Viewers last month

venerdì 24 ottobre 2014

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
"Gotham" ammicca ai fans per non deludere
"Una metropoli dalle tinte scure, soffocante, piena di ombre e priva di luci che non siano artificiali. Un agglomerato caotico di vicoli e sopraelevate. Questa è Gotham, alter ego immaginario dell'iper-reale New York, come si è costruita nei fumetti della DC Comics, nei tre film di Christopher Nolan e ora in una serie tv, «Gotham» appunto, in onda negli Stati Uniti su Fox e in Italia a poca distanza su Premium Action (ogni lunedì, alle 21), dopo l'anteprima in chiaro su Italia 1. Il telefilm, scritto da Bruno Heller (già autore di «Roma» e «The Mentalist»), tiene Batman fuori dallo schermo e dagli eventi narrati, per concentrarsi su quanto è avvenuto prima, sulle origini del mito. L'uccisione dei facoltosi coniugi Wayne di fronte agli occhi del piccolo Bruce, il futuro Cavaliere Oscuro, e la ricerca del colpevole tra depistaggi e false piste, ma non solo: il giovane detective James Gordon (Benjamin McKenzie, già in «The OC» e «Southland»), in coppia con il ben più scafato e disilluso Harvey Bullock (Donal Logue), si muove in un sottobosco criminale fatto di degrado e corruzione, in una città allo sbando e senza punti di riferimento, in mano al boss criminale don Falcone. L'idea del prequel però da sola non basta: se le scene e la fotografia sono molto curate, la scrittura e la recitazione non sono sempre all'altezza. E i richiami costanti alla mitologia di Batman si affacciano sullo schermo, ancora giovani o bambini, molti dei suoi futuri nemici: il Pinguino, l'Enigmista, Catwoman sono forse l'indice più evidente di una narrazione che non trova appieno una sua originalità, ma è costretta a lanciare continue strizzate d'occhio ai fan per risultare interessante". (Aldo Grasso, 23.10.2014)
TELEFILM ART - Foto, grafica e visioni al confine con la Pop Art

