Viewers last month

venerdì 14 dicembre 2007

NEWS - Le star telefilmiche si schierano in vista delle primarie USA. Ma alcune come Teri Hatcher si defilano e negano l'evidenza...
"A tre settimane dalle primarie, anche gli schieramenti politici delle celebrità (attori e cantanti) sono ormai pressoché definiti. Anche se – e questa non è una novità - le dichiarazioni di voto della fauna hollywoodiana sono come sempre una questione interna al Partito Democratico. Sono rari i personaggi del mondo dello spettacolo che ammettono apertamente di votare repubblicano, benché, paradossalmente, gli esempi più clamorosi di ex-attori o cantanti che si sono imposti anche in politica (Reagan, Clint Eastwood, Schwarzenegger, Sonny Bono, adesso Fred Thompson) portano tutti al Grand Old Party.Ma, normalmente, andare controcorrente a Hollywood non è opportuno. E’ sintomatico in questo senso l’esempio della “casalinga disperata” Teri Hatcher. Pur essendo una frequentatrice di casa Bush, ha pensato di rendere pubblico, tramite lettera del proprio avvocato distribuita alla stampa, di non essere repubblicana (ma neppure democratica). Semplicemente, fa sapere, non ritiene di voler utilizzare la propria notorietà e la propria immagine a scopi elettoralistici. Il che, dal mio punto di vista, sarebbe anche l’atteggiamento più serio ed apprezzabile, solo che, nel suo caso, si annusa a miglia di distanza la motivazione opportunistica al contrario. Ossia, in parole povere: la paura che, esponendosi dalla “parte sbagliata”, ci possano essere ripercussioni negative sulla propria carriera. A volerli cercare, se ne trovano anche di attori di cui si conosce la simpatia repubblicana.Qualche nome: Bo Derek, Kevin Costner, Mel Gibson, Paris Hilton, Bruce Willis, Dennis Hopper, Kurt Russell, Danny Aiello, Sylvester Stallone, Joe Pesci, Tom Selleck, Tom Berenger, James Belushi, James Caan, Scott Baio, Britney Spears, Paul Sorvino, Bruce Boxleitner, Leslie Nielsen, Shannen Doherty, James Woods, Hunter Tylo, Heather Locklear, Cheryl Ladd, Jaclyn Smith, Gary Sinise, John Voight, Janine Turner...ma, pur di non dover manifestare pubblicamente la propria idea politica, soprattutto in periodo elettorale, preferiscono eclissarsi.

Tra i pochi “coraggiosi” che hanno scelto di appoggiare i candidati del GOP ci sono Robert Duvall, Adam Sandler (per Rudolph Giuliani), Jim Caviezel e Chuck Norris (per Mike Huckabee). In confronto alla parte democratica è come voler affrontare una squadra che ha insieme Kakà, Messi e Ronaldinho, schierando in risposta Santino Quaranta.
Sulla sponda democratica, invece, a parte il caso clinico di Sean Penn che ha tanta simpatia per Hugo Chavez (al quale l’accomuna la faccia da cretino), c’è solo l’imbarazzo della scelta.E se a sostenere John beautiful hair Edwards ci sono Kevin Bacon, Tim Robbins, Madeleine Stowe, Jean Smart, Bonnie Raitt, Jackson Browne, Angelina Jolie, Neil Young, John Fogerty, Dixie Chicks, Harry Belafonte, l’emergente Dennis Kucinich (quello che ha visto atterrare gli UFO a casa di Shirley MacLaine) può contare su Michael Douglas e Stephen Stills.

A fare la parte del leone, per quanto riguarda il sostegno hollywoodiano, è naturalmente Barack Obama. La sua squadra è composta, tra gli altri, da: Oprah Winfrey, Jessica Biel, Scarlett Johansson, Jennifer Esposito, Kate Walsh, Olivia Wilde, George Clooney, Eddie Murphey, Steven Spielberg, David Geffen, Denzel Washington, Ben Stiller, Edward Norton, Will Smith, Laurence Fishburne, Rob Reiner, Matt Damon, Emilio Estevez, Sharon Stone, Halle Berry, Ben Affleck, Oliver Stone, Jennifer Aniston, Tobey Maguire, Morgan Freeman, Brad Pitt, Tyra Banks, Susan Sarandon, Ellen Pompeo, John Cleese, Louis Gossett, Billy Zane, Graham Nash, Bruce Hornsby, Jesse Dylan. Nonché Caroline Giuliani (figlia di), la quale, se tutto andrà come deve andare, tra un anno si ritroverà a pulire i cessi della Casa Bianca, così impara.

