Viewers last month

sabato 4 luglio 2009

NEWS - I titoli su cui puntare per la prossima stagione? "Glee" di Murphy per la qualità, "The Mentalist" come chiave di (s)volta

Intervista a Leo Damerini realizzata da Martina Pennisi per Quo Media

Che l’universo dei telefilm stia vivendo un periodo di transizione è stato detto e ridetto. Che l’immediatezza del web, lo sciopero degli sceneggiatori Usa lo scorso anno, le scelte più o meno errate di collocazione nei palinsesti generalisti e la pluralità dell’offerta data da digitale e satellite abbiano messo sotto pressione un genere, quello delle serie tv appunto, che è tradizionalmente specchio delle generazioni alle quali si rivolge e, in quanto tale, destinato ad accompagnarne l’evoluzione è stato lampante durante questa stagione. Per provare a dare una risposta ai numerosi interrogativi che circondano l’andamento altalenante del formato, in termini di ascolti e popolarità, abbiamo chiamato in causa l’esperto italiano per eccellenza in materia: Leopoldo Damerini, fondatore con Fabrizio Margaria dell’Accademia dei Telefilm, autore del Dizionario dei Telefilm, mente pensante e organizzatrice del Telefilm Festival meneghino e di recente sugli scaffali delle librerie con La vita è un telefilm con Chiara Poli (Garzanti editore). In merito alle scarse soddisfazioni della stagione televisiva che si sta per concludere Leopoldo Damerini ha affermato che “lo scorso anno si è raggiunto il climax della presenza dei telefilm nei palinsesti generalisti, 22%. Quest’anno il dato è sceso al 20%, facendo registrare una flessione prevedibile se si pensa allo sciopero degli sceneggiatori e al ritorno in auge dei reality. Quello che preoccupa è la crisi di idee. Ci sono state poche novità. Perciò sono alte le aspettative per il prossimo anno, si dovrebbero vedere importanti novità, grandi sceneggiature, forti, con personaggi strutturati”.A proposito del calo degli ascolti degli ultimi mesi, ha tenuto a specificare che “con la bella stagione è normale. Sarebbe meglio posticipare l’uscita di alcuni titoli”. L’atmosfera estiva e la scarsa presenza dei giovani davanti al piccolo schermo potrebbe essere uno dei problemi, ha ipotizzato Damerini, incontrati da 90210, spin-off del cult degli anni ‘90 trasmesso da Raidue: “90210 è un ibrido fra la serie originale e Gossip Girl (Italia 1), riadatta un raccolto cult e riprende qualcosa anche da The O.C. Purtroppo non riprende molto da Dawson’s Creek, miglior teen drama degli ultimi anni a mio parere. Ha smarrito qualche spettatore a causa del passaggio al digitale di Raidue, che ha comportato lo perdita del 3% di share, e probabilmente sarebbe stato meglio lanciarlo in autunno”, ha affermato e alla richiesta di lumi sul flop di Gossip Girl, ha risposto: “G.G. è arrivato in Italia già ‘vecchio’. Racconta storie precedenti alla crisi economica, adolescenti che spendono e fanno shopping sfrenato. E’ troppo edonistico e irreale. I telefilm sono ancorati alla realtà, basta poco perché diventino vecchi e falliscano nell’intento di rappresentare la realtà circostante”.

E’ anche vero che “l’iPhone generation sa perfettamente cos’è Gossip Girl anche se non è andato bene in termini di auditel”, ha proseguito, facendo notare che “l’auditel premia un pubblico anziano”, un pubblico che non rispecchia lo spettatore medio dei telefilm. A contribuire alla fama extra-televisiva di Gossip Girl è stata indubbiamente la rete internet che “è positiva per l’utenza ma toglie spettatori alla tv. La vittima reale del web è tuttavia il mercato dei dvd, molti titoli non vengono più prodotti ed è concreto il rischio di veder scomparire i cofanetti”. E se il satellite “è positivo per la diffusione dei telefilm, ma ultimamente è diventato troppo dispersivo e ha perso la sua inclinazione a fidelizzare gli spettatori verso un determinato canale”, il digitale terrestre “garantisce continuità e ha raccolto l’eredità del satellite entrando nel metabolismo di chi ama i telefilm”. Tornando alla tv generalista, Leo Damerini ha elogiato le serate a tema proposte dai palinsesti nostrani (serata Doc, serata Sci-fi, ecc.): “E’ una tecnica vincente. Fa gioco alle reti che preservano il prodotto per l’intera stagione ed è interessante per il pubblico perché garantisce la presenza di un contenitore sempre uguale all’interno del quale si possono addirittura mutare i titoli”. Un titolo per la prossima stagione? Glee di Ryan Murphy, che potrebbe rappresentare l’eccellenza dal punto di vista qualitativo, e The Mentalist, vero simbolo della nuova stagione in quanto segna il ritorno definitivo all’indagine basata sull’intuizione.

