Viewers last month

sabato 15 settembre 2007

NEWS - Emmy Awards 2007, domenica la gran serata (in Italia diretta su "E! Entertainment")
(Adnkronos) - 'E! Entertainment' propone anche quest'anno, domenica 16 settembre a partire dalle 22, in esclusiva per l'Italia, la lunga diretta del Red Carpet della 59esima edizione degli Emmy Awards 2007. Alla manifestazione che premia le serie e i protagonisti della televisione americana, 'E! Entertainment' dedichera' oltre 10 ore di diretta dallo Shrine Auditorium di Los Angeles con le interviste a tutti i candidati. In lizza, tra gli altri, James Gandolfini e Edie Falco ('I Soprano'), America Ferrera ('Ugly Betty'), Patricia Arquette ('Medium'), Sally Field ('Brothers &Sisters'). Per gli amanti della moda, mercoledi' 19 settembre alle ore 9.05, 'E! Entertainment' propone lo speciale Fashion Police dedicato agli Emmy Awards: tutti gli abiti sfoggiati dalle star riproposti e analizzati uno ad uno per assegnare anche quest'anno la palma di miglior e peggior look della serata.

Ecco le nomination principali degli Emmy Awards 2007. E voi, chi votereste?

Outstanding Comedy Series
Entourage • HBO
The Office • NBC
30 Rock • NBC
Two And A Half Men • CBS
Ugly Betty • ABC

Outstanding Drama Series
Boston Legal • ABC
Grey’s Anatomy • ABC
Heroes • NBC
House • Fox
The Sopranos • HBO

Outstanding Lead Actress In A Comedy Series
Desperate Housewives • ABC
Felicity Huffman as Lynette Scavo

The New Adventures Of Old Christine • CBS
Julia Louis-Dreyfus as Christine Campbell

30 Rock • NBC
Tina Fey as Liz Lemon

Ugly Betty
America Ferrera as Betty Suarez

Weeds • Showtime
Mary-Louise Parker as Nancy Botwin

Outstanding Lead Actress In A Drama Series
Brothers & Sisters • ABC
Sally Field as Nora Walker

The Closer • TNT
Kyra Sedgwick as Dep. Chief Brenda Leigh Johnson

Law & Order: Special Victims Unit • NBC
Mariska Hargitay as Detective Olivia Benson

Medium • NBC
Patricia Arquette as Allison Dubois

The Riches • FX
Minnie Driver as Dahlia Malloy

The Sopranos • HBO
Edie Falco as Carmela Soprano

Outstanding Supporting Actor In A Comedy Series
Entourage • HBO
Kevin Dillon as Johnny Drama

Entourage • HBO
Jeremy Piven as Ari Gold

How I Met Your Mother • CBS
Neil Patrick Harris as Barney Stinson

The Office • NBC
Rainn Wilson as Dwight Schrute

Two And A Half Men • CBS
Jon Cryer as Alan Harper

Outstanding Supporting Actor In A Drama Series
Boston Legal • ABC
William Shatner as Denny Crane

Grey’s Anatomy • ABC
T.R. Knight as George

Heroes • NBC
Masi Oka as Hiro Nakamura

Lost
Michael Emerson
as Ben

Lost
Terry O’Quinn as John Locke

The Sopranos • HBO
Michael Imperioli as Christopher Moltisanti

Outstanding Supporting Actress In A Comedy Series
My Name Is Earl • NBC
Jaime Pressly as Joy Turner

The Office • NBC
Jenna Fischer as Pam Beesly

Two And A Half Men • CBS
Holland Taylor as Evelyn Harper

Two And A Half Men • CBS
Conchata Ferrell as Berta

Ugly Betty • ABC
Vanessa Williams as Wilhelmina Slater

Weeds
Elizabeth Perkins as Celia Hodes

Outstanding Supporting Actress In A Drama Series
Brothers & Sisters • ABC
Rachel Griffiths as Sarah Whedon

Grey’s Anatomy • ABC
Katherine Heigl as Isobel “Izzie” Stevens

Grey’s Anatomy • ABC
Chandra Wilson as Dr. Bailey

Grey’s Anatomy • ABC
Sandra Oh as Cristina Yang

The Sopranos • HBO
Aida Turturro as Janice Soprano

The Sopranos • HBO
Lorraine Bracco as Dr. Jennifer Melfi

Outstanding Directing For A Comedy Series
Entourage • One Day In The Valley • HBO
Julian Farino, Director

