Viewers last month

sabato 8 aprile 2006

TELEFILM FESTIVAL 2006 - Previsioni di programma del prossimo "Telefilm Festival"
Mentre è atteso per la prossima settimana il programma definitivo del IV "Telefilm Festival" (dal 5 al 7 maggio all'Apollo spazioCinema di Milano, in pieno centro), s'inizia a prevedere un palinsesto di massima della 3 giorni dedicata interamente alle serie tv.
Venerdì 5 maggio, tra le anteprime previste: "Veronica Mars", "Una mamma per amica", "Dr.House", "My name is Earl", "Stacked", "Angel", "CSI", "Commander in Chief", "Sleeper Cell", "Entourage", "Surface", "Invasion", "Stargate SG-1", "Stargate Atlantis", "Battlestar Galactica"; imperdibile, sempre venerdì, intorno alle 15.00, l'evento-confronto tra "Lost-Isola dei famosi: le due isole della tv", al quale parteciperanno il critico Aldo Grasso, Stefania Carini, Giorgio Gori e Simona Ventura; prima e dopo l'evento saranno proiettate le inedite puntate finali di "Lost" non ancora trasmesse da Raidue; sempre venerdì (intorno alle 12.00), il direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi presenta al pubblico e alla stampa il suo ultimo libro, "Faccia di Cuore".
Sabato 6 maggio, anteprime di: "I Simpson", "Alias", "Grey's Anatomy", "Streghe", "ER", "Dr.House", "The OC", "Prison Break", "One Tree Hill", "CSI"; sempre sabato è previsto l'incontro con Kate Mulgrew di "Star Trek Voyager" ed è in via di definizione l'appuntamento con l'ospite/i di "The OC"; tra gli incontri, di notevole interesse il dibattito su "Gli eredi di 'Sex and the City'" e l'appuntamento con "Discovery Channel" sul confine tra realtà e fantasia seriale.
Domenica 7 maggio: "Bones", "Six Feet Under", "Desperate Housewives", "CSI: Miami+CSI: NY", "Medium", "Smallville", "Supernatural", "How I met your mother", "Kitchen Confidential", "Angel", "The L Word", "Queer as folk", "Courting Alex", "Out of practice"; tra gli incontri, quello tra i Fans Club dei telefilm e l'imperdibile "Gli indimenticabili Anni '80" che farà da antipasto all'attesissima anteprima europea della sit-com cult "Everybody hates Chris". Si ricorda che molti dei titoli succitati potranno godere di repliche e quindi si consiglia di prendere comunque visione del programma definitivo anche per gli orari definitivi delle proiezioni e degli incontri: questa è solo un'anticipazione di massima soggetta a cambiamenti dell'ultimo minuto, ma che può fornire un'indicazione generale. Si ricorda altresì che è attivo il Call Center, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18, per richiedere ulteriori informazioni e news in tempo reale del prossimo "Telefilm Festival": il numero è 02.40709790. Per le prenotazioni è già attivo il numero ad hoc dell'Apollo spazioCinema: 02.780390 (dalle ore 14.30 alle ore 22.30). Qui sopra, la locandina definitiva del prossimo "Telefilm Festival" che potrete anche vedere nelle vetrine delle Messaggerie Musicali di C.so Vittorio Emanuele di Milano a partire dal 2 maggio.
BOLLETTINO - "Una mamma per amica", è l’ora della…Fenn
“Una mamma per amica” sopravviverà ancora un (solo) anno: gli ideatori-coniugi Amy Sherman-Dan Palladino sono stati infatti ingaggiati da WB per scrivere una serie che ricordi la saga cine-letteraria Anni Trenta de “L’Uomo Ombra”, in particolar modo nello scoppiettante rapporto di coppia tra Nick e Nora scritto a suo tempo da Dashiell Hammett. Chi meglio di due autori sposati nella vita può far scintille in cotante sceneggiature? Il serial, di cui sono previste 6 puntate-antipasto, sarà ambientato ai giorni nostri a New York. I fans delle Gilmore si consolino con l’arrivo nel cast di Sherilyn Fenn, la mitica Audrey dai tacchi a spillo rosso fuoco-cammina-con-me in “Twin Peaks”: vestirà i panni della madre della figlia di Luke Danes (Scott Patterson). Tic-Tac(co), prima della fine, è l’ora della…Fenn.
(Articolo di Leo Damerini tratto dal "Bollettino dell'Accademia" sul "Telefilm Magazine" di Aprile)