Anche Hillary Clinton ha la sua porzione di Hollywood, soprattutto bacucchi rintronati come Barbra Streisand, Elizabeth Taylor, Bette Midler, Tom Hanks, ma l’appassionata discesa in campo di Oprah Winfrey a favore di Obama è stato un brutto colpo per lei. Questo perché, a differenza di tutti i personaggi finora citati, i quali si fanno belli nel loro snobismo chic ma in definitiva non spostano un solo voto, Oprah Winfrey, invece, ha un’incredibile influenza mediatica, in particolare sul mondo femminile.
Per questo motivo la furba Hillary fa spallucce davanti al sostegno mondano e vippaiolo di cui dispone Obama e si rifugia nella sempre rassicurante immagine familiare, tirando fuori dall’armadio la madre e la figlia, da lei convocate in veste di damigelle. Tutti sanno che, in realtà, la fredda Hillary, partita come giovane sostenitrice di Goldwater, ha da sempre una sola cosa in testa e pur di arrivare alla Casa Bianca sarebbe disposta ad impersonare un Abramo ancora più oltranzista e sacrificare la stessa madre e la stessa figlia sull’altare presidenziale.Così come tutti sanno che la sua unione con Bill (con il quale è furente per via di contrasti sulla linea da tenere in campagna elettorale) è da decenni un’alleanza strategica prima ancora che un contratto matrimoniale. Però, nella mentalità americana, l’immagine, anche solo apparente, di una bella famigliola felice è un quadretto che piace sempre. Ne sa qualcosa Giuliani, sulle cui vicende familiari (mogli, divorzi, figli, amicizie gay) vanno quotidianamente a rompergli le balle. Abbastanza stranamente, invece, il clan Clinton ha lasciato cadere il fatto che il sostegno di Oprah Winfrey a Barack Obama, che tutti sottolineano come un grandissimo colpo ad effetto, potrebbe rivelarsi un boomerang per il senatore dell’Illinois. Se c’è una critica, infatti, che gli si muove è quella dell’inesperienza e della non sufficiente personalità a rivestire il massimo incarico istituzionale del paese.Bene, quello che si è visto in questi giorni, su televisioni e giornali, è stato qualcosa tipo: OPRAH WINFREY-Barack Obama. Non so se ho reso l’idea. Naturalmente, alla fine di tutto questo, va anche detto che il sostegno degli attori e dei cantanti porta tradizionalmente sfiga al candidato che se ne fa carico. Il che è pure giusto, dal momento che la maggior parte di loro sono degli snob ipocriti con una capacità intellettuale che non fa il solletico a quella dei ruminanti".
(Articolo di Alexandra Amberson tratto da http://alexandra-amberson.blogspot.com/)