Extras • Orlando Bloom • HBO
Ricky Gervais, Director
Stephen Merchant, Director

The Office • Gay Witch Hunt • NBC
Ken Kwapis, Director

Scrubs • My Musical • NBC
Will Mackenzie, Director

30 Rock • The Breakup • NBC
Scott Ellis, Director

Ugly Betty • Pilot • ABC
Richard Shepard, Director

Outstanding Directing For A Drama Series

Battlestar Galactica • Exodus, Part 2 • Sci Fi Channel
Felix Alcala, Director

Boston Legal • Son of the Defender • ABC
Bill D’Elia, Director

Friday Night Lights • Pilot • NBC
Peter Berg, Director

Heroes • Genesis • NBC
David Semel, Director

Lost • Through the Looking Glass • ABC
Jack Bender, Director

The Sopranos • Kennedy And Heidi • HBO
Alan Taylor, Director

Studio 60 On The Sunset Strip • Pilot • NBC
Thomas Schlamme, Director

venerdì 14 settembre 2007

NEWS - Kill "Heroes"! Tarantino rifiuta di dirigere il serial-evento ("Che roba è?")
(AGI) - Los Angeles, 14 set. - "Non conosco 'Heroes', non ho mai visto nemmeno una puntata". Con questa - inattaccabile - motivazione Quentin Tarantino ha 'gentilmente' rifiutato l'invito a dirigere un episodio della serie recentemente sbarcata in Italia, che nei mesi scorsi e' diventata un vero e proprio cult in mezzo mondo. "Stavano provando a convincermi a fare una puntata - ha raccontato il regista di 'Kill Bill' - Ma io non ho mai nemmeno visto il dannato telefilm! Che roba e' 'Heroes'?".
NEWS - David Boreanaz sotto attacco! "Bones" cancellato (probabile ritorno: primavera o Strenne), "Angel" criticato da "Libero"...E poi quei calzini verdi...
Per David Boreanaz è un periodo più nero delle tenebre che conosce come una guida indiana in un canyon innevato, visto che ha interpretato in successione i serial-dark "Buffy", "Angel" e "Bones". Per una strana coincidenza di eventi, "Bones" è stato cancellato momentaneamente da Retequattro (per il probabile ritorno si parla più probabilmente della primavera, anche se non è escluso un varco nelle Strenne natalizie). Come se non bastasse, il critico tv di "Libero" Alessandro Rostagno è stato tra i pochi giornalisti ad accorgersi di "Angel", anche se forse era meglio che non lo facesse. Nel suo pezzo del 8 settembre scorso, intitolato erroneamente "Chi si rivede, il fidanzato di Duffy" (con la D, non con la B!), egli scrive: "'Angel' è un titolo semplice e azzeccato. Immaginifico ed evocativo. Che dire di più? Non ci sarebbe da aggiungere altro e tanto meno il telefilm che si porta dietro. Chi invece voglia improvvidamente avventurarsi tra i suoi episodi troverà un sunto esaustivo delle singole sciocchezze caracollanti in palinsesti attigui., affondando nella melma del soprannaturale a basso costo, giusto per porlo al livello della ragionevolezza, che nello specifico di 'Angel' pare sia stata tumulata. Onde evitare che qualcuno potesse rinvenirla, pur nella certezza che nessun normodotato nella pienezza dei suoi sensi potrà mai cercarla proprio nel telefilm in esame, ricavato da altro già noto causa l'evidente taglio classicheggiante del titolo: 'Buffy, l'ammazzavampiri'. Che pure nella sua follia perlomeno odorava d'un vago olezzo umoristico, ora invece drasticamente perduto da tale 'Angel'. Attraverso il dissolvimento dei pericoli provenienti - nemmeno a dirlo - dalle tenebre del soprannaturale, assurgendo in questo modo a personaggio meritevole di convegni e assise. Poichè capace di unire il clichè demente da vampiro di fumetto. Al candore falso dell'altruista da copertina. Assumendo l'uno e l'altro, coraggiosamente, su di sè. Per scaricare appena possibile, meccanicamente, l'uno e l'altro su di noi".