venerdì 7 aprile 2006

BOLLETTINO - Amanda Righetti a nudo: “La mia adolescenza biseX-files”
Al liceo l’avevano soprannominata “Spaghetti Righetti” in quanto era davvero uno spago. “Ero magrissima e senza seno, poi dopo un’estate sono ‘esplosa’. I ragazzi hanno cominciato a farmi il filo per uscire. Io morivo dalla timidezza e mi negavo, dando l’aria di essere una che se la tirasse”. Difficile credere che la bella Amanda Righetti – interprete di Hailey di “The OC” e di Tessa in “North Shore” – abbia avuto problemi di questo tipo, soprattutto con il “seno” di poi. Ma al liceo colei che vedremo nel cult già segato “Reunion” (nel menù del prossimo “Telefilm Festival” di maggio) ha anche conosciuto le sirene di Saffo: “mi sono invaghita di una mia compagna di classe e per un certo tempo il mio cuore batteva solo per lei, più che per il classico capitano di hockey. Ma non ho osato andare oltre il desiderio”. La Righetti, che in “Reunion” vive in flashback nei mitici anni ’80 (“ho scaldamuscoli e tute aderenti in poliestere, praticamente in linea con il look di Madonna di oggi: la gioia del pubblico maschile!”), svela un aspetto inedito della sua adolescenza: “dopo la scuola ho lavorato per un po’ in un’azienda d’imballaggio situata nella mitica Area 51. Quel posto è inquietante e misterioso. Mi sembrava di essere al centro di un episodio di ‘X-Files’”. Ma chi avrebbe voluto veder uscire da uno dei pacchi che confezionava: Mulder o Scully?
(Articolo di Leo Damerini tratto dal "Bollettino dell'Accademia" sul "Telefilm Magazine" di Aprile)
L'EDICOLA DI LOU - Stralci e commenti sui telefilm dai giornali italiani e stranieri
CORRIERE DELLA SERA
"Roma" made in Usa, charme da telefilm
"La Roma della Hbo assomiglia più a una serie tv americana che a uno sceneggiato in costume nostrano (nella tradizione del «peplum»): non solo per come è costruita, ma anche per la tipologia di pubblico che finisce per raccogliere. Si sa che la narrazione in costume fa oggi fatica a raccogliere enormi masse di pubblico, anche quando è spettacolare e di alta qualità. A dicembre, con La maledizione dei Templari, la Rai provò la vetrina della rete ammiraglia: la media fu di 4 milioni di spettatori (16%), non pochi, ma non abbastanza per Raiuno. Più adatta a questo genere di prodotti la più limitata platea di Raidue, abituata alla serialità televisiva made in Usa, che si rivolge a bacini di pubblico compresi fra i 2 milioni e i 4 milioni e mezzo di spettatori (di queste settimane il successo di Lost: oltre 4 milioni di media). E' quanto accade con Roma, che fin' ora ha totalizzato 2.262.000 spettatori, con uno share medio del 8,60%. In questi casi bisognerebbe considerare non la semplice quantità del pubblico, ma la sua qualità (non a caso la serie è prodotta negli Usa). Ebbene, il pubblico che ha seguito fin' ora Roma è analogo all'abituale dei telefilm, con un solo limite. Si tratta di un' audience equilibrata fra donne e uomini, sebbene prevalgano di poco questi ultimi. Si tratta di un' audience con buoni o ottimi livelli d' istruzione e socio-economici. I migliori share per target sono raggiunti fra i laureati (quasi 15%), e nella fascia con ottime risorse economico/sociali (13% di share). Un pubblico esigente. Il solo limite, anche rispetto al consueto appeal della serialità Usa, è dato dalle fasce d' età cui Roma riesce a rivolgersi".
(Aldo Grasso, 03.04.06)

giovedì 6 aprile 2006

NEWS - Michelle Williams, l'ex Jennifer di "Dawson's Creeek" che ha sfiorato l'Oscar con "Brokeback Mountain", nel nuovo film di Woody Allen
(ANSA) - WASHINGTON, 6 APR - Michelle Williams, candidata all'Oscar per 'Brokeback Mountain', sara' tra gli interpreti del nuovo film di Woody Allen. Il nuovo lavoro di Allen, che sara' girato a Parigi, non ha ancora un titolo, ma sara' ambientato fra un gruppo di giovani americani che vivono nella capitale francese. Allen sta completando in questi giorni 'Scoop', il film numero 37 della sua prolifica carriera, ma e' gia' impegnato nel casting della sua pellicola successiva.

