Viewers last month

venerdì 14 febbraio 2014

GOSSIP - Giocate bene le vostre...cards. Ecco come sedurre Kate Mara di "HoC"
Kate Mara just revealed some tips on how to take her on a date in her new interview with GQ.
“[My character] Zoe didn’t invite her date inside. She just told them honestly, ‘If I was going to f-ck you, you’d know.’ I think that’s good advice. Do what Zoe Barnes would do,” Kate said. Watch the behind the scenes video below!
TELEFILM ART - L'arte di Tim Doyle, i luoghi cult dei telefilm

giovedì 13 febbraio 2014

 

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri 
Joel Kinnaman suits up on the cover of August Man Malaysia‘s February 2014 issue. Here is what the 34-year-old Robocop actor had to share with the mag:
On his take on movies being remade: “I think it’s part of the human tradition to go back to our favorite stories, which we continuously do in the theatre. I have seen four different Hamlets and they all gave me something different. So, I think there is value in retelling old stories if you have a great idea of what that concept could be used for in today’s world. And I think we did.”
On the differences between the new and old Robocop movies: “Different to the original, in our movie you can still see my face until I go into combat mode because then there is a visor that comes down. So far the dramatic scenes it was possible to connect with my co actors on a deeper level.”
On working with Abbie Cornish: “She was an actress that I was unfamiliar with, but I couldn’t be happier with how it’s gone for us. Abbie brought an emotional truth and rawness that helped to portray the loss they go through as a family.”
For more from Joel, visit AugustMan.com!
L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

mercoledì 12 febbraio 2014

GOSSIP - The Killing Couple! La coppia telefilmica dell'anno è quella formata da Joel Kinnaman di "The Killing" e Olivia Munn di "The Newsroom"
La coppia d'assi dei telefilm è al momento questa: Joel Kinnaman di "The Killing" (pronto a invadere i cinema nei panni robotici di "Robocop") e Olivia Munn di "The Newsroom". Sono ovunque insieme, meglio se alle prime in giro per il mondo del film di lui. Chi crede che stiano insieme per interesse o per promozione sbaglia. O comunque è già stato eliminato dalla circolazione da un poliziotto di latta...

martedì 11 febbraio 2014

GOSSIP - Attenti ai canini! E voi, vi fareste mordere sul collo da uno come lui?
Jonathan Rhys-Meyers di "Dracula" ritratto da "W"
NEWS - Non solo Usa: da oggi su laeffe la francese scandalosa e imperdibile "Xanadu" (anteprima tra le polemiche al "Telefilm Festival") e la scandinava "The Spiral" 
laeffe (canale 50 del digitale terrestre) lancia, a partire da oggi, martedì 11 febbraio ore 21.10, un doppio appuntamento con le serie europee. Ad aprire la serata The Spiral – Attacco al mondo dell’arte, nuova serie tv scandinava in 5 puntate che mescola, in un intreccio appassionante, arte, poteri forti e crimine. A seguire, dalle 23.20, Xanadu – Una famiglia a luci rosse, la più discussa, erotica, controversa serie, in prima assoluta in Italia, con 8 episodi per seguire le vicende della famiglia Valadine e del loro impero cinematografico a luci rosse.
Scritta da Sévérine Bosschem, Xanadu – Una famiglia a luci rosse unisce con tocco d’autore, il filone erotico alla serialità d’alta caratura, tanto da essere apprezzata in patria anche dal conservatore Le Figaro che ne ha decantato le lodi per le tematiche importanti che porta in primo piano, come quella dell’emancipazione, dell’eredità famigliare, della maternità e della morte. Una Serie comunque tanto attesa e dibattuta, anche in Italia dove, il suo arrivo in anteprima al Telefilm Festival di Milano a cura del canale francese Artè, sollevò un confronto tra gli addetti ai lavori per l’accostamento tra il tema familiare e il mondo dell’erotismo e della pornografia, nonchè lo sdegno della Regione Lombardia che per la scelta di proiettarla decise di togliere il patrocinio dopo il rifiuto degli organizzatori di eliminare la parola "porno" dai cominicati stampa.

A fugare ogni dubbio sulla natura della serie la stessa Bosschem che spiega: “Non ho fatto una serie sul porno, quello che volevo era raccontare la storia di una pornostar, il suo amore con un produttore e le conseguenze di questa relazione. Xanadu parla di una storia d’amore”.
Interpretata da Jean-Baptiste Malartre, nei panni di Alex, patriarca e fondatore negli anni ‘70 dell’impero Xanadu, e da Gaia Bermani Amaral, l’amata moglie Elise morta in giovane età, la serie ruota intorno alla famiglia Valadine e ai giochi di potere in atto per conquistare il controllo della casa di produzione. Un impero, di certo colpito dalla crisi economica, ma ancora ricco e che presto potrebbe passare di mano… il tutto si svolge in un mondo perennemente schiacciato tra lotte di potere, intrighi e lacerato da gelosie tra attori ed attrici che vorrebbero guadagnare fama e ricchezza, a tutti i costi. A complicare ulteriormente la situazione un ricordo ingombrante che dal passato torna costantemente a far capolino nella vita dei figli di Alex.