Come se non bastasse, "Telefilm Magazine" in edicola ha scovato un particolare fetish racapricciante del bel David, reo di sfoggiare un paio di calzini verde marcio che non useresti neanche alla Befana del tuo peggior nemico! Scrive Sarah Testori nella rubrica, per l'appunto, "Fetish":
"Dimenticate talismani, amuleti, zampe di coniglio e collane di cornetti e peperoncini, l’ultimo grido in fatto di portafortuna pare siano i calzettoni di spugna. E possibilmente quelli variopinti e antiestetici che si tengono nel cassetto “da indossare solo ed e esclusivamente in casa se non si aspettano visite” oppure in quello “non li butto perché mi ricordano quando ero un adolescente disadattato anni ’80”. Il nuovo “trend” è stato lanciato dal bel David Boreanaz, protagonista di 'Angel', lo spin-off nato da una costola di Buffy l’amazzavampiri. L’attore statunitense dalle origini italo/ceche durante la prima giornata sul set del film 'Our Lady of Victory' (in cui David recita al fianco della Carla Gugino di 'Karen Sisco') si è fatto immortalare dal 'Philadelphia Inquirer' con un paio di sconvolgenti calzettoni verde smeraldo su cui sono stampati alcuni spiritelli appartenenti alla mitologia irlandese e la scritta “Luck of Irish”. Boreanaz, che nel 2005 ha smesso i panni del vampiro per passare a quelli dell’Agente speciale Seeley Booth nella serie Fox 'Bones', ha raccontato di aver comprato i calzettoni in Irlanda nel 1997 e si è detto convinto che il rito di indossarli il primo giorno di produzione di film e telefilm in cui lavora abbia aiutato la sua carriera. Ma Boreanaz, da vero trend-setter al contrario, non si limita ai calzini killer, indossando nella fotografia incriminata anche un paio di boxer verde acqua e - ciliegina sulla torta - una candida canotta che nonostante la fisicata crea un effetto complessivo stile Fantozzi in villeggiatura. C’è da chiedersi se dietro alla più che credibile interpretazione della liceale tormentata che ammazza vampiri Buffy/Sarah Michelle Gellar celasse la disperazione di un attrice costretta a trovarsi a stretto contatto con le tradizioni originali quanto poco igieniche del suo affascinante collega. Per non parlare delle voci che sussurravano una relazione extraconiugale di Boreanaz con la Gellar…forse la poverina si è vista persino costretta a lavare e stendere i calzini della fortuna! Comunque sia andata, una foto posata di questo tipo dimostra come l’imperativo “Be Ugly” si rifletta sempre più in alcune scelte d’immagine delle star telefilmiche. D’altronde, in occasione del primo giorno di un nuovo lavoro e sfidando le temperature estive, quale portafortuna da indossare sarebbe di migliore auspicio del variopinto poncho/souvenir di Guadalaja di Betty Suarez?".

