Viewers last month

venerdì 22 gennaio 2016

NEWS - Fiat Netflix! Gli abbonati saliti a 75 milioni (e non c'è ancora la Cina!), le ore di contenuti originali saranno 600 nel 2016 (450 nel 2015), 30 nuove serie, 1.5 bilione di dollari il debito a fronte di 1.82 di rendita

News tratta da "Variety"
Netflix signed up more international customers than expected in the fourth quarter of 2015, topped Wall Street earnings estimates and issued a bullish forecast for the current quarter.
The company’s shares climbed as much as 10% in after-hours trading on the earnings report.
CEO Reed Hastings and CFO David Wells, in a letter to investors, said Netflix surpassed 75 million members on Jan. 1, just hours after the end of the Q4 period. “Our quarter‐end 74.76 million members put us at over 17 million net additions for the year, showing how much the world is embracing Internet TV,” they wrote. Netflix is boosting the tonnage of original content by 33% this year: In 2016, it expects to launch 600 hours of original programming, compared with 450 hours in 2015, the execs said. That will comprise new seasons of about 30 series — including “The Crown” and Baz Luhrmann’s “The Get Down” — eight original feature films, 35 new seasons of original kids’ series, a dozen documentaries and nine stand-up comedy specials.
“Increasingly, our goal is to own more of our original programming to allow for greater creative and business control and to ensure global access to content,” Hastings and Wells wrote.
The world’s biggest streaming-video subscription provider added a net 1.56 million U.S. streaming subs and 4.04 million subscribers internationally for the quarter. Previously, Netflix said it expected to add 1.65 million subs in the States and 3.5 million internationally in Q4.
Netflix said its members streamed 42.5 billion hours of video in 2015, up from 29 billion hours in 2014.
For the fourth quarter, Netflix posted revenue of $1.82 billion and earnings per share of 10 cents. Wall Street analysts had expected earnings of 2 cents per share on revenue of $1.83 billion.
The company ended 2015 with 74.76 million streaming customers worldwide, including 44.74 million in the U.S. For the first quarter of 2016, Netflix forecast 6.1 million net additions worldwide versus 4.88 million in the year-earlier quarter.
Still, Netflix acknowledged that its growth in the U.S. is slowing. “Our high penetration in the U.S. seems to be making net additions harder than in the past,” the execs wrote.
In the second and third quarters of this year, a large number of U.S. Netflix subs will see a price hike for the standard two-HD-stream plan, which will rise to $9.99 per month. But the execs said they expect only “slightly elevated” churn.
Last October Netflix missed U.S. subscriber growth targets for Q3 2015, citing in part the payment industry’s transition to chip-based credit and debit cards. At this point, the card rollover continues to be “a background issue,” according to Hastings and Wells.
Earlier this month, Netflix surprised investors with the announcement earlier this month that it had expanded to 130 additional countries, bringing it to a total of 190 worldwide (virtually everywhere except China).
“In the last remaining major market, China, we have work and uncertainty ahead,” Hastings and Wells wrote. “We are building relationships, understanding the market, and seeking the conditions we require to provide our service to entertainment lovers there. Our expectations are modest and long‐term.” Hastings, on a call with investors, noted that it took Apple many years to obtain approval to sell iPhone in China.
Netflix also said in the letter that it is likely to raise additional debt in late 2016 or early 2017, citing expected investment in originals. The company most recently raised $1.5 billion in long-term debt in February 2015.
Meanwhile, Netflix’s legacy DVD‐by‐mail business — which operates only in the U.S. — had about 4.9 million members at the end of 2015 and generated $80 million in contribution profit in Q4. “We are pleased that our DVD business is managing the decline well, despite increasing postal costs,” the execs wrote.

