Viewers last month

sabato 10 marzo 2012

Stracult e Stracotti - …ovvero la serie che questa settimana va su e quella che inevitabilmente va giù. Parola di Stargirl

Facile avvicinarsi a una sitcom quando si ha voglia di farsi due risate, divertirsi senza troppo impegno e seguire storyline poco contorte o complicate.

 Semplice quasi come bere un bicchier d’acqua. Più difficile rimanervi affezionati, soprattutto nel mio caso. Eppure, nonostante io prediliga di gran lunga serie drama o sci-fi, mi è capitato di imbattermi, sporadicamente, in alcune comedy alle quali tutt’oggi mi sento particolarmente legata.
È il caso di Cougar Town, Stracult della settimana, che ha per protagonista la strepitosa Courtney Cox, quarantenne da urlo, perfetta in un ruolo che le addice a pennello, forse ancor più di quello (indimenticabile) di Monica di Friends.
La serie prodotta da Bill Lawrence Kevin Biegel può contare su più carte vincenti, dalla sceneggiatura sempre coerente e in linea con gli eventi spesso bizzarri e surreali fino alla comicità irresistibile, coinvolgente e soprattutto mai banale. Impossibile non affezionarsi agli irrefrenabili e autoironici protagonisti, sempre pronti a mettersi in gioco e a ridere, insieme agli spettatori, di loro stessi, ed è impossibile non nutrire un sano trasporto emotivo nei loro confronti. Anche durante le gag più stravaganti e dopo un drink di troppo, non s’inciampa mai nella volgarità ma si sposa 

invece uno humour sagace e genuino, una comicità di prima categoria, davvero rara in tv in questo periodo. Dopo lo strepitoso episodio della season finale della seconda stagione, la serie è partita in sordina con le prime puntate della terza stagione, nonostante il triste calo di ascolti sulla Abc, che mette a serio rischio il rinnovo per il quarto anno.


 E come spesso accade, per una comedy che va su, ce n’è un’altra che inevitabilmente va giù: il pollice verso per lo Stracotto della settimana tocca a Up All Night, sitcom targata Nbc che vanta un cast stellare: Christina Applegate (Samantha Who?), Will Arnett (Arrested Development) e Maya Rudolph (Saturday Night Live). La storia è semplice ed essenziale e racconta le vicissitudini di una coppia che deve vedersela con la nascita inaspettata di un figlio, passando così dal trascorrere nottate in bianco a ballare e far baldoria a feste e party esclusivi, al restar svegli per cambiare il pannolino e scaldare il biberon. 
La sitcom è talmente semplice da risultare però fin troppo lineare e prevedibile, poiché illustra le disavventure della coppia che rasentano la “normalità” allo stato puro, quella che qualsiasi neo-genitore si trova a dover affrontare, ed è priva di quel pizzico di umorismo in più che potrebbe aiutarla a decollare davvero.
Una serie discreta, con un ottimo potenziale ma ancora stretta in una semplicità che alla lunga rischia di annoiare. La critica la osanna, gli ascolti le rendono giustizia eppure Up All Night non convince pienamente: la semplicità, così apprezzata a inizio di stagione, si è trasformata rapidamente in una scrittura troppo inconsistente e leggera e in una trama alquanto esile. 

venerdì 9 marzo 2012

GOSSIP - Ciapett: Kristen Bell ossessionata dal lato B!
Articolo tratto dall'"Huffington Post"
Kristen Bell recently proclaimed that she's been obsessed with sloths for as long as she can remember. But now comes another revelation. [Butts are] My favorite things on the planet," Bell tells Women’s Health in the magazine's April 2012 issue. "I want two round cupcakes, always. I kicked my buns and abs sets into high gear when I knew I’d have to be in my bra and underwear on 'House of Lies.' But I don’t show my crack! All the Mr. Skins of the world are like, “ooh, Kristen gets naked!’ I’m like, ‘Dream on!’”. The 31-year-old actress professed her admiration for "House of Lies" co-star Don Cheadle’s derriere, in particular: “If you had those beautiful chocolate bun-cakes, you’d show ’em too, let’s be honest.” Bell presumably also finds her fiancé, Dax Shepard, pretty adorable. Fortunately, the pair spent some quality time together while making the forthcoming flick "Outrun." “I would watch him walk back to the monitor and yell things such as ‘Action!’ or ‘Cut!’ and I’d just go, ‘And you expect me to work when you’re doing cute things around me all day? How am I supposed to focus?'" she told Women's Health. She also sung the praises of Shepard’s culinary skills. "He makes this delicious spaghetti dish… about twice a year," she says. "I wish he cooked more. [Actually] I don’t wish he cooked more. He’s a very good cook, but I’m quite territorial in the kitchen. It’s like, if I went outside and fixed the car, he’d be like, ‘Whaaat?’”

