Viewers last month

sabato 14 giugno 2008

L’EDICOLA DI LOU - Stralci e commenti sui telefilm dai giornali italiani e stranieri
A cura di: Leo “Grant” Damerini

GRAZIA
No 'House', no party!
"Non ho mai visto 'Dr. House'. Trovo ridicoli questi serial. Anche quelli migliori, americani come 'E.R.', dove c'era George Clooney che faceva il pediatra e salvava tutti".
(Andrea Vitali, autore del best-seller "La modista" - Garzanti, 29.04.2008)

CORRIERE DELLA SERA
"Heroes", la forza dell'equivoco

"E' chiara la natura fumettistica di 'Heroes': c'è un vorticoso gioco di citazioni e autocitazioni, per la felicità dei fans. La voce fuori campo svolge un ruolo determinante: è insieme racconto e commento, epica e ironia. 'Heroes' si esalta nell'oscuro, coltiva l'equivoco, dissimula l'identità dei suoi protagonisti, non si priva dell'indeterminatezza. Non si accascia mai nelle miserie della chiarezza, come di solito fa la fiction italiana".
(Aldo Grasso, 20.04.2008)

ENTERTAINMENT WEEKLY
Recito, ergo sum

"E' divertente sentir dire che io sappia quali siano le mie capacità, perchè l'unica ragione per la quale ho cominciato a recitare è proprio per scoprirle...".
(Katee Sackhoff, 04.04.2008)

IL MESSAGGERO
House, alzati e cammina!
"Su Canale 5 la nuova serie del 'Dr. House' viene mandata in onda accoppiata con la vecchia. Scelta sindacabile ma su cui tralasciamo. ma almeno si eviti il ridicolo di lasciare alla fine di un episodio un House ferito quasi a morte per ritrovarlo sanissimo dopo un break pubblicitario nell'episodio della serie successiva".
(Alberto Guarnieri, 24.04.2008)

LA REPUBBLICA
L'ascesa di "The Closer"
"Un telefilm in salita, nel senso che migliora col tempo, è 'The Closer'. Brenda è matta come un cavallo e riesce a trasformare questa caratteristica in una non comune capacità d'intervenire con tempi e modi giusti nelle storie, trattando a puntino sia i colleghi che gli assassini. I primi sono quelli più complicati, visto che la squadra maschile non si è mai riavuta dallo shock causato dall'arrivo del capo femmina - nemmeno troppo avvenente. Ma in realtà è una forzatura d'interpretazione, avercene di squadre maschili così. In ogni puntata si ride assai - alla lontana la protagonista è una Ally McBeal poliziotta - fioccano battute (lo staff sta consumando il pranzo di un matrimonio miliardario che è saltato, uno dice: non c'è niente di meglio che mangiare la torta di matrimonio di qualcun altro)".
(Antonio Dipollina, 12.04.2008)

IL GIORNALE
Aiuto, troppo noir in tv!
"Che il genere thriller piaccia non è una novità, ma la tv ne sta abusando e finirà per rovinarlo. Non ne posso più di vedere carabinieri e poliziotti americani su ogni canale, a tutte le ore. Mentre la letteratura noir aumenta di spessore, la tv appiattisce e svilisce".
(Laura Grimaldi, 29.04.2008)

LA STAMPA
Il falso realismo de "I Cesaroni"
"'I Cesaroni' è realismo falso. Hanno contaminato uno pseudo realismo contemporaneo con la favola. E' la tecnica alla 'Pretty Woman': sotto l'illusione della critica sociale, ci sono scenari assolutamente fiabeschi".
(Laura Toscano, 22.04.2008)

OK!
Pissi Pissi, Cin Cin!
"La cosa più strana che abbia fatto è stata spalmare la mia urina sull'acne. E' successo anni fa. Ora ho scoperto il Botox e ne faccio volentieri a meno...".
(Vanessa Williams, 20.04.2008)

IL SOLE 24 ORE
Visco, ma quali telefilm guardi?
"La pubblicazione dei redditi su internet? E' un fatto di trasparenza, di democrazia, non vedo problemi: c'è in tutto il mondo, basta vedere qualsiasi telefilm americano".
(Viceministro dell'Economia Vincenzo Visco, 01.05.2008)

