Viewers last month

sabato 25 aprile 2009

LA VITA E' UNA COSA SERIAL - Lo tsunami Maya: il Venerdì 13 della tv italiana
La notizia ha dell'incredibile. E mai termine fu più azzeccato: "Incredibile" come il titolo dello show più delirante mai concepito, perdipiù affidato a quella Miss Flip&Flop che risponde al nome di Veronica Maya, una che colleziona insuccessi come le biglie di Gimondi, una che quando le cancellano sistematicamente i programmi che presenta comunica che sì le dispiace, ma che intanto si prepara per il suo prossimo impegno (fornendo particolari sulla messa in onda del prossimo titolo-flop anche se mancano 6 mesi alla trasmissione); una delle ormai leggendarie Del Noce's Angels, una che al confronto della collega di scuderia delnociana Caterina Balivo rischia di passare simpatica, alla mano e senza troppe pretese. Insomma, per farla breve con un flashback alla "Lost", tutto è successo nella tarda serata di venerdì 13 marzo, una data che già doveva mettere in allerta i telespettatori più superstiziosi. Dopo la cancellazione di "Incredibile" su Raiuno che aveva toccato il fondo del 12% di share, Del Noce pensava bene di sostituire la Maya con un collega dal più alto pedigree ("Il Commissario Rex"), lasciando via libera a "X-Factor" (Raidue) di spostarsi al martedì per liberarsi dalla concorrenza delle tettone del "Grande Fratello" al lunedì. L'arrocco Rai provocava una contro-mossa Mediaset che muoveva la Regina De Filippi all'attacco, marcando i seguaci di Giusy Ferreri con i fanatici di Marco Carta. Ma non solo (e qui viene il punto): la serata "CSI" di Italia 1 si spostava di conseguenza al giovedì, mentre i cugini italiani dei "RIS" di Canale 5 traslocavano le piastrine al mercoledì. Uno tsunami di variazioni che mai come questa volta conquistava le prime pagine dei giornali (compresa l'impegnata "la Repubblica"): anche perchè a dar fuoco alla miccia contribuiva la dichiarazione della De Filippi di non essere d'accordo sullo spostamento (soprattutto in vista delle semifinali e finali di "Amici"). Senza prendere le parti di nessuno - non è questo che interessa - la notizia è un'altra: che nessun giornale (o quasi) ha dato notizia dello spostamento di "CSI" (e dei poveri "RIS"), preferendo puntare tutto il piatto sulla polemica De Filippi-Mediaset. Una diatriba più che altro ad uso giornalistico che è andata avanti per alcuni giorni (compresa l'ipotesi di un collegamento tra "Amici" e "X-Factor"), dimenticandosi del povero Grissom che, lungimirante come ha dimostrato di essere nel corso degli anni, aveva già fatto le valigie pronto a traslocare. Poi ci si sorprende se i giornali perdono copie! Certo, poi verrebbe da dire: poi ci si sorprende se la tv generalista perde spettatori! Ma la notizia più succulenta, che solo noi di "Telefilm Magazine" siamo in grado di darvi è un'altra, davvero....incredibile. La vera Maya che ha scatenato il putiferio più memorabile degli ultimi anni televisivi non era in realtà la Veronica delnociana, ma la fedelissima del Comandante Koenig di "Spazio: 1999". Capace di trasmorfarsi in qualsiasi entità umana ed animale, la nostra ha strabuzzato gli occhi e si è incarnata nell'essere più orripilante del sistema solare: la conduttrice di "Incredibile". Una volta mancatole l'aria (leggi: gli ascolti), Maya è fuggita dal corpo di Veronica e si è tramutata nel "Commisario Rex", preferendo gli uncini delle zecche a quelli dell'Auditel. Piuttosto che ospitare anch'essa Fiorello per pubblicizzare il suo show su SKY, la "spaziale" Maya si sarebbe fatta venire il pelo sullo stomaco (e non solo lì) rifiutando la proposta. Infine la trasformazione più difficile di tutta la sua vita: con un triplo salto mortale Maya è diventata metà Maionchi e metà De Filippi, un mostro della laguna nera da far ribrezzo ai più. Ma non alla stampa, per la quale c'è sempre un mostro, credibile o meno, da sbattere in prima pagina. (Articolo di Leo Damerini pubblicato su "Telefilm Magazine" di Aprile)

venerdì 24 aprile 2009

NEWS - Leccatevi i Buffy! Da lunedì il dra-cult "True Blood"
(ANSA) - ROMA, 24 APR - Sulla scia del successo dei film "Twilight" e "Lasciami entrare", arriva in Italia la serie "True Blood", dedicata al fascino dei vampiri, in onda dal 27 aprile - e per ogni lunedi' - alle 23 su Fox (canale 110 di Sky). Creata da Alan Ball, attraverso un mix di romanticismo, mistero e humour, "True Blood" e' ispirata alla saga letteraria Southern Vampires di Charlaine Harris. La serie e' ambientata in un futuro non troppo lontano in cui i vampiri - grazie all'invenzione di una bevanda a base di sangue sintetico chiamata "True Blood" - non necessitano di cibarsi degli umani, potendo vivere apertamente la propria condizione. Ma la tentazione e la dipendenza al sangue vero si riveleranno sentimenti forti. "True Blood" si svolge a Bon Temps - cittadina della Louisiana - che vede minata la coesistenza tra le due specie, umani e vampiri, da una serie di misteriosi omicidi. Le vittime sono giovani donne ed i sospetti ricadono sui vampiri, tra i quali c'e' il misterioso e affascinante Bill Compton (Stephen Moyer), appena arrivato in citta', la cui storia e' destinata ad incrociarsi con quella di Sookie Stackhouse (Anna Paquin), cameriera del Merlotte's Dinner and Grill. Sookie ha il dono della telepatia, ma al primo incontro con Bill scopre che con lui non puo' averla vinta, non riuscendo a leggerne i pensieri. Ben presto tra i due si creera' un legame profondo. Prodotta da Hbo in associazione con la compagnia di produzione di Ball (Your Face Goes Here Entertainment), la serie "True Blood" vede in Bill l'emblema del perfetto outsider, uomo elegante e alla vecchia maniera che non puo' integrarsi alla collettivita', ma che porta con se' intatti i valori di integrita' e di moralita', mentre a Bon Temps dilagano il vizio e l'ambiguita'.

