Viewers last month

venerdì 27 maggio 2011

TELEFILM FESTIVAL 2011 - Omicidi senza colpevoli, serial in costume, luci rosse in salotto, cheerleaders per caso e tamarri a piede libero al centro della IX edizione della prima ed unica kermesse dedicata alle serie tv. Il francese Xanadu tra i titoli cult. L'Italia splende sul web col fenomeno Freaks!, l'America guarda al passato con Game of Thrones e Camelot. Gli Incorreggibili Andrés Gil e Natalie Perez ospiti già confermati. E non è ancora tutto...(aspettatevi altre sorprese nei prossimi giorni)!

L’attesa è finita.
Dal 27 giugno al 3 luglio 2011 al cinema Apollo di Milano torna per il nono anno consecutivo il Telefilm Festival, l’appuntamento più atteso da tutti gli amanti e gli addetti ai lavori del genere seriale, organizzato dall’Accademia del Telefilm in collaborazione con Tv Sorrisi e Canzoni. Un appuntamento che cambia la sua fisionomia così come sono cambiati i telefilm, la loro fruizione, le loro storie. Le piattaforme si moltiplicano, i tempi si accorciano, le tematiche d'attualità scavalcano lo schermo e il festival si dilata lungo tutta la settimana. Più incontri, quest'anno, più serate a tema legate a prime visioni linkate al quotidiano, alle mode, alle tendenze, ai drammi e alla curiosità dei nostri tempi, in una settimana ricca di ospiti, appuntamenti, sorprese. Il tutto ad ingresso libero. Ecco una prima tranche di anticipazioni ad un mese dalla partenza.

Sempre da non perdere le anteprime proposte dal TF2011 che danno vita a momenti di incontri che linkano biunivocamente la fiction alla realtà di tutti i giorni. Spicca, tra altre proposte, l'anteprima esclusiva di Xanadu, il telefilm francese di cui parla tutta Europa (secondo alcuni la più riuscita serie della stagione nel Vecchio Continente), struggente ritratto di interno familiare sullo sfondo dell'industria pornografica, con tanto di taglio nouvelle vague e richiami al classico mal de vivre, che ha suscitato un dibattito in patria per via della trasmissione sul celebrato canale culturale Arté. Alla visone aperta al pubblico seguirà l’incontro “Porno Salotto: quando le luci rosse sono una questione di famiglia”: ad animare l'appuntamento, tra i nomi già confermati, Angela Rafanelli (già conduttrice di "Loveline" su MTV e attuale protagonista de "Le vite degli altri" su La7) e Nina Palmieri, conduttrice di "Sex Education Show" su FoxLife. Al termine dell'appuntamento, l'inedito Skin con una disinibita Olivia Wilde, serial anch'esso ambientato nel mondo delle luci rosse che si accendono tra le mura domestiche, generando conflitti familiari devastanti.

Dal 1° luglio Mediaset Premium lancia il canale Premium Crime e porta al Telefilm Festival, giovedì 30 giugno, le due serie tv che battezzano la rete. Law&Order: Los Angeles (in onda dal 1 luglio 2011 su Premium Crime), il quinto spin-off del serial più longevo della tv americana ("L&O") sempre firmato dal deus ex machina Dick Wolf, con protagonista l’attore britannico Alfred Molina. Chase (in onda dal 4 luglio su Premium Crime), serie televisiva poliziesca americana andata in onda su Ncb, ideata da Jennifer Johnson e prodotta da Jerry Bruckheimer, in collaborazione con la Warner Bros Television. Un'indagine sul crime è “Il delitto imperfetto”, l'incontro moderato dal popolare criminologo Massimo Picozzi che analizza con giallisti, giornalisti e protagonisti del piccolo schermo il boom televisivo di questa stagione nato attorno agli omicidi irrisolti e senza un colpevole che hanno contraddistinto la cronaca nera ed infiammato l'Auditel.