IL RIFORMISTA
I naufraghi della controriforma

"E' questa la forza di progetti narrativi come 'Lost': esprimono il coraggio d'affrontare la trama ingarbugliata dei nostri tempi. E' la storia di personaggi troppo umani, che non s'arrendono di fronte alla battaglia della vita moderna. Amano, odiano, mentono, ridono, si disperano. E ci credono ancora, accettano il confronto con le difficoltà e le frontiere da superare. Così diventano credibili, realistici: raccontano un frammento dell'animo umano, prendono vita, entrano nel fragile fluire del nostro presente. Sarà per questo che, dai tempi di Beppe Fenoglio, il nostro paese non riesce più a narrare l'epicità della vita. Siamo troppo presi a rimuovere la complessità del vivere moderno, troppo contro-riformistici per accettare un confronto diretto con la nostra ombra, e quella del nostro tempo. In fondo abbiamo già deciso: per noi è meglio prendere il sole in spiaggia, aspettando un miracolo".
(Remo de Vincenzo, 08.05.2008)

venerdì 13 giugno 2008

GOSSIP - Con il seno di poi, Eva Longoria non è incinta
(AGI) - Los Angeles, 13 giu. - Contrariamente a quanto ipotizzato da una larga parte della stampa rosa, Eva Longoria non e' in dolce attesa. A escludere la possibilita' e' stato Robert Verdi, stilista della 'casalinga disperata': uno dei due fortunati uomini - oltre al marito dell'attrice Tony Parker - a poter ammirare la Longoria senza veli. Ed e' proprio da un'osservazione di questo tipo che Verdi ha tratto le sue conclusioni. Lunedi' scorso i due sono stati avvistati nella boutique di Ferragamo, a New York, mentre facevano acquisti. E, tra un cambio e l'altro, Verdi si e' fermato a osservare un particolare del corpo di Eva che, in questi casi, non puo' mentire: il seno. "Non sono il suo ginecologo, sono solo il suo stilista - ha raccontato a People - ma io ho visto molte volte Eva nuda, conosco il suo corpo e il suo seno. E quello non e' il seno di una donna incinta". "E' la prima parte del suo corpo che dovrebbe mostrare per mettere a tacere tutte le indiscrezioni - ha scherzato Verdi - ma lei non lo mostra mai".
NEWS - La Nazionale chiede aiuto a "Walker Texas Ranger" e John Locke (meglio loro di Donadoni)
«Hanno mancato il primo appuntamento – pausa – e ora – pausa - sono attesi al riscatto». Con ritmi suadenti e voce caldissima e pastosa lo speaker degli spot sulle partite annuncia le gare come se stesse tentando di portarsi a letto i telespettatori. I fanatici hanno ovviamente riconosciuto il grande Rodolfo Bianchi, doppiatore del John Locke di "Lost" – nonché di "Walker Texas Ranger". (Antonio Dipollina per "La Repubblica")
GOSSIP - Clamoroso al Cibali! Pamela Anderson e Tommy Lee di nuovo insieme (preparate i DVD!)
(AGI) - Los Angeles, 13 giu. - Pamela Anderson e Tommy Lee tornano insieme. Lo ha rivelato lo stesso batterista dei Motley Crue che, intervistato da "Rolling Stone", ha confermato le indiscrezioni diun ritorno di fiamma con la ex star di "Baywatch": "Pamela e i bambini sono tornati a vivere con me. Finalmente le cose funzionano, lo vediamo dalla faccia dei piccoli: sono felici di vederci insieme, siamo tornati a vivere un'atmosfera fantastica". La coppia e' popolarissima tra i navigatori di internet per un video porno privato che, dopo essere stato smarrito dai due, e' finito sul web. Non e' la prima volta che la coppia, che ha divorziato nel 1998, prova a ritrovare un idillio: "Lo abbiamo fatto 800 volte, alla 801esima e' andata bene", scherza Lee. Dopo aver lasciato il batterista, la Anderson si e' sposata altre due volte, con Kid Rock e Rick Salomon: due matrimoni finiti entrambi malamente.

giovedì 12 giugno 2008

QUIZ - Chi è la Miss Fortuna dei telefilm?
Più fortunata di lei non deve esserci nessuno nel panorama telefilmico, vista la mira inconsapevole con la quale ha centrato il regalino naturale di cane (o di cavallo, visto il diametro?). La Miss Fortuna telefilmica alza la scarpetta con nonchalance, quasi a voler sfoggiare il defecato ornamento simile alle amate ciambelle di Homer Simpson e a lanciare una nuova moda: non solo d'ora in avanti il must è camminare nei prati con tacchi 12, ma possibilmente si deve cercare di inzaccherare le costose calzature (mica come fa Kate Moss, che quando va ai fangosi raduni rock calza stivali da giardiniera, lei esperta di erba, che sembrano usciti da Moroni Gomma). Mai più senza, verrebbe da dire...