giovedì 13 dicembre 2007

NEWS - Avanti, Walsh! La magnifica Kate a Roma per presentare "Private Practice": "I medici piacciono quando hanno difetti, ma Hugh Laurie non è il mio tipo"
Roma, 13 dic. - (Adnkronos) - "Oltre ad Addison, in 'Private practice' c'e' un cast eccezionale e personaggi unici, che non rendono affatto il telefilm un 'Grey's anatomy 2'. Shonda Rhimes, la sceneggiatrice, voleva parlare alle donne della sua generazione in 'Private practice': e' una serie molto piu' adulta perche' parla di persone che hanno ottenuto il successo nella carriera e si chiedono 'cos'altro devo raggiungere?' ". Lo dichiara alla presentazione di 'Private practice' la protagonista, Kate Walsh: lo spin-off dal telefilm su medici e amore, 'Grey's anatomy' in onda dal 10 dicembre il lunedi' alle 21.50 su Foxlife. La nuova serie, segue la storia di Addison, il personaggio della Walsh, il medico che si trasferisce a Los Angeles per cambiare vita a 39 anni, dopo le esperienze fallimentari in amore al Seattle Grace Hospital con il dottor 'Stranamore', interpretato da Patrick Dempsey e il dottor 'Bollore', Erik Dane. Nella clinica di Los Angeles, l'Ocean Wellness Center, Addison trovera' nuovi e vecchi amici: Naomy (Audra McDonald), Sam (Taye Diggs), Violet (Amy Brenneman), Cooper (Paul Adelstein) e Dell (Chriss Lowel). Soprattutto, Addison incontrera' Pete (Tim Daly), specializzato in medicina alternativa e interessato a lei. Shonda Rhimes, gia' creatrice di "Grey's anatomy', e' l'ideatrice e produttrice di "Private practice". Lo spin-off ha debuttato a fine settembre sulla Abc americana e con oltre 14 milioni di spettatori e' stata una delle serie piu' viste negli Stati Uniti questo autunno. "Grey's anatomy -prosegue Kate Walsh- e' come la scuola superiore, e' stata una parte della mia vita e mi manca. Sapevo che con 'Private practice' non sarebbe stata la stessa cosa: all'inizio avevo paura ma ora sono lusingata e il pubblico e' stato molto ricettivo. Non sapevo pero' che anche in Italia gli show sui medici avessero tanto successo!". "Si guarda al medico -sottolinea la Walsh sulla moda televisiva che da' spazio ai telefilm in corsia- come a un semidio e invece i dottori creati da Shonda sono fallibili e hanno molti difetti. In piu', si estremizzano le condizioni di questa professione, come nei polizieschi o nei thriller si portano all'estremo le storie di assassini". Invece, nella realta' Kate dice di essere restia alle visite mediche: "Non ho paura dei dottori, ma sono molto pigra e mi devo costringere a fare i controlli annuali. Preferisco i rimedi di medicina alternativa, come quelli che in 'Private practice' propone il personaggio di Tim Daly". Kate dice anche di avere qualcosa in comune con il suo personaggio, Addison: "Abbiamo entrambe il senso dell'umorismo, la forza nel carattere e...il gusto per le scarpe!". Per quanto riguarda i progetti per il futuro, Kate non ha il tempo di lavorare al cinema perche' "ho solo due mesi di buco, troppo poco tempo per fare un film, pero' mi piacerebbe essere in una commedia con Adam Sandler o in un film 'dark'. Vivo giorno per giorno: oggi faccio una serie nuova, poi vediamo. Gli attori hanno poca autonomia, percio' molti decidono di aprire ristoranti e hotel, ma non mi interessa questo tipo di investimento...". Anche i colleghi 'medici' di Kate hanno grande successo. "Hugh Laurie -dice l'attrice- e' molto talentuoso, ma come uomo non e' il mio tipo. Il nuovo film con Patrick Dempsey, 'Come d'incanto', non l'ho visto, ma mi hanno detto che e' molto bello".
Inoltre, Kate parla del suo striptease su internet, per il quale e' stata inserita da 'Maxim' al 52° posto della classifica delle donne piu' sexy. "Era solo un gioco -spiega l'attrice- e trovo ridicolo che si possa fare una classifica sui piu' sexy: almeno chi mi ha visto si sara' incuriosito e sara' andato a vedere 'Grey's anatomy per conoscermi!". Kate parla anche dello sciopero degli sceneggiatori, che ha bloccato Hollywood da varie settimane: "Sono d'accordo con lo sciopero perche' mio padre era un sindacalista quindi capisco le motivazioni di chi manifesta, ma se lo sciopero di una categoria significa che anche gli attori, i macchinisti, il giraffista e tutti coloro che vivono di quello stipendio non possano lavorare, sono un po' dubbiosa". Infine, Kate raccoglie i motivi per cui vale la pena vedere "Private practice": "Shonda Rhimes e' molto brava a raccontare storie e credo che molti si appassionino a seguirle. In piu', Addison, dopo il frastornamento iniziale a Los Angeles, penso che trovera' l'amore".
GOSSIP - Jessica Alba è incinta! Ma di chiiiii?
Giunge la notiziona inaspettata - quasi da "Clamoroso al Cibali" - della gravidanza di Jessica Alba. Inaspettata perchè da più fonti l'attrice più sexy del globo era data ormai single (vedi Post del 2 luglio 2007), salvo poi esser tornata a sorpresa e alla larga dai paparazzi con il fido Cash, evidentemente. Anche i gossippari a volte perdono colpi, mentre Cash i colpi sembra proprio non perderli...

