Viewers last month

venerdì 10 settembre 2010

NEWS - Heyyyyy! Da stasera il debutto di Henry "Fonzie" Winkler in "Royal Pains"
In anteprima assoluta approda stasera alle 21.00 su JOI “Royal Pains 2”, il medical-drama che ha per protagonista un “medico per ricchi”. Finalmente si rivela in carne ed ossa, nelle vesti di Eddie Lawson, l’ambigua ed evanescente figura paterna dei due fratelli Hans (Mark Feuerstein) ed Evan (Paulo Costazno). E, sorpresa, si tratta di Henry Winkler, il mitico Fonzie di "Happy Days". Questa grande novità, ne introduce un’altra. Nella seconda stagione, infatti, la frequente e ricorrente presenza del padre di Hans e Evan, provoca nuove dinamiche e incomprensioni nella trama del telefilm tanto che la famiglia diventerà un tema portante di questa stagione. Da una parte, Eddie prova a cancellare i 20 anni che lo hanno separato dai suoi figli, trovando un riscontro positivo solo con Evan, dall’altra, Hank non riesce a fidarsi dell’uomo che lo ha abbandonato poco prima che la madre morisse.

giovedì 9 settembre 2010

GOSSIP - Ok, il numero di cellulare di Annalynne McCord è 001619...Disavventura, con incidente, per l'attrice di "90210" che per consolarsi diventa dj a Dublino
Disavventura auto-telefonica per la bella Annalynne McCord. L'attrice di "90210" ha avuto un incidente automobilistico nei giorni scorsi. Niente di grave, a parte il fatto che l'auto che guidava apparteneva alla sorella Angel. Quest'ultima, saputo l'accaduto, è andata su tutte le furie, chiamando l'uomo che guidava l'altra vettura invalcandolo di improperi indicibili. Costui, non ci ha pensato un attimo, postando sul suo profilo di facebook il numero di cellulare di Annalynne, avuto dalla constatazione amichevole dell'incidente, "per far sapere a tutti di che pasta è fatta la McCord". Inutile dire che l'attrice è stata sommersa di sms e telefonate di ogni tipo...Nel frattempo Annalynne ha cercato di dimenticare l'inconveniente volando a Dublino, dove si è improvvisata dj al trendissimo Wright Venue Nightclub al motto di "beat goes on"...

mercoledì 8 settembre 2010

NEWS - "I Cesaroni" nella bufera! "La Padania" li attacca ("non sono lo specchio di nessuno"), Branciamore replica ("tutta l'Italia è un pò borgatara")
"'I Cesaroni' non sono lo specchio di nessuno". Firmato 'La Padania', che nella pagina degli Spettacoli dedica un articolo alla serie televisiva che "puntuale come le tasse" torna domani su Canale 5. "Alla quarta serie -scrive il quotidiano della Lega-le enciclopediche puntate ricalcano il solito cliche' dei buoni borgatari che tra un bianchetto dei Castelli e un amorazzo finito male, si barcamenano in un Paese dove il furbetto del quartierino vale sempre un pizzico in piu' degli altri". "In molti hanno spiegato che 'I Cesaroni' hanno il pregio di rappresentare la famiglia media di questo Paese. Che le loro storie sono un po' le storie di tutti. Ma da qui a dire che 'I Cesaroni' sono lo specchio degli italiani ce ne corre. La disoccupazione che colpisce i giovani? Solo un fantasma che vaga sullo sfondo della vineria romana. La disperazione di molte famiglie erose dagli odi tra marito e moglie? Tutte rose e viole. Un giardino in cui gli amori svolazzanti si rincorrono senza drammi. Senza lacrime. Senza un reale pathos". "Il resto della fiction -scrive ancora il giornale del Carroccio- e' solo un collegamento tra un innamoramento e l'altro: tutto in perfetta salsa romanesca, compreso, ovviamente, quello dei linguaggio declinato in ogni spessore semantico dai vari personaggi e protagonisti. Abbiamo cercato di trovare anche un solo vocabolo in lingua toscana nel trailer, ma e' stato veramente difficile. Una ricerca inefficace anche con un qualsiasi lanternino verbale. Tutto rigorosamente in dialetto romanesco". "In se' la cosa potrebbe anche non essere del tutto negativa nel rispetto della parlata di quella citta'. Quello che stride -conclude 'La Padania'- e' che si cerca di far passare quelle vicende per storie comuni. No, quella e' una fiction, non rappresenta nessuno. Solo fantasie per una serata da passare sul comodo divano di casa".
"La fiction dei 'Cesaroni' e' una delle piu' viste in Italia. Se la gente continua a vederci vuol dire
che ci accetta per come siamo. Oppure vuol dire che tutta Italia e' un po' borgatara". Risponde cosi', all'ADNKRONOS, Matteo Branciamore, il Marco dei 'Cesaroni', alle accuse lanciate alla fiction targata Mediaset dalle colonne della 'Padania' secondo la quale "le puntate ricalcano il cliche' dei buoni borgatari che si barcamenano in un paese dove il furbetto del quartierino vale sempre piu' degli altri". "Il fatto che il quotidiano del Carroccio parli di noi - aggiunge- vuol dire che facciamo qualcosa di importante che interessa molta gente. D'altra parte, il solito luogo comune di 'Roma ladrona' non sembra mai finire. Non capisco le critiche alla Capitale, la citta' piu' bella del mondo. Critiche gratuite e inutili anche perche' Roma e' molto amata ovunque e non solo da noi romani. Quando vado al Nord, infatti, le persone che incontro apprezzano la nostra citta' e la cultura che esprime: una cultura ricca di calore ed umanita'".