Un artista pronto a sfidare le multinazionali, 6 opere d’arte scomparse, 6 giovani assistenti coinvolti in un gioco molto più grande di loro… sono, invece, al centro di The Spiral – Attacco al mondo dell’arte, per la prima volta in chiaro su laeffe. A muovere i fili della storia è Arturo, artista enigmatico e dal grande carisma, ricercato dall’Europol per alcune sue performance di dubbia legalità. Grazie all’aiuto dei suoi collaboratori, Max, Ella, Fransis, Sigrid, Oskar e Jacob, Arturo decide di mettere a segno una performance memorabile che prevede il furto di sei opere di grande valore da altrettanti musei europei. Questi capolavori verranno poi affidati al servizio postale per dare così il via ad una vera e propria caccia al tesoro continentale che disorienterà non poco gli agenti della sezione Arte chiamati a risolvere questo intricato mistero. 
Tutto si svolge sotto il segno della ‘spirale’ che è la firma artistica di Arturo, ma presto diventa anche il simbolo del vicolo cieco in cui lui stesso è caduto, divenendo parte di quel sistema che si era riproposto di scardinare. Vittima del proprio gioco, l’uomo viene misteriosamente ucciso. La performance artistica prende così una piega “criminale” sempre più cruenta dove buoni e cattivi si mescolano senza soluzione di continuità, lasciando lo spettatore costantemente con il fiato sospeso.

The Spiral – Attacco al mondo dell’arte, diretta da Hans Herbots, ha debuttato nell’agosto del 2012 in contemporanea in diversi paesi europei, Francia, Germania, Danimarca, Finlandia, Svezia, Norvegia, dando vita sul web ad un vero e proprio “alternate reality game” in cui gli internauti si sono sfidati in una grande caccia al tesoro virtuale… ripercorrendo in prima persona storia e vicende della serie.

lunedì 10 febbraio 2014

GOSSIP - Kutcher-Sheen, due uomini contro! I due attori allo scontro frontale, con insulti, per la sit-com che ha segnato la loro staffetta forzata

Che Charlie Sheen non avesse mai ben digerito il licenziamento dal set di “Due uomini e mezzo”, sit-com tra le più longeve e premiate del recente panorama americano in onda su Joi (la 10° stagione inedita in arrivo a settembre), era cosa nota. Così come è sempre stato leggendario il suo modo di esprimersi senza peli sulla lingua e, ultimamente, senza peli sulla tastiera. Qualche giorno fa i suoi strali internettiani hanno colpito colui che l’ha sostituito proprio a “Due uomini e mezzo”, Ashton Kutcher. Sheen ha twittato una foto del collega in compagnia della co-star di sit-com Jon Cryer, con la seguente didascalia: “Ehi Jon!!! Sei un genio!!! Ti voglio un mondo di bene e mi manchi, amico caro! Chi è il tuo collega noioso?”. Al messaggio seguivano gli hashtag #NiceTryCanonBoy - apparentemente un riferimento errato a uno spot di Ashton per Nikon, e #CH, iniziali di Charlie Harper, il suo personaggio in “Due uomini e mezzo. Un tweet che ha scatenato il popolo web che ha replicato a Sheen di piantarla. Al che, l’iroso Martin ha specificato così: “Ehi, calmatevi tutti. Leggete l’hashtag. E Jon, sono molto dispiaciuto di aver insultato il tuo amico, che in realtà trovo DAVVERO noioso”. Poi, rivolgendosi direttamente a Kutcher, ha scritto: “Ehi Ashton. Mi dispiace, fratello. Niente di male. Ora smettila di vomitare sul mio brillante, vecchio show. Ricordi ‘Punk’d’ [lo show condotto da Kutcher su MTV]? Come ci si sente?”. La risposta di Kutcher non si è fatta attendere, dagli schermi del “Jimmy Kimmel Live”, chiedendo “pubbliche scuse” per i tweet del collega e intimandogli, letteralmente, un “shut the f--k up!". Per poi aggiungere: “seriamente, basta! Son passati 3 anni (dal cambio di guardia) e mi insulti ancora su Twitter? Dai amico, davvero?”. Alla domanda provocatoria di Kimmel se sul set lo ringrazino per non essere Sheen, Kutcher ha risposto signorilmente: “cerco di proseguire dove Charlie ha lasciato, di andare nella direzione da lui tracciata”. Inevitabile la contro-repilica di Sheen, sempre via Twitter: “messaggio ricevuto, Ashton! Ma dicendomi ‘shut the f--k up!’ sembri me! Mi dispiace tanto! Spero tu stia bene. Ma più che chiuderla io, la bocca, sarò io che ti porterò in una clinica che ti metta a dieta per un anno…!”. Per la serie: Due uomini in mezzo alla lite perenne.

domenica 9 febbraio 2014

GOSSIP - Lea, la brunetta dei ricchi e poveGlee!
Lea Michele di "Glee" va in libreria con il suo fresco tomo "Brunette Ambition", annunciato dal suo account Twitter. Ecco come viene descritto il libro in originale: "Lea Michele is one of the hardest working performers in show business and she knows better than anyone that it is difficult to be your best self and keep things in perspective when your to-do list is overflowing and you are faced with challenges. A practical and inspirational guide to harnessing tenacity and passion, “Brunette Ambition” is about living the fullest life, no matter what obstacles life puts in your way".
Il volume è già in pre-vendita e sarà disponibile nelle librerie dal 13 maggio.
Nel frattempo Lea ha conquistato anche la cover di "Teen Vogue".
E ha postato la foto di una cena col cast di "Glee" (Ryan Murphy compreso).
oltre a fare la sinuosa in pose charmant...

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!