giovedì 23 ottobre 2014

NEWS - Fermi tutti! Da marzo 2015 scoppia "Bloodline" su Netflix (e solo lì!)
News tratta da "Variety"
Netflix announced that original drama “Bloodline,” from the team that created “Damages,” will premiere in March 2015 with all 13 episodes available in all the streamer’s territories.
“Bloodline” is created, written and executive produced by Todd A. Kessler, Daniel Zelman and Glenn Kessler, the creators of legal thriller “Damages” starring Glenn Close. “Bloodline” is produced by Sony Pictures Television. Set in the Florida Keys, series centers on a close-knit family of four adult siblings whose secrets and scars are revealed when their black sheep brother returns home.
The series stars: Kyle Chandler (“Friday Night Lights”), Ben Mendelsohn (“The Dark Knight Rises”), Linda Cardellini (“Mad Men”), Sam Shepard (“The Right Stuff”), Sissy Spacek (“Carrie”), Norbert Leo Butz (“Dan in Real Life”), Jamie McShane (“Sons of Anarchy”), Jacinda Barrett (“Suits”) and Enrique Murciano (“Without a Trace”).
PICCOLO GRANDE SCHERMO - Ufficialissimo al Cibalissimo! Shatner-Capitan Kirk a un passo dal terzo film di JJ Abrams di "Star Trek"
NEW YORK (AP) — "Star Trek" may be the next frontier for William Shatner — again. Shatner, who played the original James T. Kirk, says he's meeting soon with Roberto Orci, who's directing "Star Trek 3," to discuss reprising his Kirk in the rebooted franchise.
"I had a talk with him the other day," says Shatner. "So there's talk — simply talk — about the next movie." Shatner has said J.J. Abrams, who produced and directed the 2009 "Star Trek" film and 2013 sequel, recently called to say Orci had an idea about how Shatner might be in the next film of the new franchise, which stars Chris Pine as Capt. Kirk. Shatner says he would do the movie if it's a meaningful part, "a role that had something to do with the turning of the plot." Still, the 83-year-old actor says he's not sure how they'd bring him back now — 20 years after his character was killed off in "Star Trek: The Next Generation". "That was so long ago. How do they bring me back physically like this? I don't know," he says.
Shatner isn't waiting around to find out. He stars in and produces the home renovation series "The Shatner Project," which premieres on the DIY Network on Thursday (10 p.m. EDT). The six-episode series follows Shatner and his wife, Elizabeth, as they revamp the Southern California home he bought 50 years ago.
He says allowing cameras into their home was a "terrible" experience, but he's happy with the result.
Shatner is also designing a motorcycle, a clothing line, a new kind of comic book, continuing his priceline.com ads and his "Brown Bag Wine Tasting" webisodes — and has three films due out.
Ask him about retirement and he says, "What does retiring mean? It means you want to step back from what you're doing and do something else that's more interesting." With a smile, Shatner adds, "I'm in the middle of such a fertile, febrile fantasy that anybody would wish for what I'm doing."
GOSSIP/L'EDICOLA DI LOU - Patrick a cavallo! Dempsey chic&shock rivela il suo lato umano (e country): "pensavo che Shonda Rhimes mi odiasse...!"
Patrick Dempsey has a new sophisticated and relaxed look.
On the upcoming cover of Manhattan magazine he looks like a silver fox in a smart suit. The 48-year-old Grey's Anatomy leading man dives deep into his personal life, revealing his thoughts on plenty of topics, including audition nerves, his dangerous and expensive hobby... and his mother's legacy after a courageous battle with cancer.On the cover, Dempsey is decked out in a snowy gray blazer covering a classy and unassuming sweater. The conservative look is highlighted nicely by a bright blue handkerchief. Inside pages show him wearing a light bomber leather coat, a jeans-and-blazer combination and seated behind the wheel of a vintage convertible. Relaxed and ready for fall, the actor reveals the mind games that went on during his audition for Grey's Anatomy many years ago. 'At first I thought (show creator) Shonda Rhimes hated me, but she was calculating in her head where to put me and what I'd be right for. 'They liked me, but they wanted me to do a chemistry read with lead actress Ellen Pompeo. I had an immediate connection with her because she has a Boston accent, and I'm from Maine, so that disarmed me.' 
The show has made Dempsey a bona fide star, but as it enters its twilight in season 11, he's had other things keeping him busy lately. His mother recently died from ovarian cancer after a 17-year battle, and Dempsey has since turned even more of his attention to his passion project - the Patrick Dempsey Center for Cancer, Hope & Healing based in his hometown of Lewiston, Maine.
'The human touch is so healing, and when people come into the center, they're greeted usually by cancer survivors themselves who already know what's going on and are compassionate. I think that's really important, and sometimes you don't get that.'

mercoledì 22 ottobre 2014

GOSSIP - Sofia Vergara è molto in "Shape" (e si merita la cover)!
Sofia Vergara is 42 and absolutely fabulous.
The "Modern Family" actress stuns in Shape magazine's November issue as she rocks a black bikini with a plunging top and, of course, her famous smile. Vergara opens up about feeling comfortable in her skin and embracing her figure.
"I was always very happy with what I have. I mean, like any woman I'd complain that my thighs were too big or whatever, but I felt comfortable with my curves –- people expected me to have them," she tells Shape. "Then I hit 40 and started seeing a softness everywhere on my body… I knew it was time to do something.”
Vergara has been using the Megaformer machine, which is based on Pilates and the Strengthen, Lengthen and Tone philosophy. She also lifts free weights and drinks vegetable juices. Her motto? "No pain, no cake!"
For more with Sofia Vergara, head over to Shape.com and pick up the November issue on Thursday.
L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