Chi rischia il flop? Fringe, che si perde un po’ fra una puntata e l’altra. Questo non esclude tuttavia la possibilità che incontri i favori del pubblico. Glee debutterà mercoledì 16 settembre su Fox.

The Mentalist inizierà a settembre 2009 su Italia 1 ed è in onda in prima visione dal 28 aprile su Joy di Premium Gallery. Fringe, ideato dal creatore di Lost, è andato in onda su Steel dal 31 gennaio 2009 e debutterà nei prossimi mesi su Italia 1.
Vedi il promo di "Glee"

venerdì 3 luglio 2009

GOSSIP - Diavolessa di una Mischa: si fa sbattere fuori da un locale di Londra per rientrare in un altro (era nella capitale per promuovere i saldi estivi dei magazzini Harrods: quale miglior spot...?)
Torniamo ad occuparci della suprema Mischa "cotiche" Barton, sempre prodiga di sussurri e gossip quando non deve girare film che in Italia non arrivano quasi mai (a dire il vero, neanche negli altri paesi, visto che escono direttamente in dvd). Tra un ciak e l'altro del suo prossimo ed attesissimo ritorno telefilmico dopo "The OC" - "The Beautiful Life" - la Mischissima ha fatto parlare di sè pochi giorni fa per essere stata sbattuta fuori dal locale londinese Whiskey Mist, nel district di Mayfair: nello specifico è stata cacciata dal bagno delle donne. Non si conosce il motivo, anche se le indiscrezioni navigano come la fantasia. Comunque siano andate le cose, la nostra non si è persa d'animo ed insieme all'inseparabile amichetta Harley Viera-Newton, si è fiondata con un maglioncino a righe bianche e nere degne de "Il Prigioniero" al Bungalow 8, dove è stata accolta a braccia aperte e bicchieri già ricolmi. L'attrice si trovava a Londra per fare da testimonial vivente (più o meno sobria) dei saldi estivi di Harrods, dove per comprare la cosa meno cara ci vuole un mutuo...
NEWS - E' arrivata l'ora di "Eleventh Hour", remake della serie GB in onda da domani su Steel
AGI) - Roma, 2 lug. - Steel (Premium Gallery sul DDT), la tv tutta azione e fantascienza, presenta in prima tv "Eleventh Hour", la nuova serie investigativa prodotta da Jerry Bruckeimer con Rufus Sewell. A partire dal 4 luglio, ogni sabato alle 21 con un doppio appuntamento arriveranno i 18 episodi della prima stagione che negli Stati Uniti ha debuttato il 9 ottobre 2008 con una media di 12 milioni di spettatori a puntata, attestandosi tra le nuove serie piu' viste dell'anno. "Eleventh Hour" segue le avventure del Dr. Jacob Hood, interpretato dall'attore britannico Sewell (gia' visto nei film "L'amore non va in vacanza", "La leggenda di Zorro", "L'illusionista"). Il Dr. Hood e' un ironico e brillante biofisico che lavora per il governo come consulente dell'Fbi investigando su casi scientifici estremamente particolari. Molto spesso il Dr. Hood e' l'ultima speranza per risolvere misteri che riguardano esperimenti scientifici sfuggiti al controllo dei laboratori o finiti nelle mani sbagliate. La sua curiosita' verso la scienza lo porta talvolta a perdere il contatto con la realta' e il senso del pericolo, mettendo cosi' a rischio la sua vita. Per questo motivo l'Fbi gli affianca l'agente speciale Rachel Young (l'attrice Marley Shelton, meglio nota per aver interpretato la dottoressa Dakota Block in "Deathproof" e "Planet Terror" di Tarantino/Rodriguez). Remake dell'omonima serie inglese del 2006 scritta da Stephen Gallagher e interpretata da Patrick Stewart (famoso attore britannico conosciuto al mondo di Sci Fi per aver interpretato il Capitano Jean-Luc Picard in "Star Trek the Next Generation"), "Eleventh Hour" esplora il delicato terreno degli abusi scientifici. La versione americana e' sceneggiata da Mick Davis, mentre il regista del pilot e' Danny Cannon, che ha gia' diretto il primo episodio di "Csi Las Vegas".