giovedì 21 gennaio 2016

NEWS - Twin Atlantic! Sky firma accordo con Showtime in esclusiva: il nuovo "Twin Peaks" e l'originale (ma anche "The Affair" e "Billions") in onda su Sky Atlantic
(ANSA) - 21 GEN - Oggi Sky e CBS Corporation hanno annunciato un accordo di licenza pluriennale che fara' di Sky Atlantic la casa esclusiva del crescente portfolio di programmi offerti da SHOWTIME in tutti i territori Sky nel Regno Unito, Irlanda, Germania, Austria e Italia. L'accordo, che si aggiunge a quello di esclusiva gia' recentemente siglato con HBO di cui Sky trasmette in esclusiva i contenuti, consentira' a partire da quest'anno l'accesso esclusivo per 21 milioni di clienti Sky a tutte le nuove serie SHOWTIME in arrivo e quelle future. Tra queste Billions, serie coraggiosa ambientata nel mondo megalomane dell'alta finanza newyorkese che negli Stati Uniti ha registrato il miglior debutto di sempre per una serie originale SHOWTIME. Billions e' interpretata da premi oscar del calibro di Paul Giamatti e Damian Lewis, scritta e prodotta da Brian Koppelman & David Levien (Ocean's Thirteen, Rounders) e Andrew Ross Sorkin (Too Big To Fail). Attesa per il 2017 la nuova serie dell'iconica saga Twin Peaks, considerata da molti uno dei contenuti piu' innovativi di sempre. Il regista David Lynch e il co-creatore Mark Frost - insieme a molti del cast originale - continuano il racconto a 25 anni di distanza da quando la quiete della pittoresca cittadina nord-occidentale di Twin Peaks veniva sconvolta dall'omicidio della reginetta di bellezza locale Laura Palmer. E ancora, le nuove stagioni di successi come Ray Donovan e The Affair.  Oltre alle nuove serie drammatiche e comedy, i clienti Sky avranno accesso, anche on-demand, all'impressionante catalogo SHOWTIME con i contenuti di maggior successo, i cofanetti completi di serie fra cui, I Borgia, Brotherhood, Californication, Dexter, Nurse Jackie e l'originale Twin Peaks. L'offerta SHOWTIME sara' disponibile anche su Sky Online. L'accordo e' l'ultima operazione multi-territoriale messa a segno da Sky nell'ottica di estendere la propria leadership di mercato in termini di offerta di intrattenimento, sport, arte e film. L'esclusiva partnership con SHOWTIME si fonda sul ruolo di Sky come partner leader in Europa per i creatori di contenuti USA. Oltre a vantare un portfolio in continua espansione con i migliori show dagli Stati Uniti e dal mondo, Sky sta anche incrementando i propri investimenti in produzioni originali come dimostra la partnership di successo con SHOWTIME per la coproduzione di una serie horror gotica, Penny Dreadful. Per CBS Corporation si tratta del piu' ampio e significativo accordo internazionale mai siglato ad oggi per SHOWTIME, nonche' della prima volta che il suo portfolio di contenuti viene concesso in licenza ad una sola media company su piu' territori europei. Segna inoltre un significativo passo avanti nella strategia di espansione globale dell'azienda per la diffusione del prestigioso brand di SHOWTIME e la distribuzione della sua vasta programmazione attraverso un'offerta in bundle. Oltre alle serie tv, Sky avra' la possibilita' esclusiva di trasmettere tutti i nuovi contenuti factual distribuiti da SHOWTIME come documentari, late night show e reality.  Le date delle prime visioni potranno variare da Paese a Paese e gli accordi esistenti per i diritti con le altre piattaforme resteranno invariati.
NEWS - Clamoroso al Cibali! Nel 2016 Netflix spenderà 6 bilioni di dollari in contenuti tv. La metà per le spille presidenziali di Frank Underwood?