(AGI) - Los Angeles, 13 dic. - E' in arrivo un bel bebe' per la coppia Jessica Alba e Cash Warren. Ad annunciare il lieto evento e' stato direttamente il manager dell'attrice, Brad Cafarelli, secondo il quale il bambino verra' alla luce tra la fine della prossima primavera e l'inizio dell'estate. L'amore tra l'attrice Jessica Alba, 26 anni, e il produttore Cash Warren, appena 28enne, era sbocciato durante le riprese del film i 'Fantastici Quattro', girato nell'autunno del 2004. Dopo un inizio molto travagliato, Jessica aveva deciso di provare a coronare il suo sogno d'amore, superando le iniziali paure del 'grande passo'. I due erano quindi stati fotografati teneramente abbracciati durante una passeggiata romantica per le vie di Los Angeles. L'acquisto di un materasso matrimoniale aveva indotto qualcuno a pensare che la coppia avesse progetti di convivenza, ma nessuno avrebbe mai detto che invece erano in procinto di costruire una famiglia. L'attrice, gia' impegnata sul set della commedia 'The love Guru', in compagnia del comico Mike Myers e del cantante Justin Timberlake, aveva inoltre annunciato che proprio la prossima estate avrebbe debuttato a Broadway con l'opera 'Speed-the-Plow'.
(Nelle foto, Jessica Alba nel suo nuovo completino premaman...)
NEWS - In medium ISTAT virtus telefilmorum: le serie tv toccano livelli record di presenza in tv anche secondo l'Istituto Nazionale di Statistica
Come anticipato allo scorso "Telefilm Festival" di Milano, i telefilm stanno toccando livelli record di presenza (oltre che di qualità) in tv. E' quanto emerge dall'Annuario Statistico Italiano 2007 dell'Istat.
La struttura del palinsesto delle tre reti pubbliche evidenzia una maggiore presenza di film nella programmazione di Rai Uno e Rai Due (pari rispettivamente al 19,2 per cento e al 12,4 per cento del monte ore complessivo di trasmissione televisiva) rispetto a Rai Tre (6,0 per cento). La programmazione delle fiction risulta piu' consistente su Rai Tre (10,7 per cento) rispetto alle altre due reti nazionali pubbliche (5,3 per cento per Rai Uno e 3,2 per cento per Rai Due). Per quanto riguarda, invece, i programmi televisivi trasmessi da Mediaset nel 2006, lo spazio maggiore risulta dedicato alle news (19,0 per cento), ai telefilm (16,3 per cento), ai film (16,1 per cento) e al varieta' (10,5 per cento). Inoltre, analizzando la composizione percentuale delle ore di trasmissione televisiva per tipo di programma, si osserva la presenza di un maggior numero di ore dedicate ai generi varieta', reality, tv movie, quiz e talk-show su Canale 5, di sitcom, cartoni e sport su Italia 1, nonche' di soap operas, telenovelas e programmi culturali su Rete 4.
Rispetto al 2005, mentre la programmazione complessiva di Mediaset per tipo di programma risulta sostanzialmente invariata, su Canale 5 si rileva una contrazione nella programmazione di varieta' (-3,5 punti percentuali) e film (-1,9 punti percentuali) a favore del genere reality (+2,3 punti percentuali) e dei quiz (+1,8 punti percentuali). Su Italia 1 si evidenzia una diminuzione del genere cartoni (-1,0 punti percentuali) e del varieta' (-1,1 punti percentuali) e un aumento di musica e sitcom (rispettivamente +0,6 e +0,7 punti percentuali); infine, su Rete 4 si osserva un aumento dei telefilm (+2,7 punti percentuali) e dei teleromanzi (+2,0 punti percentuali) e una contrazione tanto dei programmi culturali (-1,3 punti percentuali) quanto delle telenovelas (-1,8 punti percentuali). Considerando la programmazione della rete nazionale La7, per il 2006, le trasmissioni maggiormente presenti nel palinsesto sono quelle riguardanti i telefilm (20,4 per cento), i programmi culturali (18,8 per cento), i film (12,8 per cento) e i programmi informativi (11,7 per cento). I notiziari e l'attualita' occupano, rispettivamente, il 7,2 per cento e il 6,2 per cento delle ore di programmazione della rete.
(Per la foto del Post: copyright by Telefilm Cult, ripubblicabile solo con citazione della fonte)