mercoledì 11 giugno 2008

QUIZ - La Miss Retro dei telefilm era...
La Miss Retro dei telefilm, al centro (e di spalle) del Quiz del 26 maggio scorso era Laura Vandernoot, la già mitica Kara di "Smallville". Per più d'uno, quella faccia non era nuova: complimenti agli indovinatori Piviere, Gianluca, MayaRey, Fl@, AJ. A chi ha indovinato verrà recapitato un castello di sabbia costruito personalmente da Lauretta tra una pettinata di capelli e l'altra. A breve su Telefilm Cult un nuovo entusiasmante ed imprescindibile Quiz in vista dell'arrivo della bella (ma quando?) stagione...

martedì 10 giugno 2008

NEWS - "Dirt" va sotto il tappeto! Il telefilm con la friend Courteney Cox cancellato!
FX non produrrà la terza stagione di "Dirt". Lo ha rivelato la protagonista-produttrice Courteney Cox ad un galà benefico a Los Angeles ieri . Il secondo ciclo del telefilm è stato "tagliato" a causa dello sciopero degli sceneggiatori. La delusione è stata stemperata da una dichiarazione sul futuro: "io e mio marito David Arquette stiamo sviluppando una serie di progetti insieme che presto vedranno la luce...", ha affermato un'apparente serena Cox.

lunedì 9 giugno 2008

NEWS - Nell'America post-sciopero, un'estate di telefilm rosa-shocking
(ANSA) - LOS ANGELES - Dopo il disastro della stagione televisiva primaverile dovuto allo sciopero degli sceneggiatori, che per tre mesi ha paralizzato l'industria cinematografica e causato danni all'economia californiana per un miliardo e mezzo di dollari, l'estate americana sembra promettente per i telespettatori. Torneranno infatti sul piccolo schermo non solo i reality show che cercano nuovi talenti tra i cantanti e i ballerini, ma anche serie di successo come "Army Wives", che nel 2007 ha attirato un pubblico di piu' di 3 milioni di persone. I canali della tv pubblica, come Cbs e Nbc, si affidano soprattutto ai programmi ''senza copione'', come la nuova edizione di "So you think you can dance", in cui aspiranti ballerini si sfidano davanti ai giudici e si affidano al televoto, o Nashville Star, in cui alcune star si esibiscono a colpi di musica country. E' riservato alle celebrity anche il "Circus" in cui vip come Rachel Hunter impareranno i trucchi circensi. Torna, dopo quattro anni, anche un'edizione americana della "Talpa", che a differenza del programma italiano ha un cast composto da persone comuni. Sono pero' le fiction, che in maggioranza andranno in onda sui canali della tv via cavo, il vero punto di forza dell'estate. La seconda stagione di "Army Wives" riprende dal ''cliffhanger'', il finale sospeso del primo anno in cui le mogli dei soldati protagoniste dello show erano minacciate da una bomba. Il telefilm, una delle sorprese della scorsa estate soprattutto rispetto alla media di audience del canale Lifetime, racconta le vicende di una base militare dal punto di vista delle donne che vedono i propri mariti, e in alcuni casi anche i figli, partire per il fronte. Un ritorno anche quello di "Burn Notice", ambientato a Miami, un telefilm dai toni leggeri in cui un agente segreto viene ''bruciato'' dalla Cia senza saperne il motivo. Jeffrey Donovan interpreta Michael Westin, che dopo aver passato anni lontano da casa impegnato in varie missioni si ritrova ad affrontare il suo passato, compresa una ex fidanzata che ha fatto parte dell'Ira. Per mantenersi Westin, l'unico vero ''buono'' della serie, si improvvisa investigatore privato. Tra le novita' del 2008 c'e' "Swingtown", telefilm ambientato negli anni '70 in cui le coppie protagoniste utilizzano droghe e si lasciano andare a ogni tipo di pratica sessuale. La serie, un momento di rottura per il canale pubblico Cbs, vede il ritorno di Grant Show, interprete di "Melrose Place", al piccolo schermo. Jack Davenport e Molly Parker interpretano Susan e Bruce Miller, una coppia che, nel 1976, arriva in una periferia residenziale dall'apparenza perfezionista per scoprire che gli scambi di coppia e i party a base di cocaina sono all'ordine del giorno. Viene dal Regno Unito, invece, un'altra serie dai risvolti sexy: "Secret diary of a call girl", diario segreto di una ragazza squillo, e' interpretato da Billie Piper ed e' basato sul blog di una donna che, di fronte ad amici e parenti, finge di essere una segretaria per coprire il suo vero mestiere. Ha una protagonista femminile anche "In plain sight", che completa il quadro delle serie poliziesche seguendo le avventure di una US Marshall, un'agente che protegge i testimoni che hanno dovuto cambiare identita'.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!