News tratta da "Uproxx"
No one outside of Netflix HQ knows exactly how many people are watching House of Cards, or Master of None, or Unbreakable Kimmy Schmidt, especially not NBC, but it’s a lot. Or at least enough that Netflix, which used to be best known for those ubiquitous red envelopes that you still haven’t mailed back, can spend $6 billion on “content”. In 2016 alone.
That is, in this reporter’s opinion, a lot of money.
[Chief content officer Ted Sarandos] noted the company will have 600 hours of original programming in 2016 and disclosed this year’s budget: “We’re going to spend in 2016 about $5 billion dollars on content on a [profit and loss] basis, which means about $6 billion in cash.” That number includes content acquisition and original programming. (Via)
That is, in this reporter’s opinion, a lot of original programming. But Sarandos doesn’t believe in the #TooMuchTV debate. “We don’t think there’s too much TV,” he said (see?), “and if there is too much TV, someone else is going to have to slow down, because we have big plans for 2016 and beyond.”
But where is that $6 billion going? A few ideas:
-Jewelry emblazoned with “FU” (House of Cards)
-Motorcycle-jumping-off lessons (Wet Hot American Summer)
-Full-time employee who’s only responsibility is to say, “No, we don’t know when Arrested Development is coming back” (Arrested Development)
-Drugs (Narcos)
NEWS - Auditel, fatti da parte! Prima innovazione dopo l'addio del presidente (vedi post di ieri l'altro): anche Facebook, dopo Twitter, nella rilevazione degli ascolti delle serie tv (poi anche Instagram)
(ANSA) - La "social tv", cioe' i commenti sui programmi televisivi fatti dagli utenti dei social network, entra sempre di piu' nell'indice degli ascolti, andando a decretare il successo o l'insuccesso di talent e telefilm. Nielsen ha infatti annunciato l'espansione del suo "Twitter TV Ratings", lo strumento con cui finora ha misurato l'attivita' e l'audience delle conversazioni su Twitter relative a quel che passa sul piccolo schermo, al miliardo e mezzo di persone che usano Facebook. La novita' che scruta il "secondo schermo" - quello di smartphone, tablet e pc, acceso mentre si guarda la tv - si
chiama "Social Content Ratings". Prendera' il via nella prima meta' di quest'anno in Usa, Italia, Australia e Messico, e piu' in la' iniziera' a monitorare anche le attivita' su Instagram. L'analisi di post, like e conversazioni e' piu' semplice su Twitter, dove i cinguettii sono quasi sempre pubblici e marcati da un hashtag, mentre e' complicata su Facebook, dove chi sta fuori non puo' vedere cosa stiamo pubblicando a meno che non decidiamo di aprire a tutti i nostri contenuti. Per bypassare l'ostacolo, Facebook fornira' a Nielsen le conversazioni sui programmi tv, in forma aggregata e anonima, tra cui i post condivisi con amici e familiari. La privacy degli utenti sara' comunque rispettata: il messaggio privato inviato a un amico restera' tale, ma se si scrivera' il proprio apprezzamento per una trasmissione sulla bacheca di un amico, quel post entrera' nel conteggio, cosi' come i like, i commenti e le condivisioni che ricevera'.

mercoledì 20 gennaio 2016

PICCOLO GRANDE SCHERMO - Che coppia del ca...mper! Megan Mullally di "Will&Grace" diventa moglie di Bryan Cranston di "Breaking Bad" (al cinema)


News tratta da "Variety"
Fox has cast Megan Mullally in the Bryan Cranston-James Franco comedy “Why Him?” to portray the wife of Cranston’s character. John Hamburg is directing from a script he co-wrote with Ian Helfer. Shawn Levy is producing through his 21 Laps banner along with Ben Stiller through his Red Hour company. The story centers on a down-to-earth Midwestern father who takes his family to visit his daughter — who is attending Stanford — at Christmas and subsequently gets into a competition with his daughter’s boyfriend, a young Internet billionaire played by Franco. Dan Levine, 21 Laps president, is overseeing the project along with Fox’s Jeremy Kramer. Production is set to begin February in Los Angeles. Cranston came on board a few months later. He starred in Franco’s drama “In Dubious Battle,” which is in post-production, and has received strong reviews for his performance in “Trumbo.”
Mullally, best known for “Will & Grace,” stars in the Adult Swim series “Childrens Hospital” and has a recurring voice role on “Bob’s Burgers.” She also stars in the upcoming NBC series “You, Me and the Apocalypse,” which premieres January 28
The actress is repped by UTA and Jackoway Tyerman. The news was first reported by Deadline Hollywood.

martedì 19 gennaio 2016

NEWS - Auditel, dopo lo scandalo della rilevazione dei nomi del campione salta la prima testa...(ma Pancini, direttore generale-dracula da decenni, resta sulla poltrona)
(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Giulio Malgara si dimette dalla presidenza di Auditel, la societa' di rilevazione dell'ascolto televisivo che aveva contribuito a fondare nel 1984, per tornare ad occuparsi a tempo pieno delle sue aziende. Lo anticipa Primaonline.it, aggiungendo che la presidenza dell'Auditel passa ad interim a Giovanna Maggioni, membro del Consiglio di amministrazione e direttore generale dell'Upa. Maggioni - prosegue Primaonline - guidera' la societa' fino alla prossima assemblea che si terra' in primavera.
NEWS - Netflix (Italia) ha scelto gli 11 da mandare in campo la prossima stagione. I ritorni di Ashton Kutcher e Winona Ryder, nonchè "The Get Down" di Baz Luhrmann, tra le novità più attese (tutte le date)