mercoledì 12 dicembre 2007

NEWS - "Dollhouse", una serie coi..."Buffy"
Fans di "Buffy", riunitevi! Joss Whedon, ideatore della serie vamp-cult con Sarah Michelle Gellar, è di nuovo al lavoro. Per il suo nuovo telefilm, "Dollhouse", ha voluto al suo fianco la sexy Eliza Dushku di "Tru Calling", che in "Buffy" vestiva i panni di Faith. Il taglio del serial destinato al canale Usa FOX ricorda i precedenti illustri "Il Prigioniero" e "La fuga di Logan": alcune persone rimangono vittime di un esperimento che azzera la memoria in vista di una "riprogrammazione". Dushku, che ha ricevuto la proposta della parte durante un pranzo tête à tête con Whedon, interpreterà Echo, la prima a scoprire di essere una pedina del sistema. Il telefilm, del quale sono stati commissionati già 7 episodi, disporrà di un budget superiore al milione e mezzo di dollari a puntata.
(Articolo di Leo Damerini pubblicato su "TU")

martedì 11 dicembre 2007


GOSSIP ESCLUSIVO - Nuovo scandalo omosex per Jessica (Les)Biel! Un'amica le tocca il fondoschiena davanti a Justin Timberlake!
Jessica (Les)Biel è ancora al centro di uno scandalo omosex, ma questa volta davanti agli occhi del fidanzato (!?) Justin Timberlake. Oltre che di milioni di spettatori! La foto che vedete più in alto risale ad ottobre ma è stata pubblicata solo di recente. Allo stadio Lambeau Field di Green Bay, Jessica è a bordo campo insieme a Timberlake (segnato nella foto con "JT"), quando un'amica - si suppone - le si avvicina per toccarle il fondoschiena. Gesto scaramantico o evidente intimità? Certo, l'amica da dietro mostra spalle e muscoli degni di Gianluca Zambrotta, ma donna è! Successivamente sono apparse altre foto della (Les)Biel insieme alla sua amichetta dalla "mano morta" in giro a fare shopping (foto sopra). Dal davanti, la ragazza dal tocco cool assomiglia ad una versione corrazzata di Anna Tatangelo, ma la comunità gay ha notato un particolare non da poco: Jessica e la Schwarzy-Tatangelo indossano lo stesso modello di Vans a scacchi. Che servano a Jessica per fare il passo decisivo verso il "coming out"?
(Sulla presunta omosessualità di Jessica Biel, vedi anche i Post del 6 e 9 luglio 07 - in quest'ultimo è lei a toccare il sedere di una collega! - e quelli del 5 e 9 ottobre 2006)

NEWS - That's America! La Ferrera si sveste dal ruolo di "ugly" e diventa glamour
Guardatela, America Ferrera, sulle pagine dell'ultimo numero di "Marie Claire" edizione britannica. In posate foto in bianco e nero, truccata più pesantemente, la Ferrera appare degna di "Mode", la rivista che la vede protagonista premiatissima e amatissima nei panni trash ultra-color di "Ugly Betty". In pose da diva anni '50, stile Barbara Stanwyck, a new America is born!.

