Viewers last month

venerdì 28 giugno 2013

PICCOLO GRANDE SCHERMO - Cavalca, cavalca mio cowboy...Johnny Depp al cinema nel film tratto dalla serie cult "Il Cavaliere solitario" 
(ANSA) - ROMA - Metti un po' di orgoglio pellerossa in un attore che, come Johnny Depp, ha origini Cherokee; metti poi un mito della cultura americana come 'Il Cavaliere solitario' (nato in radio nel '33 e divenuto famoso grazie a una serie tv degli anni Cinquanta), aggiungi infine tanti soldi, 250 milioni di budget, e crei cosi' il fenomeno 'The Lone Ranger' l'atteso film Disney di Gore Verbinski in uscita in tutto il mondo il 3 luglio. La serie tv cult Usa degli anni Trenta che aveva protagonisti poi il ranger (Clayton Moore) e il pellerossa Tonto (Jay Silverheels) aveva pero' un vizio di forma: Tonto, come appunto indica il nome, non era affatto smart e comunque sfigurava rispetto al Ranger e cosi', in questa nuova edizione riveduta e corretta di 'The Lone Ranger', la situazione si ribalta, o quasi. ''Quando da ragazzino guardavo la serie televisiva di 'The Lone Ranger' mi chiedevo sempre perche' il ranger dice cosa fare a Tonto?'' ha detto in un'intervista lo stesso Depp che nel film, oltre a interpretare Tonto e' anche produttore esecutivo. Cosi', nel segno che Tonto non e' affatto un selvaggio, troviamo al suo fianco il ranger John Reid (Armie Hammer), uno che si trasforma da uomo di legge in leggendario giustiziere, che, al contrario di quello che accadeva in tv, va a scuola di vita dal pellerossa. Insomma la situazione si ribalta in questo film che spiazza comunque anche il piu' fedele fan della coppia perche' il racconto e' del tutto inedito, una sorta di prequel in cui si assiste al nascere di questa divertente coppia di fuorilegge per amore della giustizia. Ora il Johnny Depp che si vede nei panni di Tonto, oltre a riscattare la popolazione pellerossa, da sfoggio di ironia surreale che ricorda anche troppo il pirata Jack Sparrow (non a caso dietro l'operazione c'e' il produttore re mida Jerry Bruckheimer). Un discorso a parte i panni vestiti da Tonto e voluti dallo stesso Depp. Se per Jack Sparrow l'ispirazione e' stata Keith Richards, questa volta Depp ha guardato a un quadro. Ed esattamente a 'I Am Crow' di Kirby Sattler.  Ovvero il dipinto di un guerriero indiano con alcune strisce verticali dipinte sul volto. ''La prima volta che l'ho osservato con attenzione ho avuto l'impressione di vedere quattro diverse 'sezioni' o 'anime' di quell'uomo - ha detto Depp in un'intervista -. Dietro di lui c'e' un corvo che vola. A prima vista mi era sembrato che fosse proprio appoggiato sul suo capo, cosi' ho deciso che come spirito guida mi sarei messo un uccello in testa. E lo consiglio a tutti, e' una cosa da provare. E' straordinario girare con un volatile come copricapo''. Nel cast del film, che racconta con grandi effetti speciali l'epopea western e la nascita dell'america con lo sviluppo delle ferrovie, troviamo: Tom Wilkinson, William Fichtner, Butch Cavendish, James Badge Dale, Ruth Wilson e Helena Bonham Carter.

mercoledì 26 giugno 2013

ESCLUSIVISSIMA - Clamoroso al Cibali! Eric Szmanda di "CSI" s'è fatto Dita Von Teese (a cappella)
Eric Szmanda di "CSI - Scena del crimine" ha uno scheletro burlesque nell'armadio. L'attore ha infatti partecipato ai cori della canzone "Disintegration" cantata dalla sexy-diva con il duo iper-cult inglese dei Monarchy, da poco uscita su iTunes e già nelle playlist e nelle radio che contano (si veda video sotto). A rivelarlo, sono stati gli stessi Monarchy - Andrew Armstrong e Ra Black - via twitter. Definita dal "Guardian" la "band dell'anno" al debutto nel 2009, i Monarchy si son fatti conoscere, oltre che per due album di musica elettronica di gran pregio, per essere stato il primo gruppo al mondo ad aver eseguito un concerto a Cap Canaveral per essere trasmesso dalla NASA nello spazio: l'evento ha richiamato la stampa specializzata di tutto il mondo. Il duo è anche rinomato per eseguire remix riempi-pista di star del calibro di Lady Gaga, Jamiroquai e Kylie Minogue. La collaborazione con Dita Von Teese ha i toni della leggenda: alla viglia del Capodanno dell'anno scorso, la regina dello strip-tease avrebbe chiamato i Monarchy pregandoli di passare l'ultimo dell'anno insieme a Parigi. Chissà che non abbia fatto parte della combriccola anche Eric Szmanda...

lunedì 24 giugno 2013

NEWS - Emmy per Emmy, è la volta buona!
Questa volta potrebbe essere la volta buona. Secondo voci ben informate, Emmy potrebbe associare il suo nome al premio omonimo. Nomen omen: Rossum, interprete di Fiona in “Shameless” (su La5 la prima stagione in 1° tv free ogni lunedì in seconda serata), sarebbe tra le favorite per aggiudicarsi il prossimo Emmy Award quale miglior attrice. A quanto si vocifera, sarebbe anche un modo per porre rimedio alla mancanza di riconoscimenti che contano nei confronti di una serie che, seppure tratta da un’originale inglese – e si sa quanto l’Accademia preposta a stilare le nominations storca il naso verso prodotti non Usa DOC - ha saputo lungo le stagioni sviluppare un profilo qualitativo eccelso. Emmy Rossum – oltre alle già note capacità di William H. Macy – in testa. Nel frattempo l’attrice che sembra legare la sua carriera all’omonimia – è stata citata tra le candidate ad intepretare la protagonista femminile di “50 Shades of Grey”: il suo secondo nome dopo Emanuelle è Grey! – è sul set del film dramedy “Comet”, mentre sono di prossima uscita nelle sale “You’re not You” – sul tema dell’eutanasia – al fianco del Premio Oscar Hilary Swank e Julian MacMahon (“Nip/Tuck”), nonché il thriller “Way Down South”. Tra un ciak e l’altro, Emmy ha già vinto il suo premio di stile: vedi qui. (Notizia tratta dalla Newsletter settimanale di QuiMediaset)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!