Viewers last month

venerdì 22 novembre 2013

PICCOLO GRANDE SCHERMO - Aaron Paul di "Breaking Bad" nel nuovo film di Muccino (con Russell Crowe e Amanda Seyfried)

Notizia tratta da "Variety"

Aaron Paul is looking to reteam with his “Big Love” co-star as he has signed on to star alongside Russell Crowe and Amanda Seyfried in the Voltage Prods. drama “Fathers and Daughters.”
Gabriele Muccino is directing. Story follows  a father and daughter living 25 years apart in New York City. Crowe will portray a famous novelist and widower struggling with mental illness as he tries to raise his 5-year-old daughter. Seyfried will portray the now-grown daughter in present-day Manhattan as she battles the aftermath of her troubled childhood.
Brad Desch wrote the original script, which was featured on the Black List. Crowe and Keith Rodger will also exec produce via their Fear of God production shingle, along with Romilda De Luca.
Paul is playing Seyfried’s love interest, and the role should come naturally given that he played a comparable part on HBO’s “Big Love.”
With his hit show “Breaking Bad” at an end, the UTA and Leverage Entertainment-repped Paul already looks prepared to make the leap to features. He can be seen next in DreamWorks’ “Need for Speed” and is currently filming Fox’s Moses pic “Exodus.”
NEWS/L'EDICOLA DI LOU - Chi non salta è del Moige, è! Tv Zoom arpiona la "fantomatica associazione" che punta l'indice sui programmi tv (telefilm compresi)

Post di Andrea Amato, direttore di "Tv Zoom"
"...La cosa che più colpisce la nostra curiosità è il Moige stesso. In questi giorni TVZOOM compie due anni vita, 24 mesi in cui abbiamo fatto analisi, critica e informazione sul mondo dei media e della televisione in particolare. Ecco, in questi anni, più volte ci siamo imbattuti in esternazioni perentorie di questa associazione di genitori, spesso riprese dai giornali. Ma chi sono questi del Moige? Quanti sono? Perché sono così influenti sui media? Cosa pensano del mondo? Come educano i loro figli e come pretendono di educare i nostri, influenzando la tv?
Le prime risposte le ho avute dalla Rete e su Wikipedia scopro che il Moige dichiara di rappresentare 30mila genitori, ma poi si scopre che non si tratta dei suoi iscritti, bensì il dato è un numero ricavato dalle visite annuali del loro sito e dai destinatari di una loro newsletter. Quindi, secondo il loro ragionamento, visto che oggi ho visitato la loro pagina web sono diventato automaticamente un loro sostenitore. Bastasse così poco TVZOOM potrebbe fondare un partito politico.
Andando più a fondo si scopre invece che nel 2008 (ultimo dato diffuso in Rete) l’associazione ha ricevuto solo 197 opzioni per donazione del cinque per mille. Un endorsement ben più sostanziale della semplice visita del sito. Sulla pagina di Facebook (tra l’altro il social network è stato denunciato dal Moige stesso) si contano 1.467 «like» (per capirci TVZOOM ne ha oltre 4mila), mentre su Twitter i follower a oggi sono 377 (chi vi scrive ne ha 2.039 a livello personale e non è certo una twitstar). Insomma, diciamo che se dovessimo basarci sul loro ragionamento e su questi dati, TVZOOM e chi vi scrive dovrebbero essere ben più influenti di questa fantomatica associazione, composta da uno sparuto gruppo di genitori che denuncia Facebook e Striscia la notizia, che condanna e scoraggia la masturbazione e l’omosessualità, che vede pericolosi messaggi in molti cartoni animati in onda sulle reti italiane. Ma il problema, forse, non è del Moige, che ha tutto il diritto di esistere se qualcuno si prende la briga di fondarlo, ma piuttosto è della stampa italiana, che troppo spesso non si prende neanche la briga di verificare a chi si sta dando voce. Eppure ormai basta davvero poco".