lunedì 10 dicembre 2007

NEWS - Ultima ora: non uno ma ben due o tre film su "Sex and the City"! Se il primo va bene, in rampa di lancio anche gli altri
(Italpress) - Mentre si attende per fine maggio l'uscita nelle sale di "Sex and the City: The Movie", i produttori della pellicola hanno gia' espresso l'intenzione di realizzare uno o due sequel della pellicola, come riporta il Daily Mail. Sarah Jessica Parker (Carrie Bradshaw), Kim Cattrall (Samantha Jones), Cynthia Nixon (Miranda Hobbes) e Kristin Davis (Charlotte York) potrebbero quindi tornare in altri due film, ma solo se il primo avra' un buon riscontro al box office.
P.S.: un motivo in più per accaparrarsi la Telefilm Shirt di "Sex and the City" scrivendo a telefilm_shirt@yahoo.it. Fate presto!
TELEFILM SHIRT - Il regalo più esclusivo del Natale! Le esclusive Telefilm Shirt di "Sex and the City" e "Buffy"!
Per Natale regala o regalati le esclusive Telefilm Shirt! Se sei un'amante delle serie tv o hai un amico o un'amica (mamma, cugino o parente) che adorano i telefilm, scopri come avere le esclusivissime Telefilm Shirt di "Sex and the City" e "Buffy". Scrivi all'email telefilm_shirt@yahoo.it e riceverai tutte le informazioni per riceverle direttamente sotto l'Albero, senza neanche uscire di casa! Fai in fretta però, le scorte natalizie si stanno esaurendo rapidamente...
NEWS - Fa freddo? Scaldatevi con la rossa Addison (altro che Meredith!). Da stasera debutta "Private Practice"
Da questa sera due serie medical - trasmesse in contemporanea con gli USA e in prima visione assoluta in Italia- sono protagoniste del lunedì sera di FoxLife (canale 111 di SKY): gli specializzandi del Seattle Grace Hospital tornano per la 4a stagione di "Grey's Anatomy" (ogni lunedì alle 21.00) e a seguire debutta la nuova attesissima serie "Private Practice"(ogni lunedì alle 21.50), spin-off di "Grey’s Anatomy", che ha segnato uno dei migliori esordi dell’autunno televisivo USA (oltre 14 milioni di spettatori).
Seguita da una media di 20 milioni di spettatori a episodio, "Grey's Anatomy" si conferma la serie medical più seguita della tv americana. La 4a stagione è all’insegna di alcune importanti novità: qualcuno esce di scena e arrivano nuovi personaggi, come Lexie Grey (Chyler Leigh), sorellastra di Meredith (Ellen Pompeo), che inizia il tirocinio al Seattle Grace. Un personaggio molto amato dal pubblico manca, invece, all’appello: è Addison Forbes Montgomery (Kate Walsh), che lascia il Seattle Grace per trasferirsi a Los Angeles ed iniziare una nuova vita. Dove la ritroveremo come protagonista della nuova attesissima serie Private Practice, ambientata in una clinica privata dove Addison lavora insieme ad un nuovo gruppo di medici.
Dopo l’episodio di anteprima trasmesso all’interno della 3a stagione della “serie madre”, "Grey's Anatomy", arriva su FoxLife (canale 111 di SKY) un’intera stagione dell’attesissimo spin-off "Private Practice", la nuova serie che vede protagonista assoluta uno dei personaggi più divertenti ed amati del Seattle Grace Hospital, ovvero la dottoressa Addison Montgomery (Kate Walsh). In prima visione assoluta in Italia dal 10 dicembre, ogni lunedì alle 21:50, subito dopo i nuovi episodi della 4a stagione di "Grey's Anatomy", la serie segue la storia di Addison, che ha deciso di lasciasi definitivamente alle spalle i disastri amorosi con il Dottor "Stranamore” (Patrick Dempsey) e il Dottor “Bollore” (Erik Dane), e, a 39, vuole ricominciare tutto da capo altrove. Si trasferisce nell’assolata Los Angeles per lavorare nella una clinica privata privata Ocean Wellness Center, dove lavorano Naomi (Audra Mc Donald), sua amica dei tempi dell’università, Sam (Taye Diggs), capo dello staff medico della clinica ed ex marito di Naomi, Violet (Amy Brenneman), una psichiatra in crisi sentimentale, Cooper (Paul Adelstein) il pediatra della clinica e il giovanissimo receptionist Dell (Chriss Lowel). Ma soprattutto Pete (Tim Daly), specializzato in medicina alternativa, affascinante e magnetico, che ha già catturato l’attenzione di Addison. E chissà che la nuova vita dell’ex signora Shepherd non parta proprio dall’inizio di un nuovo amore.
Anche "Private Practice" è creata da Shonda Rimes (vincitrice del Golden Globe come Miglior Serie Drammatica) ideatrice e produttrice di "Grey's Anatomy", che anche in questo caso riesce a mescolare sapientemente dramma e commedia, casi medici e intrecci amorosi, facendo ancora centro: ha debuttato a fine settembre negli Usa su ABC e con oltre 14 milioni di spettatori è stata una delle nuove serie più viste dell’autunno televisivo americano.
QUIZ - L'attore telefilmico "atterrato" dalla fan era...
Era Adam Brody, rimpianto ex di "The OC", l'attore telefilmico schiacciato sotto il peso della fan al centro del Quiz del 20 novembre scorso. Nella foto sopra lo si osserva dopo essere sopravvissuto all'abbraccio mortale che l'ha messo al tappeto erboso. Complimenti agli indovinatori Camilla e Gel. Una domanda: ma è peggio rimanere spappolato dalla fan troppo energica o sedersi di fianco a quell'aspirante Dexter sul divano della foto??? In attesa di scoprirlo con raccapriccio, nessun perda il prossimo entusiasmante Quiz-shock che Telefilm Cult ha in serbo per voi.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!