giovedì 2 luglio 2009

NEWS - Ultima ora, presentati i palinsesti Mediaset. Su Italia 1 debuttano in autunno "Fringe" e "The Mentalist" e ritorna "ER" col primo Clooney
Presentati ieri sera (notte/alba) a Cologno Monzese i palinsesti delle Reti Mediaset in grande spolvero (e qualche spolverino). Su Italia 1, per l'autunno, sono state annunciate le nuove stagioni di "Grey's Anatomy", "Dexter", "CSI: Miami", "CSI: NY", "The Closer", "Saving Grace", "Life" e "Californication". Confermati/dichiarati i debutti di "Fringe" e "The Mentalist". Debutta in chiaro anche "Romanzo Criminale" e torna dopo il fresco addio su Raidue "ER", con le prime puntate Clooneyesque...
NEWS - Auditel, così è se vi pare. Secondo i pubblicitari è "un molok fondamentale" (ma anche se privilegia le fasce anziane che non comprano nulla...???)
Milano (Adnkronos) - "L'Auditel e' per noi un molok fondamentale, il miglior sistema di rilevazione degli ascolti al mondo. Chi non e' soddisfatto si rivolga alla societa' e affronti la questione". E' quanto risponde Lorenzo Sassoli de Bianchi, appena rieletto presidente dell'Upa (Utenti Pubblicità Associati), a chi gli ricordava le parole dei vertici della rete televisiva La7 che lamentavano un mancato riconoscimento della soglia del 3% di ascolti da parte dell'Auditel. "Che le audi siano pagate dai mezzi non e' una novita' -ha aggiunto il presidente durante la conferenza stampa di presentazionedei risultati dell'Upa nel primo semestre-, inoltre e' normale che quando i numeri sono molto bassi il dato percentuale oscilli con piu' facilita'. Ma sulla validita' del sistema di rilevazione non si discute: in Usa non sono ancora in grado di sapere quante teste sono davanti ad uno spot televisivo".

mercoledì 1 luglio 2009

PICCOLO GRANDE SCHERMO - La voglia di Jennifer: fate largo, la Garner si candida al ruolo di "Wonder Woman" al cinema
Milano, 29 giu.- (Adnkronos) - "Stanno ancora cercando la protagonista di Wonder Woman? Sarebbe fantastico! Se mi chiamassero, accetterei al volo". Lo ha dichiarato Jennifer Garner a 'Grazia', il settimanale diretto da Vera Montanari, in edicola oggi 30 giugno. L'attrice, sugli schermi il 3 luglio, con il film "La rivolta delle ex", e' consacrata regina degli action movies (da Alias a Daredevil, da Electra a The Kingdom), e dichiara: "Non voglio limitarmi e rimanere intrappolata in un unico genere. Cerco di spaziare un po': in questo lavoro non si puo' mai sapere... Amo le commedie romantiche, mi piace far vedere che al mondo c'e' ancora posto per l'innocenza, l'onesta' e la generosita', ma questo non vuol dire che io sia stufa di dare calci e pugni sul set". La Garner confida a 'Grazia' gli imminenti progetti lavorativi: "Dopo la Rivolta delle ex ci ho preso gusto e ho girato un'altra commedia molto divertente. Per ora il titolo e' The invention of Lying (L'invenzione di mentire, ndr) ma potrebbe cambiare. Ma nel frattempo naturalmente, non smettero' di sognare il costumino a stelle e strisce di Wonder Woman". Moglie dell'affascinante Ben Affleck, e madre di due bimbe (Violet 3 anni e Seraphine 6 mesi), dice del marito: "Se siamo ancora felicemente sposati, evidentemente non c'e' nulla da cambiare in lui".