giovedì 13 settembre 2007

GOSSIP - Porca Eva! La Longoria: "Un figlio? Solo dopo le 'Desperate Housewives'!"
(AGI) - Los Angeles - Prima il lavoro, poi la famiglia. Questo l'ordine delle priorita' dettato da Eva Longoria, che in un'intervista ha rivelato che al momento non e' in programma un bebe', dato che c'e' molto da fare sul set delle 'Desperate Housewives'. L'attrice 32enne, che e' sposata alla star francese dell'Nba Tony Parker, ammette che sia lei che il marito vogliono dei figli, ma che la famiglia non si allarghera' a breve: "Tony vuole dei figli, proprio come me. Ma io sto lavorando a una serie di grande successo, che e' anche la cosa piu' importante della mia carriera, e devo tenere in grande considerazione questa cosa". "Siamo giunti alla quarta serie - conclude la Longoria - e speriamo che ce ne saranno molte altre. Avere un figlio e' un grande passo, percio' aspetteremo un po' prima di prendere una decisione cosi' importante".
NEWS - "Lost" (and found): molti interrogativi svelati nella terza serie inedita, dal 1 ottobre su Fox
(ANSA) - Promette di svelare tutti, o quasi, gli interrogativi, la terza serie di "Lost", la fiction americana ad alta suspence che ha milioni di spettatori in tutto il mondo. La serie, ideata da JJ Abramas e Damon Lindelof, sara' in onda dal 1 ottobre su Fox (Sky) in anteprima assoluta. Ogni lunedi', doppio appuntamento alle 21:00 e alle 21.50 con la suspense al cardiopalma che ha conquistato spettatori negli oltre 200 paesi in cui viene la serie viene trasmessa. Eccezionalmente, solo per la partenza, il 1 ottobre, Fox trasmettera' ben tre episodi (alle 21:00, 21.50 e 22:40) per poi proseguire con la consueta programmazione di 2 episodi a settimana, ogni lunedi'. Chi sono e come vivono gli Altri, gli abitanti dell'isola piu' misteriosa della Tv? E perch‚ tengono prigionieri Jack, Kate e Sawyer? Qual era lo scopo della Dahrma Iniziative? Che esperimenti conduceva? E l'innumerevole sequenza di coincidenze che lega tutti i sopravvissuti del volo Oceanic 815, e che li ha condotti sull'aereo diretto da Sidney a Los Angeles, e' casuale o nulla accade per caso? "Lost", che ha collezionato tra l'altro 6 Emmy Awards e 1 Golden Globe come miglior serie drammatica, rappresenta un caso pressochè‚ unico nella storia della serialita' televisiva. Dalla messa in onda dell'episodio pilota, tra i piu' costosi mai realizzati, milioni di fan in tutto il mondo hanno iniziato ad avanzare ipotesi e supposizioni, nel tentativo di svelare i segreti dell'isola. Tra l'altro e' l'unica serie ad avere una data di conclusione con cosi' largo anticipo. Il network ABC, i creatori e i produttori esecutivi Damon Lindelof e Carlton Cuse hanno deciso che entro il 2010 tutti i misteri verranno svelati. Ancora 48 episodi, 16 per ogni stagione, per spiegare, svelare, chiarire ogni dubbio. La seconda serie si era interrotta lasciando in sospeso il futuro di alcuni dei protagonisti di Lost. Jack (Matthew Fox), Kate (Evangeline Lilly) e Sawyer (Josh Holloway) cadono, infatti, prigionieri degli Altri, mentre Michael (Harold Perrineau Jr) e il figlio Walt (Malcom David Kelley) vengono lasciati liberi di partire e abbandonare (forse per sempre) l'isola. Nella nuova stagione, con la momentanea uscita di scena di Jack, leader dei sopravvissuti, qualcun altro dovra' guidare il gruppo: forse John Locke (Terry O'Quinn), che crede fermamente che sia stato il destino a portarlo sull'isola, perchè‚ predestinato a conoscerne i misteri. O forse Sayid (Naveen Andrews), un ex soldato iracheno abile con la tecnologia ma soprattutto con le armi. O Juliet (Elizabeth Mitchell), con cui Jack stringe una strana e sospetta alleanza.

mercoledì 12 settembre 2007

SONDAGGI - "Heroes": Hiro Nakamura svetta, Matt Parkman si riprende. Cultura Summer-Pop: derby tra Rihanna ed Eva Longoria
Giro di boa per i due Sondaggi in corso lanciati da "Telefilm Cult". Quello sull'"Heroes" preferito vede svettare Hiro Nakamura con il 34% delle preferenze, seguito da Peter Petrelli al 22% e da un terzo posto che vede combattere all'ultimo voto Niki Sanders (15%) e Claire Bennet (14%). Per il quesito sull'evento Summer-Pop, è sempre più tète-à-tète tra Rihanna e la sua "Umbrella" con Eva Longoria e il suo Magnum Temptation.


NEWS - Saccà è contrario alla contro-programmazione tra serie italiane ("Distretto" vs. "Gente di mare"). E ai telefilm d'oltrefrontiera chi ci pensa?
(ANSA) - Roma, 12 Set. - ''Che ci possiamo fare, questa e' la vita. Avevano detto che non avrebbero contro-programmato. Pero' cosi' si fa un danno alla fiction italiana che si sta confermando una risorsa straordinaria per Rai e per Mediaset. Comunque, vinca il migliore'': il direttore di Rai Fiction Agostino Sacca' commenta cosi' la decisione di Mediaset di trasmettere la nuova serie di "Distretto di Polizia" in coincidenza con le prime due nuove puntate di "Gente di mare 2", che riparte lunedi' 17 e martedi' 18 settembre in prima serata (dal 25 settembre l'appuntamento passa al martedi' sera). ''La fiction al massimo fa il 50% di share - ha spiegato Sacca' - quindi e' naturale che qualcuno poi buschi. Occorre avere la consapevolezza che il prodotto di importazione americano nel prime time torna ad essere pericoloso. Rai e Mediaset alla fine hanno un destino comune''.
P.S.: Certo, ognuno tira l'acqua al suo mulino, ma come mai quando si scontrano telefilm d'oltrefrontiera nella stessa serata nessuno dice niente? Ah, saperlo...
NEWS - E' ancora tempo di "Flash Gordon" (grazie a "Smallville")
Dopo 77 anni dalla sua nascita, "Flash Gordon" è più vivo che mai. Il canale Sci-Fi ha rimesso mano al fumetto originale di Alex Raymond rilanciandolo in una serie tv in cui l'Uomo d'Acciaio ha il volto di Eric Johnson. Quest'ultimo, interprete di Whitney Fordman in "Smallville", era stato scartato proprio ai provini del telefilm sul giovane Clark Kent: la produzione gli aveva preferito il più affascinante Tom Welling. Il successo del serial sul Superman adolescente ha convinto i responsabili di Sci-Fi a produrre la serie che avrà un taglio più giovanilistico e ben poco da spartire con il memorabile film ultra-kitsch del 1980 con Ornella Muti desnuda sulle musiche dei Queen. Qui i protagonisti, tra cui spicca la bella Gina Holden nei panni di Dale Arden, la fiamma di Flash, sembrano usciti da uno spot di Armani o giù di lì.
(Articolo di Leo Damerini pubblicato su "TU")

