle vendite dei DVD e sugli eventuali utilizzi nei cosiddetti new media è sacrosanto. Ma forse prematuro. E' difficile prevedere da qui a 5 anni quale sarà l'effettiva fruizione dei telefilm. Davvero gli spettatori emigreranno dal piccolo schermo su internet, cellulari, Ipod, YouTube...? Ci sono voluti vent'anni per la definitiva affermazione popolare degli schermi LCD (e già sembrano superati...). Secondo una ricerca americana curata da Teletrax Publishing, nel 2012 il 40% del pubblico d'Oltreoceano sarà passato a seguire i programmi televisivi via Internet. Certo, ne è passato di tempo da quando gli sceneggiatori percepivano tra l'1.5% e l'1.8% sulle vendite dei VHS relativi alle loro opere. Nuovi media si sono affermati nell'epoca post-DVD, altri stanno per arrivare. In quest'ottica, sceneggiatori (e attori) sono scesi in strada a protestare, lasciando la Porsche e il visone sotto il tettuccio della villa con piscina. In un sol colpo, è nato il partito dei Writers Guild, potentissima fazione in grado di bloccare il piccolo schermo Usa, a un passo dal ricatto nella logica del "show must go on". C'è chi fa notare, parallelamente, che gli investimenti per il passaggio dei telefilm on line da parte degli studios e delle major comporti un periodo di transizione (anche economica) dove appare impossibile rassicurare appieno le tasche degli sceneggiatori. Si pensi soltanto alla recente possibilità di fruire on line delle serie tv cancellate sugli stessi siti dei network, chance che il pubblico non aveva qualche anno fa. Hanno ragione gli sceneggiatori a rivalersi su tali diritti, come sulla questione delle repliche e quant'altro. E' giusto mettere mano a quello che appare un Far West, ma forse sarebbe stato meglio aspettare che si plachino i venti di cambiamento (tecnologico) per fare il punto di una situazione in cui le previsioni si avvicinano più alle profezie al centro di "Medium".
(Articolo di Leo Damerini pubblicato su "Telefilm Magazine" di Gennaio)

martedì 8 gennaio 2008

QUIZ - Chi è la Signora in rosso dei telefilm?
Si gioca, si gioca! Tornati dalle feste - o meglio, sopravvissuti alle Tombole e ai capitomboli sciistici - si ritorna a giocare al Quiz telefilmico più scoppiettante di un botto di Capodanno. E proprio da una festa di fine anno sembra uscita la "Signora in Rosso" al centro del primo quesito del 2008. Chi è? Domande facoltative: che fa con le mani, l'ultima mossa della Lambada? Chi è il suo screanzato accompagnatore che calza Puma blu-shocking mentre ella si è messa in gran tiro? Come mai lo screanzato sembra imbaccuccato per il freddo ed ella invece sembra semmai in preda al ballo di San Vito, senza calze nonostante le gelide temparature?
NEWS - Era ora! Ultima ora: si spacca il fronte delle Major. La United Artist disposta a trattare con gli sceneggiatori in sciopero
(ANSA) - WASHINGTON, 8 GEN. - Mentre lo sciopero degli sceneggiatori di Hollywood continua a fare sentire i suoi effetti, e la serata di gala dei Golden Globes di Los Angeles sara' sostituita da una conferenza stampa, la United Artists (UA) ha annunciato - in disaccordo con la Metro Goldwin Mayer (MGM) - di essere disposta a trattare con il sindacato degli sceneggiatori, la Writers Guild of America (WGA). Tra le grandi major americane, la United, che fa capo all'attore Tom Cruise, e' la prima a rompere il fronte sindacale dei produttori. Non sono stati forniti ulteriori dettagli sull'apertura manifestata dalla major, ma sia dal fronte sindacale, sia da parte della compagnia l'ipotesi di un accordo e' stata definita ''accettabile''. La MGM in una dichiarazione sottolinea di ''capire il desiderio della UA di tornare al lavoro, ma non condivide la sua decisione di firmare l'ipotesi di accordo''. Altre compagnie indipendenti, come la Weinstein Co e la Lionsgate Entertainment Co, starebbero considerando l'ipotesi di seguire la linea della United Artists.
NEWS - Ultima ora, Golden Globes bye-bye! Cancellata la cerimonia della premiazione, boicottata dalle star solidali con gli sceneggiatori in sciopero
(ANSA) - NEW YORK - Chiuso per sciopero: dopo settimane di negoziati la Nbc ha deciso di abbassare la saracinesca su una delle serate piu' 'glamorous' di Hollywood, la cerimonia per la consegna dei Golden Globes. La festa per la consegna dei prestigiosi premi della Hollywood Foreign Press, considerati il piu' attendibile indicatore degli Oscar, e' stata annullata e sostituita da una conferenza stampa. I premi dovevano essere attribuiti domenica 13 gennaio. La decisione di far saltare la festa e' arrivata dopo l'annuncio che gli attori candidati ai 'globi' - una settantina, da George Clooney a Angelina Jolie, da Tom Hanks a Cate Blanchett - non si sarebbero presentati a ritirarli. Il boicottaggio era stato deciso dal loro sindacato, la Screen Actors Guild, in segno di solidarieta' con gli sceneggiatori che scioperano da oltre due mesi senza spiragli di soluzione della vertenza. La Writers Guild of America che ha incrociato le braccia il 5 novembre aveva organizzato picchetti e i divi, tra questi anche Denzel Washington, Viggo Mortensen, Daniel Day-Lewis e Julie Christie, hanno pensato meglio di non farsi sorprendere in un atto decisamente anti-sindacale come quello di passare attraverso le file degli scioperanti. La conferenza stampa, in onda sulla Nbc, sara' preceduta ad uno special sui vincitori e seguita da un altro programma di intrattenimento sulle varie feste organizzate in loro onore a Los Angeles. Niente a che vedere con lo show scintillante messo in piedi dalla associazione della stampa estera a Hollywood, considerato uno dei party piu' ambiti nella mecca del cinema. Il fiasco dei Golden Globes getta ora un'ombra sulla cerimonia piu' attesa di tutte, la 'notte delle stelle' degli Academy Awards, in programma il 24 febbraio. Lo sciopero degli sceneggiatori potrebbe colpire gli Oscar in due modi: lasciando la cerimonia senza battute (maestro delle cerimonie sara' il comico Jon Stewart) e inducendo gli attori a boicottare l'evento per solidarieta' con i colleghi scrittori. Uno scenario devastante per la Academy che trae ogni anno dagli Oscar la sua ragione di vita e di incassi, ma deludente anche per i fan abituati alla tradizione annuale della pedana rossa e della consegna delle statuette.