(ANSA) - Novita' in casa Netflix per la nuova stagione, con un catalogo di ben 11 titoli. La piu' grande rete di Internet TV nel mondo, annuncia oggi la data di lancio di numerose serie di vario genere - dalle sit-com alle serie per bambini - e conferma l'arrivo di nuove stagioni delle serie di piu' grande successo, tra cui Marvel's Jessica Jones. In Black Mirror, una delle serie originali di Netflix, la star inglese Gugu Mbatha-Raw (Beyond the Lights, Concussion e Doctor Who) e Mackenzie Davis (The F Word, Halt and Catch Fire and The Martian) svolgeranno due dei ruoli principali. Creata e scritta da Charlie Brooker, la serie vedra' Owen Harris (Kill Your Friends) come regista mentre Charlie Brooker e Annabel Jones saranno executive producers. La seconda stagione di Jessica Jones (in data da definirsi), mentre la prima e' attualmente disponibile su Netflix. La serie lancia uno sguardo nella vita ricca di suspance e di colpi di scena di Jessica Jones, uno dei personaggi piu' famosi della Marvel degli ultimi dieci anni. A Kristen Ritter (Jessica)  - premiata dalla critica - si unisce un fantastico cast di attori, David Tennant (Kilgrave), Mike Colter (Luke Cage), Rachael Taylor (Trish Walker), Carrie-Anne Moss, Eka Darville, Erin Moriarty, e Wil Traval. Si parte il 19 febbraio con Love, una serie-commedia di 10 episodi incentrati, ovviamente sull'amore tra i due protagonisti. A seguire l'11 marzo sara' disponibile Flaked, una storia serio-comica ambientata a Venezia (in California), in cui il protagonista si innamora della stessa ragazza del suo migliore amico. I primi 10 episodi di The Ranch saranno visibili da 1 aprile. Si tratta di una commedia ambientata in Colorado, con protagonista Ashton Kutcher che torna a casa dopo una breve carriera nel football professionistico. Sempre il 1 aprile sara' la volta di Lost & Found Music Studios, una serie live action su un gruppo di musicisti teenager. La seconda stagione della divertente serie TV commedia Unbreakable Kimmy Schmidt sara' disponibile dal 15 aprile, con il ritorno delle "donne talpa", e sempre nello stesso giorno avremo Kong: King of the Apes, una serie animata dedicata allo scimmione piu' popolare del mondo. Il 5 maggio ci sara' la premiére di Marseille, nel cui cast figura anche Gerard Depardieu, oltre a tanti altri attori francesi. Il giorno successivo ritorna l'ironica comedy con Jane Fonda e Lily Tomlin, che interpretano Grace and Frankie. Il 3 giugno arriva Word Party: dedicato ai bambini in eta' pre-scolare, segue 4 cuccioli di animali mentre cantano, ballano e giocano. Mentre il 17 giugno e' dedicato a un pubblico piu' adulto con Orange is the New Black, la serie TV scandalo, pluri-premiata e ultra acclamata della vincitrice dell'Emmy Award che ritorna con la quarta stagione dopo i successi delle precedenti.  E ancora, Stranger Things: disponibile dal 15 luglio e' la nuova serie drammatica scritta e diretta da Matt Duffer e Ross Duffer che racconta le vicende di un ragazzo che svanisce nel nulla. Nel momento in cui gli amici, la famiglia e la polizia si mettono alla ricerca di risposte, vengono travolti in uno straordinario mistero che include esperimenti segreti, forze sovrannaturali e terrificanti, e una strana bambina. Nel cast Winona Ryder. The Get Down: la prima parte disponibile dal 12 agosto. I primi sei episodi del music-drama di Baz Luhrmann, prodotto da Sony Pictures Television, racconta la New York degli anni '70 - dove un gruppo di teenager del Bronx non ha nessuno che li difenda nelle violente strade della citta', eccetto loro stessi, armati solo di parole e giochi verbali, di passi di danza e bombolette spray da graffiti.

lunedì 18 gennaio 2016

NEWS - Con i 3 Critics Choice Awards vinti ieri, sommati ai 2 Golden Globes e all'AFI Award, "Mr. Robot" è la serie più premiata dell'anno