For more on Bell, head over to WomensHealthmag.com, and pick up the April 2012 issue of Women's Health March 13.

giovedì 8 marzo 2012

NEWS - Terra Noia: la cancellazione corre su Twitter
(ANSA) - Era nell'aria ma la conferma ufficiale e' arrivata su Twitter. La seconda serie di Terra Nova pare proprio che non ci sara', gli ascolti pure alti non sono bastati alla serie prodotta da Steven Spielberg. ''Cattive notizie'', scrive il protagonista Jason O'Mara su twitter, ''#TerraNova e' stato cancellato per decisione della Fox - Stiamo provando a trovare un altro network per realizzarlo. Stand by''.
PICCOLO GRANDE SCHERMO - Oltre "The Mentalist" c'è di più: Simon Baker nella commedia "I Give it a Year"
Articolo tratto da "Variety"
Simon Baker looks to have found his next project during his hiatus as "The Mentalist" star is set for the Working Title's "I Give it a Year". Rafe Spall is already attached and Dan Mazer is on board to helm from a script he wrote. The story revolves around the comedic trials and tribulations of a pair of newlyweds during their first year as a married couple. Eric Fellner and Tim Bevan are producing the project. No distributor has come on board yet. Best known for his role on CBS' "The Mentalist," the last film Baker was seen in was Lionsgate's "Margin Call".

mercoledì 7 marzo 2012

NEWS - Clamoroso a Clerville: Diabolik diventa un telefilm!
(ANSA) - MILANO, 07 MAR - Diabolik compie 50 anni e per l'occasione si fa un doppio regalo: una mostra itinerante che partira' da Milano il 16 marzo e una serie tv con una produzione da 10 milioni di euro che sbarchera' su un importante canale televisivo, ancora top secret. La mostra sara' l'evento centrale del salone Cartoomics, in programma a Fieramilanocity dal 16 al 18 marzo: per la prima volta, dagli archivi della casa editrice Astorina usciranno tutte insieme una serie di rarita', dalle prime sceneggiature firmate dalle sorelle Angela e Luciana Giussani alla testa in gesso realizzata nel 1963 dal disegnatore Enzo Facciolo (81 anni e ancora firma almeno tre numeri all'anno), dal mitico numero uno alle tavole originali. Tra marzo e novembre, l'esposizione si spostera' poi in altre citta', dal Palazzo delle Arti di Napoli al Centro del fumetto di Cremona fino alla Lucca Comics&Games, per poi ritornare a Milano. Ma la novita' che probabilmente suscitera' piu' curiosita' tra i fan del 're del terrore' e' che Diabolik sbarchera' sui piccoli schermi con una serie tv di 12 puntate da 50 minuti che sara' prodotta da Stile Libero con un importante canale televisivo. A dare l'annuncio, il direttore della Astorina Mario Gomboli e il produttore Gianni Russo. ''Per ora e' tutto top secret - spiega quest'ultimo -: contiamo di lanciare il casting a novembre e di girare nel 2013. Di sicuro Diabolik non sara' un attore famoso, ma non e' escluso che volti noti partecipino al progetto''.
NEWS - Quella "strana coppia" di avvocati...Dal 10 marzo "Suits" su Joi (e uno dei due interpreti ha avuto a che fare con Monica Lewinsky: più illegale di così...)
In anteprima assoluta approda dal 10 marzo su JOISuits”, serie televisiva statunitense di genere legale creata da Aaron Korsh e trasmessa dalla rete via cavo USA Network che ha commissionato 16 nuovi episodi per la seconda stagione. Eccezionalmente il debutto italiano di “Suits” sarà visibile anche in chiaro, in modalità free view, sul canale Premium Anteprima. Protagonisti della serie ambientata a New York sono lo “squalo” del foro Harvey Specter (Gabriel Macht), uno dei più importanti e spietati avvocati della Grande Mela, e Mike Ross (Patrick J. Adams), ragazzo dotato di una memoria prodigiosa. Quest’ultimo dimostra un intelligenza fuori da comune ma il suo sogno di diventare un avvocato s’infrange quando viene espulso dal College. Mike però non si dà per vinto e continua a sostenere esami, soprattutto quello per l’abilitazione alla professione d’avvocato, al posto di altri studenti. Nel frattempo l’avvocato Harvey ottiene una promozione che lo obbliga ad assumere un giovane praticante. La necessità si concretizza nell’assunzione del rampante Ross con il quale inizia a formare una “strana coppia” legale per le aule della Grande Mela…
Gabriel Macht si è fatto conoscere al cinema per la sua interpretazione da protagonista nel film”The Spirits”. Tra le curiosità della sua biografia, in gioventù, iscrittosi alla Beverly Hills High School, ha partecipato allo spettacolo teatrale “The Music Man”, al fianco di una giovanissima Monica Lewinsky.