I serial in costume sono tra i filoni più in auge della recente serialità americana.
Esclusiva già confermata al nono TF spicca Camelot (in onda dal 15 settembre 2011 su Joi), tra i serial più attesi della prossima stagione, apripista della nuova ondata di fiction storiche da "spada nella Roccia". Tra i protagonisti, la splendida Eva Green (nei panni di Morgana), ex Bond girl scoperta da Bertolucci in The Dreamers, nonché l’affascinante Joseph Fiennes (Merlino), reduce dal recente FlashForward.
Vento freddo del nord, spade, cavalieri e intrighi sono al centro dell'epico Game of Thrones (in onda in autunno su Sky Cinema 1 HD), kolossal targato HBO dagli effetti molto speciali e dalla lunga e costosa gestazione che ne ha incrementato la mitologia, tratto dal primo omonimo romanzo del ciclo “Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. R. Martin. Tra i volti noti emergono Lena Headey (Terminator: Sarah Connor Chronicles), Charles Dance (Alien3) e Sean Bean (Il Signore degli Anelli).
Due telefilm, Camelot e Game of Thrones, che sono il presente e il futuro del genere fantasy su piccolo schermo, due rivoluzionari esempi di come spesso i telefilm tentino con successo l’assalto ai temi cari del cinema, facendoli propri e addirittura rilanciandoli a più alti livelli.
Un altro salto indietro nel tempo, e sempre in costume, è l'anteprima di Spartacus - Gods of the Arena (su Sky Uno dal 25 agosto), prequel-peplum dell'originale Spartacus - Sangue e sabbia, incentrato sulle gesta del gladiatore Gannicus (interpretato dall'aitante Dustin Clare) e che vede il ritorno in scena dell'ex "Xena" Lucy Lawless, nei panni (sovente al vento) di Lucrezia, al centro di scene che lasciano ben poco all'immaginazione...

Il TF2011 è oltremodo lieto di accogliere il fenomeno tutto italiano Freaks!, la prima web series che con oltre un milione di “spettatori” ha già attirato l’attenzione di media e addetti ai lavori. Scritta, diretta e interpretata da giovani creativi, oltre che vere e proprie celebrities di Youtube quali Guglielmo Scilla, a.k.a WillWoosh, Claudio Di Biagio, a.k.a Nonapritequestotubo, Matteo Bruno a.k.a Canesecco e Giampaolo Speziale, leader del gruppo degli About Wayne, la serie ha tutti i numeri per essere il prototipo di un nuovo genere e di una palpitante linfa vitale, oltre che esempio di come ormai la creatività e le novità nascano sul web e non più sulla tv generalista. Il TF2011 proporrà lunedì 27 giugno una maratona di tutta la serie, compresa l'anteprima dell'inedito ed attesissimo ultimo episodio, alla presenza del cast in sala.

Nuove generazioni, nuovi italiani, un canale dedicato a loro. Al Telefilm Festival ospite speciale Babel - Tutti i colori dell'Italia (Sky, canale 141), innovativa emittente, finestra aperta sulle storie, gli usi, i costumi dei migranti, nata per approfondire temi dell'immigrazione e dell'integrazione nel nostro Paese visti attraverso rassegne di documentari, prime assolute di serie tv e docu-fiction sottotitolate in italiano. Seguendo questo fil rouge, Babel presenterà in occasione del TF2011 le nuove fiction che comporranno la programmazione estiva del canale.

Dopo il boom di presenze per Laura Esquivel de Il Mondo di Patty al TF 2009, la nuova edizione della kermesse conferma l'occhio di riguardo verso il pubblico teen con la serie argentina Incorreggibili e la partecipazione dei suoi amati protagonisti Andrés Gil e Natalie Perez, i quali per l’occasione incontreranno i loro fan sabato 2 luglio. La serie è un prodotto di lunga serialità (150 puntate di 1 ora ciascuna in onda su Boing TV), ideata e creata dagli stessi autori de Il Mondo di Patty.

Anche le cheerleaders hanno un cuore in Hellcats (su Mya dal 26 luglio), altra anteprima questa volta ambientata in un college dove una studentessa che deve rinunciare alla borsa di studio per tagli al budget viene catapultata nel mondo delle tifose danzanti a bordo campo...(la serie ha lanciato in America due belle future promesse quali Ashley Tisdale e Alyson Michalka). Ad aprire l’anteprima, domenica 3 luglio, le acrobazie delle prime e più note cheerleader italiane: le All Star Milano capitanate dalla norvegese Jennifer Lechner, le quali risponderanno altresì alle domande del pubblico sulle curiosità dell'universo cheerleader anche in rapporto ai recenti esempi seriali ("Glee" su tutti).

Tamarri si nasce o si diventa?”: è il tema dell'incontro, martedì 28 giugno, in occasione della presentazione del cast della nuovissima docufiction "Tamarreide" in onda da giugno su Italia 1 in prima serata, accompagnato da esperti di tendenze, di spettacolo e di look per compiere un viaggio tra i tamarri non solo televisivi. A corollario dell'appuntamento, il TF propone l'anteprima di Shameless (su Mya dal 10 ottobre), lodata da "Hollywood Reporter" come "esempio eccellente di tv da vedere" e che vanta la famiglia americana più squinternata degli ultimi tempi, tra problemi di alcolismo, turbe sessuali e debiti mai pagati. Tra gli interpreti da plauso, William H. Macy; produce il tutto John Wells, già dietro le quinte del successo di "ER". Chicca della serata anche la puntata imperdibile del serial anni '80 21 Jump Street - di cui l'anno prossimo ricorrono i 25 anni con tanto di pellicola-remake al cinema - che vede protagonisti due tamarri d'antan come Johnny Depp e Brad Pitt.