martedì 11 settembre 2007

NEWS - Josh Holloway diventa barbùn come Robinson Crusoe
Clamoroso al CibaLost! Il bel Josh Holloway si è fatto crescere la barba sul set delle nuove riprese di "Lost" alle Hawaii. Eccolo ripreso la scorsa domenica mentre ciabatta fuori dal set. Commenta una sua fan americana della prima ora: "he is one of the few people who can totally carry off a gruff exterior like this and still be pretty dreamy". Aldilà di quello che comporti il pelame facciale di Josh nelle future trame di "Lost" (un naufragio? una prigionia? la caduta in una grotta...?), siete d'accordo con la sua seguace d'Oltreoceano dal punto di vista estetico?
PICCOLO GRANDE SCHERMO - Ultima ora: Jennifer Hudson, da "Dreamgirls" al film di "Sex and the City"
Roma, 11 set. (Adnkronos/Cinematografo.it) - Jennifer Hudson, gia' premio Oscar per "Dreamgirls", fara' parte del cast di "Sex and the City: The Movie". L'attrice sara' l'assistente di Carrie Bradshaw, sul grande schermo ancora interpretata da Sarah Jessica Parker. Le riprese del film - che raccontera' le vicende delle quattro protagoniste principali della serie a quattro anni di distanza dall'ultima puntata trasmessa dalla HBO - inizieranno il 19 settembre, ovviamente a New York. Kim Cattrall, Kristin Davis, Cynthia Nixon e Chris Noth hanno gia' firmato per reinterpretare i loro personaggi, mentre a dirigere il film ci sara' Michael Patrick King.
P.S.: Vuoi ricevere a casa la Telefilm Shirt di "Sex and the City"? Scrivi a telefilm_shirt@yahoo.it e scoprirai come...
ECCEZIONALE - In esclusiva su "Telefilm Cult" la sigla del IV Telefilm Festival di Milano!
A grande richiesta, pubblichiamo in esclusiva il video della Sigla del IV "Telefilm Festival" di Milano, svoltosi nel maggio 2006 all'Apollo SpazioCinema. Il plot si snoda attraverso una serie di chiamate telefoniche tra personaggi telefilmici, una sorta di passaparola via cavo per andare al "Telefilm Festival" seguito da una corsa per arrivare in tempo...Da "Il Prigioniero" a John Steed ed Emma Peel di "Agente Speciale" e a Simon Templar de "Il Santo", da "Buffy" a "Angel", dal tenente Sheridan a Colombo e Maigret, dai protagonisti di "Dawson's Creek" al poker di "Sex and the City" e al trio delle "Charlie's Angels", da "Hazzard" a "X-Files", fino alle coppie Sinclair-Wilde di "Attenti a quei due" e "Starsky&Hutch". Dallo spazio si "teletrasportano" addirittura Kirk e Spock di "Star Trek"! Concept by ld, manufactered by Rudy The Man, Crudo Production.