giovedì 21 novembre 2013

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

Cover e notizia tratti da "Entertainment Weekly"
"Take a look at that photo. What more evidence do you need that the leading ladies of American Horror Story: CovenJessica Lange, Kathy Bates, and Angela Bassett — are having a freaking blast? Take Bassett’s voodoo queen Marie Laveau: When she’s not having sex with a minotaur (R.I.P.), Laveau gets to luxuriate on a throne made of bones in the back room of her hair salon and proclaim things like “She done messed with the wrong weeeetch.” Meanwhile, Bates tears through Madame LaLaurie’s vitriolic speeches like a raptor. “I love going to work,” she admits. “Every scene has something exciting in it for me to do, and part of the fun, too, is reading every new script. I never know what’s coming.” Adds Lange, It’s been wonderful to be able to play humor — to have somebody as sharp-witted [as Fiona].” This week’s Entertainment Weekly cover story takes you behind the scenes — and they’re some pretty fabulous and freaky scenes, at that — at one of television’s biggest breakout hit of the season, American Horror Story.
Whether you’ve been with AHS from the beginning or are just starting to become hypnotized by the must-watch FX anthology series, it’s clear that the show is nothing short of a phenomenon, thanks in large part to the big-name talent lured by Murphy. How does he get folks like Jessica Lange, Angela Bassett and Kathy Bates on board? “I just say, ‘I love you and I want to write something for you that will be one of the most fun things of your career and you’re going to love doing it. Will you please just sign on the dotted line?’” says Murphy of his sales pitch.
In EW’s cover story, we’ve got exclusive interviews with this season’s all-star trio Lange, Bates, and Bassett, plus AHS mainstays Sarah Paulson, Frances Conroy, Denis O’Hare and more veteran actors who have been seduced by the scary series. Murphy reveals his dream cast list for future seasons of AHS, gives us some scoop on season 4, and takes us through a deep dive of what’s coming up the rest of this season on Coven".

mercoledì 20 novembre 2013

NEWS - Matthew Morrison a Milano: "adesso con Glee mi dò al twerking!"
(ANSA) - MILANO, 20 Nov - Dalla classe di talenti musicali di 'Glee' al talent show di X Factor il passo e' breve: Matthew Morrison, noto come il professore Will Schuester nella serie TV, provera' a dimostrarlo domani sera, quando si esibira' nella quinta puntata serale di X Factor in onda su SkyUno. Si tratta della prima volta in un talent show per un performer a tutto tondo fiero della gavetta teatrale con cui si e' formato. ''Non parteciperei come concorrente - ha detto Morrison incontrando oggi i giornalisti - e sono troppo gentile per fare il giudice''. Sul palco dell'X Factor Arena Morrison interpretera' 'It Don't Mean a Thing', classico di Duke Ellington: ''sara' un grande numero, con danza e musica'', promette Morrison, che non casualmente ha fra i suoi modelli Gene Kelly (''la nostra generazione non ha un personaggio cosi', io cerco di essere come lui''). Il disco da cui e' estratto il brano, 'Where It All Began' (uscito per la 222 Records dell'amico e frontman dei Maroon 5 Adam Levine) fin dal titolo dichiara l'amore di Morrison per la tradizione musicale
americana, quella dei suoi miti Sinatra, Martin e Davis Jr., ''quando nella musica c'era piu' storytelling''. Alla tradizione si richiama anche l'ultimo disco 'A Classic Christmas' (da ieri disponibile in digitale), EP contenente 6 classici della canzone natalizia. Il filo rosso che unisce gli ultimi due lavori e' la presenza di grandi orchestrazioni (fino a 60 elementi): ''e' qualcosa che non si fa piu' in questa epoca digitale, Adam mi ha lasciato spazio libero'', spiega il cantante. Intanto 'Glee', giunto alla quinta serie (il prossimo episodio andra' in onda su SkyUno venerdi' 22 novembre), si avvia alla conclusione nella sesta stagione: ''il fattore X del successo di 'Glee' e' stato il suo cast perfetto, e il suo merito quello di aver portato certa musica a un pubblico piu' ampio - dice Morrison - i piu' giovani hanno scoperto canzoni come 'Don't Stop Believing', gli adulti si sono aggiornati sulle novita'''. Uno show musicalmente eclettico, lo definisce l'attore, che ha anticipato l'arrivo di una puntata dedicata al twerking, la danza a colpi di natiche portata al successo da Miley Cyrus (episodio in onda su SkyUno venerdi' 29 novembre) e l'omaggio al passato che nel settimo episodio vedra' Morrison/Schuester e Jane Lynch/Sue Sylvester ballare 'Cheek to Cheek' come Fred Astaire e
Ginger Rogers. Nel futuro dopo 'Glee' due sono i progetti di Matthew Morrison: quello di creare scuole d'arte performativa in America e nel mondo (''uno studio che si sta perdendo'') e
quello di diventare padre e marito (previsto ''in un futuro non troppo prossimo'' il matrimonio con la fidanzata Renee Puente).