Articolo di Renato Franco sul "Corriere della Sera"
"Uno sceneggiatore poco conosciuto, un attore non ancora esploso. Quello che poteva sembrare un oggetto misterioso e un azzardo economico, si è rivelata la miglior serie dell'anno. Prima la consacrazione di Entertainment Weekly, poi quella ai Golden Globe dove Mr. Robot ha vinto il premio come miglior serie drammatica. Atmosfere da cyber-thriller, il tema sempre affascinante dell'impatto che la tecnologia ha sulle nostre vite e di un controllo invasivo a cui ci stiamo sempre più anestetizzando, un gruppo che secondo i canoni dominanti verrebbe definito visionario mosso dall'idea di sovvertire le logiche del capitale con una insurrezione per via informatica, il sogno è ridistribuire la ricchezza e ridurre il divario tra ricchi e poveri.Nei panni del protagonista Elliot Alderson (il semi-sconosciuto Rami Malek, 34 anni) ingegnere che lavora come esperto di sicurezza informatica. Sociofobico (non gli piace essere toccato), depresso e dipendente dalla morfina, la mente di Elliot è pesantemente influenzata dai deliri paranoici e dalle allucinazioni che gli causano grossi problemi nel relazionarsi con le persone e lo fanno vivere in un costante stato di ansia. Ingegnere di giorno ma hacker giustiziere di notte, sempre in felpa e cappuccio, perché nella vita privata Elliot tratta le persone come computer da hackerare per scoprirne i segreti più bassi e spesso muovendosi come una sorta di vendicatore informatico, pronto a smascherare pedofili piuttosto che fidanzati che tradiscono amiche e colleghe. «Spero sempre di sbagliarmi quando hackero qualcuno, ma la gente trova sempre il modo di deludermi», commenta mentre controlla il suo personale cimitero digitale dove archivia tutte le sue prove.Un giorno Elliot viene avvicinato da Mr. Robot (Christian Slater, premiato come miglior attore non protagonista ai Globe), un enigmatico anarchico-insurrezionalista, che intende introdurlo in un gruppo di «hacktivisti», che usano i computer e le reti come strumenti di cambiamento. Il loro manifesto è liberare l'umanità dai debiti con le banche. La mente è lo sceneggiatore 38enne Sam Esmail, creatore della serie che arriva dal 3 marzo su Premium Stories (il canale pay di Mediaset): «Ero un nerd, stavo sul mio computer per tutto il tempo, ero un fan di Steve Jobs, ero ossessionato da lui. All'inzio sembrava contro Microsoft, poi un giorno l?ho visto insieme a Bill Gates e hanno unito le forze. Ricordo di essere rimasto tanto scoraggiato e disilluso. Penso che ci siano un sacco di continue delusioni quando si tratta dei nostri eroi, purtroppo».In Mr. Robot spesso il protagonista parla con un suo amico immaginario che, in fondo, non è che il pubblico che guarda. È in uno di questi dialoghi con se stesso che se la prende con Steve Jobs: «Tutti pensano fosse un grande uomo ma ha fatto i miliardi sfruttando i bambini. Tutto il mondo non è che un grande imbroglio». E compaiono le immagini del dopato Lance Armstrong, del molestatore Bill Cosby, del violento Mel Gibson, mentre quando si vedono Zuckerberg e il logo di Facebook l'accusa è per i social media che «agiscono come surrogato dell'intimità». Se i rimandi evidenti sono a fenomeni come Occupy Wall Street e Anonymous, lo spunto gli è arrivato dalle agitazioni e proteste che cinque anni fa hanno scosso il Nord Africa: «Sono egiziano e sono andato in Egitto subito dopo la Primavera Araba. Quella è sicuramente stata una delle ispirazioni per la serie, perché l'intera Primavera Araba aveva a che fare con questa gioventù arrabbiata che era stufa del mondo e della società che gli stava intorno. La leva che avevano in mano sul controllo a cui la vecchia generazione li costringeva era proprio la tecnologia, e l'hanno usata. Hanno incanalato quella rabbia in qualcosa di veramente positivo e produttivo e questo ha davvero fatto la differenza»".

domenica 17 gennaio 2016

SGUARDO FETISH - PPL, Pretty Little Latex. Dopo Lucy Hale (vedi Post del 05/12.2015), anche Shay Mitchell si dà al fetish...

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!