mercoledì 5 aprile 2006

TELEFILM FESTIVAL 2006 - Kate Mulgrew ospite del "Telefilm Festival": è stata la “capitana” Kathryn Janeway di “Star Trek: Voyager”, ma anche l’interprete della moglie di Colombo in un serial mai apparso in Italia
Kate Mulgrew sarà tra gli ospiti del prossimo “Telefilm Festival”, dal 5 al 7 maggio all’Apollo spazioCinema di Milano. L’interprete della “capitana” Kathryn Janeway di “Star Trek: Voyager” (in onda su Jimmy) si farà teletrasportare a due passi dal Duomo per incontrare, per la prima volta, tutti i fans italiani della serie cult. C’è già grande attesa per l’arrivo dell’attrice insignita del Saturn Award (l’Oscar della Fantascienza) proprio per la sua interpretazione del capitano Janeway. Ma sarà anche interessante farle due domande sul ruolo di moglie del tenente Colombo nella serie, inedita in Italia, “Mrs.Columbo” (1979), per il quale è stata candidata all’epoca al Golden Globe. Un motivo in più per accogliere Kate a braccia aperte è il suo impegno civile e sociale che porta avanti da anni, come dimostrano queste righe scritte di suo pugno: “Variety. Diversity. If these are indeed some of the spices of life, mine is most definitely well seasoned! Now we must work together to move forward remembering what we are – The United States of America. I urge you all to continue to be involved and aware of the world around you and to make every conceivable effort to end the war in Iraq. I continue to be very involved with the Alzheimer's Association – as their spokesperson and as a committed fundraiser. I have learned first hand the effects Alzheimer's has on its victims and their families through my own experience with my beloved mother. The research I have done and the education I have received at the hands of experts just reinforces for me the absolute need for more effort on everyone's part to triumph over this devastating disease. I will continue to tour with "Tea at Five", a project that delights me and brings me great joy every time I step onto the stage. Dates and locations will be posted on this website as they become available. As always, I would like to thank you all for your continued support of my work and my passions. It means a great deal to me. Sincerely, Kate”.
NEWS - Jessica Alba perdona "Playboy" che l'aveva messa in copertina senza il suo assenso
(ANSA) - NEW YORK, 5 APR - L'attrice americana Jessica Alba (n.d.r.: protagonista del telefilm-cult di James Cameron "Dark Angel") ha accettato le "scuse personali" del fondatore di "Playboy", Hugh Hefner, e ha perdonato la rivista per soli uomini che l'aveva resa 'ragazza copertina' senza il suo assenso. Alba aveva minacciato di far causa a "Playboy" per aver stampato in copertina nel numero di marzo una sua foto in bikini ottenuta dalla casa produtrice Sony. Secondo l'attrice di 'Sin City', l'immagine lasciava intendere ai lettori che altre foto di lei nuda sarebbero seguite all'interno della rivista. Le scuse di Hefner hanno pero' indotto Jessica ad abbandonare le vie legali. Il papa' delle conigliette si e' anche offerto di donare fondi a un'iniziativa di beneficenza scelta dall'attrice.
(ANSA).

martedì 4 aprile 2006

BOLLETTINO - Alyson Hannigan, da nerd lesbo a vamp sexy
Chi l’avrebbe detto che quello scricciolo di Alyson Hannigan, la mitica Willow di “Buffy”, si sarebbe trasformata da nerd lesbo in una vamp sexy? Certo, passando per la porky-comedy “American Pie” (dove spariva sotto il tavolo a sbucciarsi le ginocchia per la gioia del protagonista), affiancando Luke Perry nel 2004 a simulare orgasmi vocali nei teatri di Londra nella trasposizione teatrale di “Harry, ti presento Sally” e ora protagonista della sit-com rivelazione della CBS “How I met your mother” – in cartellone al prossimo “Telefilm Festival” - in cui interpreta la libidinosa (e spassosa) insegnante Lily. A 31 anni senza dimostrarli, fasciata in un tubino blu cobalto sfiorato dai capelli curati alla perfezione, sotto gli scatti del fotografo delle dive Roberto D’Este, Alyson ha ancora quello che Joss Whedon ha definito “the big-ass smile” (a voi la traduzione). Del resto l’ideatore di “Buffy” la conosce bene, visto che Hannigan e marito Alexis Denisof (l’interprete di Wesley in “Angel”) sono stati i padrini del figlio di Whedon. Quest’ultimo aggiunge: “Alyson ha due occhi da cartoon Disney e una bocca da scaricatrice di porto: è eccezionale”. Dal canto suo, l’attrice che ha cominciato la carriera a 4 anni quale testimonial di McDonald’s chiosa: “Penso che sia divertente sentire cose scandalose che escono da un faccino perbene come il mio”. Prossimamente al cinema nella commedia “Date Movie” (dagli stessi ideatori di “Scary Movie”), Alyson ha un sogno nel cassetto: “recitare con Jim Carrey, i suoi film sono opere d’arte. Con lui sono disposta anche a restare muta…”.
(Articolo di Leo Damerini, tratto dal "Bollettino dell'Accademia" del "Telefilm Magazine" di Aprile)
NEWS - Ultim'ora, Jerry Lewis guest-star di "Law&Order: Special Victims Unit"
(ANSA) - WASHINGTON, 4 APR - Jerry Lewis, comico e presentatore di fama mondiale, da anni protagonista di iniziative di beneficenza di grande richiamo, torna a recitare a 80 anni, in un ruolo drammatico per lui rarissimo. Lewis sara' l'ospite d'eccezione dl una puntata della serie tv 'Law and Order: Special Victims Unit', che va in onda anche in Italia su Retequattro. Negli Usa, il serial e' prodotto dalla Nbc. L'attore sara' lo zio homeless, ingiustamente sospettato d'omicidio, del detective John Munch, interpretato da Richard Belzer. Per Lewis, non e' proprio il debutto drammatico: nel 1983, nel film 'The King of Comedy' di Martin Scorsese, recito' il ruolo di un conduttore di talk-show rapito da un aspirante comico, Robert De Niro.(ANSA).