martedì 19 novembre 2013

NEWS - Dexter, non ti capisce nessuno...! Esposto Codacons ad Agcom contro il telefilm ('ha contenuti violenti diseducativi')
(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Il Codacons ha presentato un esposto all'Autorita' per le comunicazioni contro il telefilm "Dexter", trasmesso su Rai4 la domenica alle ore 21,10.  Lo comunica lo stesso Codacons sottolineando in una nota che si tratta ''di un serie dal contenuto cruento, violento e altamente diseducativo che si evince gia' dalla storia stessa del telefilm: "Dexter Morgan, uno schizofrenico uomo dai due volti: meticoloso ematologo della polizia scientifica di Miami e sanguinario assassino seriale, che punisce con la morte i responsabili di crimini violenti sfuggiti alla mano della giustizia". Nell'esposto del Codacons si fa presente come la serie ''non sia adatta ad essere trasmessa in prima serata su una rete nazionale, in quanto il contenuto e le immagini relative alle vicende trattate potrebbero non solo scioccare il pubblico ma risultare diseducative oltre che dare adito a fenomeni di emulazione. Gia' in America la Parents Television Council, l'associazione non-profit formata da genitori aveva chiesto di non mandare in onda la serie, in quanto "Dexter non e' propriamente un prodotto per bambini". Il Codacons ha chiesto dunque all'Agcom di accertare se la messa in onda di "Dexter" abbia violato la disciplina del sistema radiotelevisivo a tutela degli utenti.
NEWS - Recito o scrivo? Chris Colfer al lavoro su tre nuovi libri (best seller o best sòle?)



Notizia tratta da "Hollywood Reporter"
Glee Star Chris Colfer has inked a new three-book deal with Little, Brown’s children’s imprint.
Scheduled for publication in 2014 and 2015, the two new books will continue the adventure depicted in the previous two books -- a fusion of reality and fairy tales that’s witnessed through the eyes of the twin protagonists, Alex and Connor Bailey. The first two books made The New York Times best-seller list.
He’s also creating his debut picture book, The Curvy Tree, inspired by part of The Land of Stories: The Wishing Spell. Brandon Dorman will provide illustrations for the book.
Colfer is best known for his role in Glee as Kurt Hummel. He won a Golden Globe for Best Supporting Actor in a Series in 2011 for the role.

lunedì 18 novembre 2013

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri
PICCOLO GRANDE SCHERMO - Dopo "Gossip Girl" Josh Schwartz si dà alle bambole (d'oro)
Josh Schwartz e Stephanie Savage, già ideatori di "Gossip Girl" (su Italia 1 dal 7 dicembre la sesta stagione inedita, ogni sabato alle ore 10.30), "Hart of Dixie" (la seconda stagione inedita su Mya ogni giovedì in prima serata) e "The Carrie Diaries" (a ottobre 2014 la seconda stagione su Mya), cureranno l'adattamento cinematografico "in carne ed ossa" delle bambole fashioniste "Monster High". Il film, probabilmente tagliato a musical, è la punta di diamante di un brand che dal 2010 è arrivato a totalizzare quasi un bilione e mezzo di dollari tra videogames, linee di abbigliamento e gadget vari. Tanto per dire: attualmente "Monster High" è tra i 5 marchi di giocattoli che ha incassato di più nella storia (e le vendite sono ancora in ascesa, al contrario degli altri 4...). Notizia tratta dalla Newsletter 69 di QuiMediaset
L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri




"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!