I fantasmagorici anni '80 rivivono anche nella sit-com domenicale di Studio 1 (canale 80 del dgt) Io e Margherita - prodotta da Stefano Timolina del Gruppo ST - in cui la coppia del Drive In formata da Enrico Beruschi e Margherita Fumero viene affiancata dai volti storici di quegli anni tv: da Sergio Vastano a Franco Oppini, da Patrizia Rossetti a Gigi Sammarchi e Maurizio Ferrini. Il cast farà rivivere al TF le atmosfere di quegli anni, tra ricordi e scenari che le nuove generazioni hanno conosciuto solo su YouTube.

E ancora: nuove puntate di Dr. House (Italia1), Bones (Retequattro), la serie più amata in Italia secondo il sondaggio di Tv Sorrisi e Canzoni in occasione dello scorso TF, The Vampire Diaries (in onda dal 11 ottobre 2011 su Mya), le battute finali di Smallville (Syfy Universal, in onda solo su Steel), la vita, la famiglia e i suoi mille problemi di Better with you (su Mya dal 25 luglio)... nonché la chicca Outsourced (in onda dal 30 settembre su Joi), telefilm ambientato in un call center indiano.

Se poi qualcuno avesse voglia di tirar tardi, il network AXN ha pensato ai nottambuli mettendo in piedi una maratona di titoli sci-fi del "terzo tipo"...


Vista la modalità ad ingresso libero fino ad esaurimento posti introdotta quest’anno, l’Accademia dei Telefilm intende agevolare quanti vogliano garantirsi un posto in sala offrendo la possibilità di diventare soci dell'evento acquistando un pacchetto esclusivo. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito http://www.telefilmfestival.it/
TELEFILM FESTIVAL 2011 - Verso sera le prime news!
A un mese esatto dall'avvio del Telefilm Festival (27 giugno-3 luglio, all'Apollo spazioCinema di Milano), saranno comunicate le prime news della nona edizione...Stay tuned!
NEWS - Bye bye, baby! Lo spin-off di "Bones" perde la sua protagonista femminile
"The Finder" is on the prowl for a new female lead. Sources close to the "Bones" spinoff confirm to TVLine that Saffron Burrows is leaving the show and her role is being recast. The ex-"Law & Order: Criminal Intent" detective played a cocky bar owner and helicopter pilot opposite star Geoff Stults. An insider says the role is being reimagined. In an interview with TVLine back in April, exec producer Hart Hanson revealed plans to add a new female character to the show named Isabelle. “She is attached to the Miami field office of the FBI or the Miami Dade police force,” he said of the still-uncast role. “She’s [Stults' character's] main squeeze — on and off.” Last week, Fox announced that "The Finder" would inherit "Bones" Thursday timeslot in January when the latter show goes on hiatus to accommodate Emily Deschanel’s maternity leave. News of Burrows’ departure was first reported by EW.com.

mercoledì 25 maggio 2011

NEWS - Che bella Riv(i)era! L'interprete di Santana in "Glee" al vertice della Top-100 delle donne più "hot" secondo il popolare sito lesbo AfterEllen. Nella Top Ten anche le colleghe di telefilm Heather Morris (seconda), Dianna Agron (ottava) e Lea Michele (decima)
Altro che le varie classifiche maschiliste col testosterone a palla di "Maxim", "FHM" o "GQ"...! La vera classifica che conta è ormai quella che annualmente stila il sito specializzato di cultura lesbo "AfterEllen" sulle 100 donne più "Hot" dell'immaginario. Ad aggiudicarsi la corona di vincitrice è stata quest'anno la sempre più emergente Naya Rivera di "Glee", l'interprete di quella Santana che ha dato vita ad una liason omosex tanto stupefacente quanto acclamata nel serial di Ryan Murphy. Non per niente, in seconda posizione si piazza Heather Morris, alias Brittany, colei che intrattiene la relazione con Santana. "Glee", evidentemente al vertice delle preferenze del pubblico lesbo, cala anche il poker nella Top Ten con la presenza di Dianna Agron in ottava posizione e Lea Michele in decima. In mezzo, le lettrici di "AfterEllen" hanno scelto Jessica Capshaw ("The L Word") al terzo posto, Sara Ramirez ("Grey's Anatomy") al quarto, Olivia Wilde ("Dr. House") al quinto. Amber Heard, prossima protagonista di "Playboy Club", ha ottenuto la sesta posizione, Shay Mitchell ("Pretty Little Liars") la settima, Lily Loveless ("Skins") la nona.