lunedì 3 aprile 2006

TELEFILM FESTIVAL 2006 - David Boreanaz disdice presenza al "Telefilm Festival" per la proposta imperdibile di un nuovo film. Confermata l'anteprima di "Bones", a cui si aggiungono "How I met your mother" e "Kitchen Confidential"
Purtroppo David Boreanaz non ci sarà. Come vi avevamo raccontato in precedenza, le trattative per averlo al IV "Telefilm Festival" erano avviate da tempo ed erano alla stretta conclusiva. Prova ne sia che nell'ultima email dall'entourage dell'attore si chiedeva la conferma, oltre ai vari voli in Prima e l'hotel a 5 stelle per 3 persone (richieste normali che l'Accademia aveva accettato), di un resort di benessere (altra richiesta avvallata). In data 28 marzo è arrivata l'email dal vertice dell'entourage che recitava testuale: "I just spoke with his mgr regarding dates and he has been offered a movie so this is on hold". In data 29 marzo, in seguito ai nostri solleciti per avere una risposta più chiara, si aggiungeva: "I will have a definite answer by end of week on David". Oggi da Cannes, purtroppo, la disdetta definitiva di Boreanaz per via di una proposta che un attore sempre più in ascesa com'è lui, obiettivamente, non può rifiutare: essere protagonista di un nuovo film. Scelta comprensibilissima e che l'Accademia dei Telefilm applaude augurandogli ogni bene in attesa di andarlo a vedere al cinema e sperando di poterlo ospitare in una delle prossime edizioni. La scelta di comunicare con ampio anticipo la presenza più che probabile di Boreanaz al "Telefilm Festival" è stata motivata dal fatto di poter consentire anche a chi non era di Milano di potersi organizzare per tempo ad un incontro che, ne siamo sicuri, avrebbe richiamato molta gente. Nonostante il rammarico di non averlo con sè, il "Telefilm Festival" conferma comunque l'Anteprima di "Bones" e raddoppia con le Anteprime di "How I met your mother" con Alyson Hannigan (la Willow di "Buffy") e "Kitchen Confidential" con Nicholas Brendon (Xander in "Buffy").
TELEFILM FESTIVAL 2006 - Al via da oggi, lunedì 3 aprile, le prenotazioni per la prossima edizione di maggio
E' tutto pronto per il varo della prima fase del Quarto "Telefilm Festival", in programma dal 5 al 7 maggio all'Apollo spazioCinema in Galleria De Cristoforis 3, in pieno centro a Milano. Da oggi, lunedì 3 aprile, scatta infatti l'ora X delle prenotazioni e quella delle informazioni in tempo reale grazie a due numeri telefonici ad hoc. Per prenotare gli abbonamenti - quello giornaliero a 12 Euro, quello di tutti e 3 i giorni a 30 Euro - sarà infatti operativo il numero dell'Apollo (02-780390), tutti i giorni dalle ore 14.00 fino alla chiusura delle casse (intorno alle 22.00). Sempre da oggi, lunedì 3 aprile, sarà attivo il numero di telefono per richiedere informazioni, news in tempo reale, aggiornamenti sul programma e gli ospiti: il numero di riferimento è 02.40709790, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 15 alle ore 18.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!