lunedì 7 gennaio 2008

GOSSIP - Il primo "Clamoroso al Cibali" del 2008 è per la coppia scifintology Cruise-Holmes: la figlioletta Suri sarebbe nata col seme del defunto Ron Hubbard (ecco perchè ha il parrucchino!)
(ANSA) - LONDRA - Tom Cruise e' di fatto ''il numero due di Scientologia'' e la sua ''attuale missione'' e' la conversione del calciatore David Beckham, secondo una nuova e controversa biografia ''non autorizzata'' del celebre attore hollywoodiano. La biografia e' stata scritta da Andrew Morton, un giornalista britannico diventato famoso a Londra negli Anni Ottanta perche' aveva conquistato la piena fiducia della principessa Diana ed era cosi' in grado di fornire al tabloid 'Sun' ghiotte notizie in esclusiva sulla famiglia reale. Secondo Morton il quarantacinquenne divo di 'Mission Impossible' viene consultato sistematicamente da David Miscavige - leader della religione fondata negli Anni Cinquanta dallo scrittore americano di fantascienza Ron Hubbard - su tutte le piu' importanti decisioni della 'chiesa': ne e' di fatto il numero due. Il rapporto tra i due e' cosi' stretto che Miscavige segui' addirittura Cruise alle Maldive nel 2006 in occasione della luna di miele dell'attore con la terza moglie Katie Holmes. In dichiarazioni al domenicale britannico 'Mail on Sunday' un avvocato di Cruise, Bert Fields, ha pero' negato che le rivelazioni di Morton corrispondano al vero, ha parlato con disprezzo della ''sciatta'' biografia e ha preannunciato una querela per diffamazione con la richiesta di un indennizzo miliardario. A quanto riferisce il 'Mail on Sunday' l'attore e' su tutte le furie soprattutto perche' in 'Tom Cruise: An Unauthorized Biography' - in uscita il 15 gennaio negli Stati Uniti - Morton scrive che a detta di alcuni scientologi 'fanatici' sua figlia di venti mesi Suri sarebbe stata concepita in provetta utilizzando il seme congelato del defunto Hubbard. Il giornalista britannico arriva a paragonare Suri al ''figlio del Diavolo' nel film 'Rosemary's Baby' di Roman Polanski. Convertito alla scientologia nel 1986 dalla prima moglie Mimi Rogers, Cruise avrebbe divorziato nel 2000 dalla seconda - la superstar Nicole Kidman - anche per disaccordi sulla sua fede. In apparenza la bella Nicole insisteva a rivendicare le sue radici cattoliche. Adesso l'attore si sarebbe dato come missione prioritaria la conversione scientologica del calciatore David Beckham e della moglie Victoria, che da un anno si sono trasferiti a Los Angeles e rapidamente sono diventati suoi amici.
NEWS - Scoppia la mania dei serial-musical
Nonostante l'insuccesso di "Viva Laughlin", la serie della CBS diretta da Gabriele Muccino chiusa dopo due puntate, in America è sempre più voglia di musical...in serie. La rete ABC ha messo infatti in cantiere due telefilm musicali per il 2008: il primo, "Harmony", racconta la vita di una cittadina "canterina" e vede alla regia Adam Shankman di "Hairspray"; il secondo, "Limelight", è una sorta di moderno "Saranno famosi" firmato da McG di "The OC". La concorrente NBC non sta a guardare e sta per lanciare una serie con protagonisti alcuni artisti newyorkesi diretti da Bill Condon, già regista del film "Dreamgirls".
(Articolo di Leo Damerini pubblicato su "TU")

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!