martedì 24 maggio 2011

TELEFILM FESTIVAL 2011 - In attesa dell'imminente prima tranche di news, il TF sbarca su Facebook con la nuova locandina

Dopo il successo ottenuto la scorsa edizione, la locandina firmata in esclusiva da Silver che ritrae volti storici e attuali delle serie tv viene riconfermata anche quest'anno, stavolta su fondale azzurro cielo...In attesa (trepidante ed imminente) della prima tornata di news sulla prima ed unica kermesse dedicata alle serie tv (dal 27 giugno al 3 luglio, all'Apollo spazioCinema di Milano), il TF è sbarcato su Facebook.



lunedì 23 maggio 2011

LA VITA E' UNA COSA SERIAL - C'è un limite ai telefilm in onda?
In tv ci sono troppi telefilm? La risposta affermativa e circostanziata è stata fornita da Gianluigi Paragone ai microfoni del programma di Radiodue "Un giorno da pecora". Paragone, per chi non lo sapesse, è sì il giornalista conduttore di "Ultima parola" su Raidue ma, quel che più conta in questo caso, è anche il vice-direttore della rete dove va in onda il suo talk-show d'approfondimento. Il fatto è che, a suo dire, "ci sono troppi telefilm su Raidue, che sembra Fox con un anno di ritardo e, se fossi direttore, non metterei tutti quei telefilm in palinsesto". Apriti cielo, con la risposta puntuale e precisa di Giorgio Buscaglia, responsabile della fiction di Raidue, a distinguere sulle serie in esclusiva e sui risultati ottenuti, "vincenti" sui competitor (si legga la risposta per esteso nell'Edicola di Lou di qualche settimana fa). Caso vuole che dopo l'esternazione di Paragone, "Desperate Housewives" sia traslocato da Raidue a Raitre e che il giornalista sia stato avvistato a colloquio con Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli per la poltrona di direttore di Raidue ("Dagospia" report). Ma siamo davvero sicuri che Paragone abbia torto? La domanda è provocatoria, ma proviamo per un attimo a decontestualizzarla, senza puntare l'indice su questo o quel network, semmai accendendo i riflettori sulla tv generalista. Giriamola così: e se ci fossero troppi telefilm scadenti e fuori tempo in onda, indipendentemente da quando e quanto vengano trasmessi? Nell'ultimo periodo, la realtà internazionale ha preso il sopravvento (due casi su tutti: Giappone e Libia). Meglio vedere in onda l'ennesima replica di "NCIS" o "CSI: Miami" oppure seguire un approfondimento sui rischi/vantaggi del nucleare? Certo, come direbbe il saggio, c'è spazio per entrambi, e poi dipende come venga confezionato lo spazio d'attualità, visto che parlare di sobria cronaca super partes è ormai diventata un'utopia generalizzata (e generalista!). Dal punto di vista più squisitamente contenutisco, invece, trovo che si stia profilando una dicotomia inedita, quantomeno nell'ultima decade. Ovvero che la realtà abbia superato i telefilm. Molti di questi, attualissimi non meno di un paio di anni fa, sembrano già "fuori sync". Nell'ultimo periodo erano le serie tv a raccontare passo passo, quasi in maniera maniacale, da telegiornale dell'anima, quanto succedeva là fuori, oltre la finestra. Ci ha avvisati "X-Files" nel 1993 che "la verità è la fuori". Oggi il quotidiano ha messo la quinta, la sesta, e ci ha sorpassati, ha superato qualsivoglia immaginazione. Mentre i nuovi telefilm (americani) guardano al passato o al fantastico, in attesa forse di leggere il futuro e incapaci al momento di leggere la realtà, sarebbe da "mad men" seguire un'ennesima replica de "La Signora in giallo", con l'assassino scoperto ormai centinaia di volte, mentre il fungo atomico dell'emergenza da "edizione straordinaria" divampa (assai più spaventevole di quello immaginifico di "Heroes"), vale la pena sacrificarne la (stra)visione per un portale d'informazione, tanto per sapere, ça va sans dire, se possiamo considerarci ancora europei (e se gli altri ci considerano tali). Il Paragone con la realtà è d'obbligo e non ha alcuna sceneggiatura già scritta.
(Articolo di Leo Damerini pubblicato sul Telefilm Magazine di Maggio)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!