Patrick J. Adams, attore canadese, nato a Toronto il 27 agosto 1981, dopo aver ricoperto qualche piccolo ruolo in “Lost”, “Lie to Me”, “Pretty Little Liars” - dove ha conosciuto la sua attuale compagna Troian Avery Bellisario- e in molte altre serie di successo, ha raggiunto con “Suits” la candidatura ai Screen Actor Guild Awards 2012 come miglior attore drammatico in una serie tv.

martedì 6 marzo 2012

GOSSIP - Ricci in...aria! L'attrice di "Pan Am" si confessa a volo d'uccello dalla cover di "Marie Claire"
Christina Ricci strikes a pose in Louis Vuitton on the cover of Marie Claire UK‘s April issue.
Here’s what the 32-year-old "Pan Am" actress had to share:
On growing up: “It took a while for me to be comfortable with who I was. To realize everyone might not get my sense of humor; everyone might not like me. You know what, I’m not going to change who I am. I’ve tried. It doesn’t work. I’ve never been very Hollywood.”
On embracing her 30s: “I’m so glad I’m not 20 years old any more. I was in a hurricane. I’m a lot calmer now. I don’t cause destruction for myself and others everywhere I go. I take things as they happen and I’ve learned to be calm about things. Troubleshoot problem as they arise and make the best out of things.”
On a turning point in her life: “Somebody actually found out about it and outed my while I was recovering [from an eating disorder]. It was a horrifying thing to do to a 14-year-old trying to cope with a devastating illness. And, out of rage, I vowed that no one would ever be able to out me for a secret again. So I was going to be completely honest in the rest of my life. I don’t want to be hurt in that way again.”
For more on Christina, check out MarieClaire.co.uk!
NEWS - Ultima ora, "Person of Interest" su Premiun Crime dal 27 aprile

Partirà venerdì 27 aprile su Premium Crime, in prima serata, "Person of Interest" di J.J. Abrams. (fonte: @QuiMediaset_it)

lunedì 5 marzo 2012

L'EDICOLA DI LOU - Stralci e commenti sui telefilm tratti dai giornali italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
"Homeland", la CIA e il presente Usa

"I telefilm americani sanno spesso nascondere dietro racconti di finzione le pulsioni e i conflitti irrisolti del nostro tempo, sono sempre più ansiosi di raccontare il presente, quasi spaventati di non essere anche loro in diretta, come il flusso delle notizie televisive, convinti che dare una forma all’informe dell’emergenza, specie se drammatica, sia la loro missione principale. Anche «Homeland», la nuova produzione del canale via cavo Showtime, la «casa» di «Dexter», «Weeds», «Californication », sembra seguire questa ispirazione (Fox, lunedì, ore 21.50). Carrie Mathison (Claire Danes) è un’ufficiale della Cia molto devota alla sua professione, impegnata con valore in pericolose missioni sul campo in Medioriente. Quando il marine Nicholas Brody (Damian Lewis), detenuto ormai da molti anni da Al-Qaeda come prigioniero di guerra, viene liberato da un’incursione Usa e fa ritorno a casa, Carrie è l’unica a dubitare di lui: la Cia e i suoi superiori lo esibiscono alla nazione come eroe di guerra, ma qualcosa non torna e il sospetto è che Brody abbia rinnegato l’America per entrare a far parte di una cellula dormiente dell’organizzazione terroristica. Anche Carrie però ha i suoi segreti, e i suoi metodi di indagine hanno poco di ortodosso. Niente è come sembra e il racconto si inerpica tra i temi forti della fiducia, del tradimento, della sorveglianza. «Homeland» è ispirata a una serie israeliana, «Hatufim» (come già era avvenuto per «In Treatment»), ed è stata molto acclamata da pubblico e critica negli Stati Uniti. Certo, le interpretazioni dei protagonisti, da Claire Danes a Damian Lewis sono superlative. Il tema poi è molto importante e rappresenta una ferita aperta della storia americana recente: i riferimenti a episodi controversi sono numerosi, dal Patriot Act alle torture somministrate ai prigionieri di guerra".
(Aldo Grasso, 29.02.2012)
NEWS - Cherry Boom! Ultima ora, la battaglia legale tra Marc Cherry e Nicolette Sheridan in cui quest'ultima rivendica esclusione dal cast di DH+aggressione s'infiamma...