martedì 21 aprile 2009

TELEFILM FESTIVAL 2009

IL PROGRAMMA DELLA SETTIMA EDIZIONE DEL TF!






NEWS - Corda tesa: morire per un telefilm. S'impicca a 22 anni dopo la cancellazione della serie tv dove recitava. L'Inghilterra sotto shock piange la giovane vittima del cannibalismo tv
Da Corriere.it - Una giovane attrice britannica è stata trovata morta impiccata sabato, dopo la cancellazione di una serie televisiva che la vedeva protagonista. Il cadavere di Stephanie Parker, 22 anni, è stato scoperto due giorni dopo l'ultimo episodio di «Belonging», che andava in onda sulla Bbc. Secondo quanto si legge sul Daily Mail, il suo corpo esanime è stato rinvenuto in un campo di Pontypridd, nel sud del Galles. La ragazza aveva un ruolo da protagonista in «Belonging» dall'età di 15 anni. Negli ultimi tempi interpretava un ruolo di primo piano anche in «Casualty» e «The Bill». Un portavoce della Bbc ha definito Stephanie Parker una giovane attrice «con un talento immenso».
Bruno Ventavoli, "La Stampa"
La televisione le aveva dato la vita. Alla fine gliel'ha tolta come in tutte le favole balorde della fama cannibale. La giovane attrice gallese Stephanie Parker è morta suicida lo scorso venerdì, dopo che la Bbc aveva chiuso la serie «Belonging» nella quale aveva recitato da star per sette anni. Carina, capelli neri con frangia, musetto adolescente, vistosi orecchini e solo un filo di trucco per mettere in risalto gli occhi dolci. Aveva appena 22 anni. Stephanie aveva rivelato un talento naturale per la recitazione. A 15 anni l'avevano scelta per la popolare serie che racconta avventure e disavventure della famiglia Lewis, simbolo del Galles che cerca di riconvertirsi alla modernità. E, stagione dopo stagione, aveva interpretato se stessa nell'addio all'adolescenza, crescendo praticamente in tempo reale sotto gli occhi dei fan teenager nei panni del personaggio Stacey Weaver. Lei infatti era nata proprio in quelle contee gaeliche di verde, rugby e birra, dove la serie veniva girata. Piccoli flirt, problemi del lavoro da trovare, guai scolastici, conversazioni al pub e alle tavolate di famiglia, come nelle canzoni dei Lostprophets, un gruppo che ha messo in rock l'adolescenza di queste parti (qui, tanto per citare, è anche nata la celebre voce di Tom Jones). La carriera di Stephanie s'era allargata ad altri telefilm prodotti sempre dalla Bbc, come «Casualty» e «The Bill», nonché in programmi radiofonici. Ma il suo cuore era rimasto a «Belonging», la grande avventura che le aveva regalato il sogno della celebrità, normalmente, senza dover pagar pegno ai tanti reality cacciatore di talenti.

lunedì 20 aprile 2009

TELEFILM FESTIVAL 2009 - L'Accademia dei Telefilm ha premiato oggi a Roma Miley Cyrus quale "miglior attrice teen della tv". Il filmato della premiazione in esclusiva al prossimo TF ad aprire la nuova sezione "Telefilm Kids" con Laura Esquivel ("Il mondo di Patty") e Miranda Cosgrove "ICarly")
Miley Cyrus
, la giovanissima star della Disney, sarà tra i premiati della 7° edizione del Telefilm Festival, la manifestazione organizzata dall’Accademia dei Telefilm che si svolgerà a Milano dal 7 all’11 maggio presso l’Apollo spazioCinema. Oggi a Roma in occasione della presentazione italiana di Hannah Montana: The Movie, il film tratto dall’omonima serie teen che l’ha resa famosa in tutto il mondo, il Telefilm Festival le ha consegnato il premio come “Migliore attrice teen della tv”. Miley Cyrus ha realizzato inoltre uno speciale video messaggio per tutti i suoi fan e il pubblico del TF che sarà proiettato in esclusiva durante la manifestazione come apertura del "Telefilm Kids", la nuova sezione del Festival dedicata alle serie teen e ai suoi protagonisti.
Un altro video messaggio in esclusiva per il TF anche da Miranda Cosgrove, vincitrice degli ultimi “Kids Choice Awards” e star del telefilm “iCarly”, di cui il Festival proietterà in anteprima assoluta una puntata speciale. Ed infine grande attesa a Milano per Laura Esquivel, la giovane star protagonista della serie “Il Mondo di Patty”, che incontrerà i suoi fan sabato 9 maggio alle ore 13.00 e per l’occasione il TF propone la proiezione di alcuni episodi inediti della serie.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!