martedì 30 giugno 2009

NEWS - Un'estate...Supernatural. Raidue punta sui fratelli Winchester, Foxlife su Melinda (e su Hilary Duff)
(ANSA) - ROMA, 30 GIU - L'estate di Raidue e' sotto il segno delle serie tv in prima visione in chiaro con tre titoli amati dal pubblico della rete, "Brothers & Sisters" con la seconda stagione dal 9 luglio, "Lost" con la quarta serie dal 27 luglio e "Supernatural" col secondo ciclo di episodi dal 21 luglio. Family drama, partito in America sulla rete Abc con grande successo di pubblico (circa 13 milioni di telespettatori), dopo "Desperate Housewives" alla domenica sera, attualmente dieci milioni di fans seguono fedelmente le vicende dei Walker, definita a ragione l'attuale famiglia televisiva piu' famosa d'America. Nato dagli stessi creatori di un altro fortunato family, "Everwood", il serial ha avuto il merito di riportare in tv Sally Field, stella di Hollywood, che si era concessa alla fiction solo saltuariamente in "ER", nel ruolo di un'altra madre, quella di Abby, con evidenti disturbi mentali. La Field ha vinto nel 2007 un Emmy Award come migliore attrice protagonista in una serie drammatica. "Brothers & Sisters", oltre Calista Flockart gia' nota al pubblico televisivo, ha riunito altre stelle dei telefilm come Emily Van Camp (Everwood), Balthazar Getty (Alias e Streghe), Rachel Griffiths (Six Feet Under), e si avvia in America alla quarta stagione di messa in onda, dal prossimo settembre. Dietro quel successo c'e' un po' di "Alias", altra fortunata serie di Raidue, grazie al produttore, Ken Olin (che si e' ritagliato il ruolo del presunto padre di Rebecca), e anche a Ron Ritkfin (che interpreta Saul, il fratello bisessuale di Nora).


Roma, 30 giu. - (Adnkronos) - Da domani ritorna la sensitiva Melinda (Jennifer Love Hewitt) protagonista di 'Ghost Whisperer', con gli ultimi 13 episodi della 4ª stagione solo su FoxLife (canale 112 di Sky), in onda ogni mercoledi' con doppio appuntamento alle 21.00 e alle 21.55 in prima visione assoluta in Italia. Nuovi misteri, effetti speciali ed una storia d'amore che supera la morte rendono i nuovi episodi della quarta stagione particolarmente attesi. La serie ha un ospite d'eccezione: la notissima attrice e pop star Hilary Duff, protagonista della serie "Lizzie McGuire" e dei film Una scatenata dozzina e "Material Girl", oltre che interprete di successi musicali come Come Clean e So Yesterday. Nella serie Hilary e' una vicina di casa di Eli (Jamie Kennedy), professore di psicologia e amico di Melinda con il suo stesso dono. Uno spirito la tormenta e solo Melinda puo' aiutarla a liberarsene, anche se la questione non e' cosi' facile come sembra. Intanto Melinda prova a consolidare il rapporto con Sam (David Conrad), reincarnazione di suo marito Jim, nella speranza che lui riacquisti la memoria e che il suo amore possa davvero vincere anche la morte. I due passano sempre piu' tempo insieme, mentre Melinda cerca di aiutare i fantasmi delle persone che come sempre hanno bisogno di lei. Ma costruire una relazione non e' facile anche a causa delle bugie che e' costretta a raccontargli a proposito del suo potere. Le cose vanno avanti cosi' fra alti e bassi, fino a quando un evento cambia radicalmente le cose fra loro: Melinda si trova nei guai, sta per morire, ma Sam la salva e finalmente qualcosa nella sua memoria si muove... 'Ghost Wisherer' ha registrato negli Usa una media di circa 10 milioni di spettatori a puntata ed e' stata gia' confermata dalla Cbs per una 5a stagione.

domenica 28 giugno 2009

QUIZ - Chi è la Miss RestaFuori dei telefilm?
Ci sono i buttafuori, recentemente si è sviluppata anche la categoria dei buttadentro (in tempi di crisi mai così in auge), ma colei che appare in foto è la prima star a rischiare di essere eletta Miss RestaFuori dei telefilm. Non è chiaro se sia stata lasciata fuori di proposito, magari da un marito/fidanzato/amante che non la sopporta e che pensa che quella casa non è un albergo, che non può far sempre le 6 di mattina passando da un party all'altro (se non di peggio)...Oppure, magari, è soltanto una sbadatona che si è chiusa fuori da sola e ora piange sulle sue miserie (si fa per dire...). Comunque sia, che nessuno si allarmi sulla sua sorte: la borsa da 27 chili che s'è portata dietro, sebbene all'ultimissima moda, può contenere praticamente tutto l'arredamento di casa e si suppone abbia anche un reparto freezer per contenere almeno 4 bastoncini del Capitano Findus. Con i tacchi che si ritrova può anche, eventualmente, sfondare la porta a mò di ariete e smettere di disperarsi. A meno che il di lei struggimento non sorga dall'aver visto che non solo nessun fan le scrive più, che la cassetta delle lettere, oltre che essere vuota, sta per crollare a pezzi come lei...

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!