Articolo di Ted Johnson per "Variety"

An attorney for "Desperate Housewives" creator Marc Cherry tried to show inconsistencies in actress Nicollette Sheridan's claim that Cherry struck her in the head during a script dispute, an incident at the heart of her multimillion-dollar wrongful termination suit.

On cross examination in Los Angeles Superior Court on Friday, Sheridan sparred with attorney Adam Levin as he queried her on why she called Cherry's strike a "slap" in one government document but testified on Thursday that she was "hit." Sheridan said that the "slap" reference actually was made by her lawyer in filling out an official state form on the incident. Sheridan, who played Edie Britt on the show, claims that Cherry had her character killed off after the 2008-09 season in retaliation for complaining about the incident. On Thursday, she testified that in September 2008, she took Cherry aside on the set and queried him on why one of her lines was excised from the script. Cherry, she said, "stepped toward me and he took his right hand and he hit me upside the head." She said that he later came back to her trailer to apologize. Cherry's lawyers contend that he gave Sheridan a light tap meant to give her direction for a scene.

Sheridan admitted that in the immediate aftermath she did not contact human resources executives, the Screen Actors Guild or police, and later that day she went to Tiffany's in Beverly Hills and to meet a friend at the Grill. But a day later she did express her concerns about the incident to George Perkins, one of the show's executive producers, and told him that Cherry "needs to know that he can't behave like that." She also asked that Cherry send her flowers.

Levin also tried to show that killing off her character was not unusual for a series where many cast members come and go.

He spent a great deal of time trying to show that Sheridan was not a star of the show on par with Eva Longoria, Felicity Huffman, Marcia Cross and Teri Hatcher, pointing out that their picture appeared in the opening credits and hers did not. And he cited some of their nominations in the best actress Emmy category, while she earned a supporting actress nomination at the Golden Globes.

Levin even showed jurors a seven-minute video montage, titled "Deaths on Wisteria Lane," of what may have been every character ever killed off on the show -- dozens of shootings, maimings, clubbings -- including Sheridan's character Edie Britt. But Levin was rebuffed by Los Angeles Superior Court Judge Elizabeth Allen White as he sought to question Sheridan on how this was similar to another show in which she was cast, the primetime soap "Knots Landing."

Meeting with lawyers after jurors had been excused for the day, White said that "Knots" was a "'Dynasty'-like show" and "not a comedy, so it is not really comparable," adding that jurors would be able to decide for themselves.

Levin persisted, but White said, "I am not going to discuss the history of television in this case."

Outside the court, one of Sheridan's lawyers, Mark Baute, dismissed concerns that his client lost her composure during cross examination. "Beauty is in the eye of the beholder," he said.

He also said that the characterization of a "slap" and a "hit" was not important to the case. "She said probably 8 to 10 times that she was hit, and hit hard," he said.

(The Associated Press contributed to this story.)

domenica 4 marzo 2012

TWITTER-JAM - La playlist delle migliori twittate seriali selezionata da AcademyTelefilm e TelefilmCult

Did 'Modern Family' go too far with teen sex plot


I wanted to like NBC's "Awake," but after viewing four episodes all I could think was "Wake me when it's over."


Pilot Season: Minnie Driver to star opposite Andrea Anders in NBC’s Lady Friends comedy


It's comforting to know when I fall asleep on set, I'm well taken care of


Telefilm Festival 2008 - Chace Crawford e Leighton Meester (Gossip Girl)


Telefilm Festival 2007 - Aldo Grasso e Giorgio Gori


Telefilm Festival 2007 - Luca e Paolo


Telefilm Festival 2007 - Jennifer Morrison (Dr. House) incontra il pubblico


Telefilm Festival 2007 - Jennifer Morrison (Dr. House)

twitpic.com/8qlurn

Telefilm Festival 2006 - Benjamin McKenzie (The OC) firma autografi al pubblico


Eva Longoria Targeting Latino and Female Communities With New Obama Campaign Role

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!