martedì 21 ottobre 2014

GOSSIP - Siamo la coppia più bella del mondo! Emmy+Kaley together last night!
L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
"Les Revenants" rammenda le vite di chi è rimasto vivo
"Tutto inizia da una teca entomologica che va in frantumi e da una farfalla che prende il volo: la morte si rianima. La normalità di un paesino di montagna nel cuore della Francia, dominato da una diga gigantesca, è scossa il giorno in cui un pullman con a bordo 40 ragazzini precipita in un burrone: le famiglie colpite dal lutto sono sconvolte, cercano faticosamente di suturare la ferita che ha lacerato i loro animi. Un bel giorno, però, Camille, una delle ragazze del torpedone, torna a casa. E con lei altri morti. Hanno smarrito la nozione di tempo perché loro, fisicamente, non sono invecchiati, non sanno di tornare dalla terra desolata. Ideata da Fabrice Gobert, scritta da Gobert, Fabien Adda e Emmanuel Carrère (L’avversario, Limonov , La settimana bianca ), la serie francese «Les Revenants» è un adattamento dell’omonimo film Quelli che ritornano di Robin Campillo del 2004 (Sky Atlantic, mercoledì, 21.10; prima stagione 8 puntate). Sbaglierebbe chi pensasse all’ennesima riproposta degli zombi. I morti che tornano in vita non fanno altro che lacerare o rammendare le esistenze di chi è rimasto. La straordinarietà della situazione nasce proprio dall’eccesso di realismo, dalle minuzie, dai dettagli, dalle introspezioni con cui viene raccontata la storia. Come se la morte non fosse altro che l’incontro spietato con se stessi. Come se i morti non fossero altro che vivi, appartati in qualche recesso, per minare le nostre certezze. «Les Revenants» è opera di grande spessore, diretta e interpretata con invidiabile professionalità, che intreccia una furia complessa (la resurrezione è sconvolgimento) a un pacato ritratto provinciale, colto nella sua miseria e nella sua grandezza". (Aldo Grasso, 17.10.2014)

lunedì 20 ottobre 2014

NEWS - Clamoroso al Cibali! "Carrie Bradshaw era una troia!": firmato Mr. Big 
(ANSA) - WASHINGTON - Mister 'Big' prende le distanze da 'Sex and the City'. Anni dopo la fine delle riprese della celebre serie televisiva, e dai due film, l'attore Chris Noth che ha interpretato l'unico vero amore della protagonista Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker), torna a parlare della storia tormentata tra i due, senza risparmiare critiche. "Una delle cose che dico ai fan e' che non ho mai preteso di essere quello che non sono. Era Carrie che cercava di far finta di essere quella che non era. Lui, 'Big', e' sempre stato onesto, non l'ha mai tradita", ha detto Noth, 59 anni, al sito Australia News.com. "Il rapporto semplicemente non ha funzionato e lui si e' sposato. Quanti fidanzati ha invece avuto Carrie? Era proprio una p...!", ha aggiunto. "C'e' sempre stato un equivoco e cioe' che lei era una sua vittima. Non e' cosi' - ha aggiunto Noth -. Carrie era una donna intelligente e forte". Noth, il cui personaggio finisce per sposare Carrie nel primo film dopo la fine della serie, ha ammesso che sta cercando di far 'plasmare' il nuovo personaggio che interpreta nella serie tv, 'The Good wife'. L'attore ha poi cercato di spiegare cosa sia andato storto con il secondo film sulla serie che non ha avuto molto successo di pubblico e critica. "Sono stati avidi, volevano far soldi e non ci sono riusciti. Credo perche' il film fosse uscito proprio nel mezzo della recessione. Il pubblico non ha gradito che le quattro protagoniste andassero a Dubai, mentre in Usa si affrontava il problema di come pagare il mutuo della casa". "Credo anche - ha aggiunto - che lasciare New York, per ambientare il film a Dubai, sia stato un errore perche' la citta' e' una parte integrante dello show".

domenica 19 ottobre 2014

GOSSIP - Caity Lotz, a nudo il Canarino Nero di "Arrow" (domani su Premium Action la 3° stagione inedita)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!