NEWS - Achtung, compagni! E' partita la guerrilla marketing di "The Event": fogli di agenda e cartelline CIA per gonfiare l'attesa
E’ partita l’operazione di guerriglia marketing per promuovere la nuova serie "The Event", in onda il prossimo 21 settembre su joi (canale pay del digitale terrestre Mediaset Premium) in prima serata e in contemporanea con gli USA. Migliaia di pagine di agenda con la data fatidica sono state sparse in giro per Milano e Roma con tre messaggi diversi che alleghiamo. Prossimamente, sempre a Milano e Roma, verranno distribuite delle cartelline TOP SECRET contenenti documenti della CIA. Se ne occuperanno degli agenti, tipo “Men in Black”, posizionati alle uscite della metropolitana delle due città. Non allarmatevi, nel caso, non sono controllori...
NEWS - "Lost" ha tracciato il segno e non si può più tornare indietro (aka flashback). "The Event" debutta in contemporanea con l'America su Joi/Mediaset Premium (esclusiva per l’Italia)
In contemporanea con gli Usa
e in esclusiva per l’Italia, Joi, il canale pay del digitale terrestre Mediaset, trasmetterà la nuova serie di culto americana della Nbc, dal titolo “The Event”. La serie che debutterà il prossimo 20 settembre negli Stati Uniti, andrà in onda con il pilot sottotitolato su Joi a partire da martedì 21 settembre, in prima serata. Dalla settimana successiva, i telespettatori del digitale terrestre potranno vedere l’episodio della settimana precedente doppiato e quello nuovo, sempre in contemporanea con la messa in onda americana, sottotitolato.
Com’è possibile che un ragazzo comune sia coinvolto in una cospirazione che cambierà le sorti dell’intera umanità? Questo è l’interrogativo che emerge nella prima puntata della serie, nella quale Sean (Jason Ritter), un ragazzo come tanti, è alle prese con la scomparsa della sua fidanzata Leila (Sarah Roemer), ma non solo. Nel frattempo il neoeletto presidente degli Stati Uniti d’America, Elias Martinez (Blair Underwood, in “Dirty sexy money”), è pronto a rivelare al mondo una verità sconvolgente. Ovviamente, sarà ostacolato da una serie di fatti che lo porteranno a conoscenza di verità “più ampie” e che coinvolgeranno anche le persone a lui care, come Sophia (Laura Innes, la Dr.sa Weaver di “ER”), a capo di una misteriosa organizzazione, o Blake (Zeljko Ivanek, “Damages”), a capo della Cia. Nel seguire queste due vicende, verrà spontaneo chiedersi quale sia in realtà l’Evento, chi trama contro il Presidente e cosa c’entra con tutto questo Sean, il classico ragazzo della porta accanto…che, per la cronaca, è interpretato dal giovane attore emergente Jason Ritter, figlio dello scomparso John Ritter che i telespettatori italiani ricordano come protagonista della serie “Tre cuori in affitto”. La serie è firmata e prodotta da Nick Wauters. E’ stata definita un thriller cospirativo e la critica americana l’ha subito paragonata a “Lost”, per due motivi essenziali: il primo per il continuo ricorso ai flashback, il secondo, per la trama fitta di intrighi e misteri. Anche se nell’intenzione degli autori e, a differenza di "Lost", molti di questi complotti non rimarranno irrisolti. La curiosità sta anche nella distribuzione del prodotto, perché quella che si annuncia già una serie di culto partirà in America e, in contemporanea, anche in Italia sul canale Joi di Mediaset Premium e dopo arriverà negli altri paesi europei.

martedì 7 settembre 2010

NEWS - Big Bang (Theory)! Dal 20 settembre su Italia 1 debutta in chiaro una delle sit-com più divertenti (e premiate) degli ultimi anni
Dal 20 settembre, dal lunedì al venerdì alle ore 19.30, debutta finalmente in chiaro su Italia 1 "Big Bang Theory", una delle sit-com più divertenti (secondo alcuni è l'erede di "Friends" e "Seinfeld") e premiate degli ultimi anni (tra gli altri riconoscimenti, si contano un Emmy Award - vinto quest'anno dall'interprete Jim Parsons - un People's Choice Award e un Television Critics Association Award). E' il caso di dirlo: stay tuned!

lunedì 6 settembre 2010

GOSSIP/SONDAGGIO - Gli alieni preferiscono le bionde. Morena Baccarin cambia colore dei capelli (e sembra che abbia 101 anni!)
Colpo di testa! Cambio di look "del terzo tipo" - nel senso che dalla lunga chioma è passata al taglio corto scuro, ora al biondo platino - per Morena Baccarin di "V". L'attrice di origini venete-brasiliane si è presentata nei giorni scorsi al Comic Con e al party di HBO con una capigliatura degna di Belouise Some o del cantatnte degli Erasure: più biondo di così non si può. Gli esperti di criniera notano i segni della ricrescita e omaggiano l'attrice, comunque, per il coraggio, mentre i lookkologi s'interrogano se essa dimostri più o meno di 100 anni! Che abbia visto un topolino sull'astronave e sia rimasta terrorizzata? (al Telefilm Festival, Morena si è detta pronta al "grande passo" dell'ingoio - del topolino - ma preferirebbe evitarlo...). Chissà...E voi come la preferite, bionda o mora? Votate nel Sondaggio ad hoc a sinistra, dopo l'effige de "La vita è un telefilm".

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!