lunedì 10 settembre 2007

BOLLETTINO - L'Accademia dei Telefilm scrive a Nanni Moretti: "Fai qualcosa di sinistra, firma un telefilm!". La provocazione sul nuovo numero di "Telefilm Magazine" in edicola.
I telefilm? Il genere televisivo più a sinistra del momento.
E con questa tesi l'Accademia dei Telefilm - l'associazione culturale che si promette di promuovere la cultura pop delle serie tv - scrive una lettera aperta, dal sapore provocatorio, a Nanni Moretti: "fà qualcosa di sinistra, firma un telefilm!". La missiva, che vuole incitare tutti i cineasti italiani a non disdegnare le serie tv e magari a firmarne qualcuna, si trova nel nuovo numero in edicola di "Telefilm Magazine", la prima rivista dedicata alle serie tv.
"Caro Nanni Moretti - si legge nella lettera - ci rivolgiamo a Lei quale uno dei massimi esponenti del cinema italiano, ma anche con la speranza che La colga una ventata di sano revisionismo. Lei che in "Aprile", mentre assisteva allo sbarco di albanesi sulla spiaggia di Brindisi, si doleva per l'assenza dei dirigenti della sinistra esclamando: «Io me li ricordo alla Fgci, sono cresciuti vedendo 'Happy Days'. È la loro formazione politica, morale, culturale». Che a Lei ha risposto di recente Aldo Grasso sul "Corriere della Sera": "Magari i dirigenti della sinistra fossero cresciuti con 'Happy Days'! Ci avrebbero evitato anni di lotte fratricide, sfoghi di antiamericanismo e tanta incertezza politica derivante dal padre perduto (il comunismo)". Lei che si è beccato pure la bacchettata di Henry "Fonzie" Winkler: "'Happy Days' mostra una certa America, che puo' non piacere a certa sinistra, ma e' tutt'altro che qualunquista. Dopo l'episodio di 'Happy Days' in cui Fonzie va in biblioteca, il numero dei frequentatori giovani e' cresciuto del 500 per cento. Forse Moretti non sa nemmeno che alle convention di 'Happy Days' si manifestava contro la segregazione degli afroamericani e si facevano campagne a favore dei portatori di handicap". Polemiche a parte, l'anno che verrà potrebbe essere lo spunto per tentare la "Palombella rossa" in tv, nei telefilm, il genere televisivo più a sinistra di tutti. Anche quando racconta il jet set in fila dai chirurghi di "Nip/Tuck". Si riveda i dvd di "West Wing". I telefilm non solo non condizionano negativamente le future generazioni politiche, ma talvolta potrebbero assurgere a vademecum. Se la sinistra avesse gestito l'affaire Sircana-trans come quando il vicedirettore della comunicazione del Presidente degli Stati Uniti Sam Seaborn (Rob Lowe) scopre di essere andato con una prostituta, forse le cose sarebbero andate meglio. Si lasci tentare da un genere, quello seriale, che oggi permette dilatazioni e linguaggi che il cinema non offre; dove anche i silenzi fanno rumore e sono la punteggiatura del racconto, dove gli stati d'animo emergono fragorosi, dove la banalità è rara. Servono la Sua intelligenza e la Sua sensibilità per (ri)lanciare il telefilm italiano. Certo qualche passo si sta facendo: "Quo vadis baby?" di Salvatores e "Romanzo criminale" di Placido vanno bene, ma sono remake e sequel. Niente di nuovissimo. Servono sceneggiature originali. Qualcuno come Gabriele Muccino l'ha capito, solo che è andato a farlo in America. Dia l'esempio in Italia, Moretti. Poi, noi dell'Accademia dei Telefilm siamo sicuri, La seguiranno anche i vari Silvio Soldini, Mimmo Calopresti, Alessandro D'Alatri, Pappi Corsicato, Emanuele Crialese, Paolo Sorrentino, Paolo Virzì, solo per citarne alcuni. Tanti giorni felici, Caro Moretti. L'aspettiamo un giorno o l'altro nel fantastico mondo dei telefilm!".
NEWS - Ascolti: salvate la cheerleader! "Heroes" stenta a volare ma è al 14% di share nel pubblico attivo, boom per "NCIS" al 17% nel pubblico totale
Non ha ancora preso il volo "Heroes", che ieri sera è leggermente calato al 10.24% e al 11.52% di share nei due episodi (12.29% e 11.95% di share settimana scorsa al debutto). Tuttavia sempre buono il risultato del target commerciale 15-64 anni, quello del cosiddetto pubblico "attivo", quello che più interessa gli inserzionisti pubblicitari, dove il serial-evento di quest'anno ha raggiunto il 13.92% di share come media del secondo episodio. Ma il vero boom di ieri sera è quello sotto i microscopi del "NCIS", col 13.53% di share nella prima puntata e il 17.71% (!!!) nella seconda. Al momento i veri "heroes" dell'Auditel sono loro, per il futuro chiedete a Hiro...

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!