Viewers last month

sabato 19 gennaio 2008

NEWS - Da oggi ci meritiamo un bel Premium: sul digitale terrestre le anteprime di "Gossip Girl", "Bionic Woman" e le nuove puntate di "Dr. House"
Montecarlo (Adnkronos) - Mediaset lancia Premium Gallery, la nuova offerta di tv a pagamento di Mediaset Premium, e sfida Sky. La programmazione sul digitale terrestre iniziera' oggi, sabato 19 gennaio, a partire dalle 13.30, con film in anteprima e serie televisive per oltre 3 mila ore l'anno di prodotto tv. "Premium Gallery e' una grande novita' per il pubblico televisivo -ha detto Pier Silvio Berlusconi, vicepresidente del gruppo Mediaset, presentando a Montecarlo la nuova offerta- offriremo 3 nuovi 'mondi' con il meglio del meglio del prodotto Usa, ma non solo.
Premium Gallery e' un concentrato di qualita"'. E con gli accordi validi 4 anni siglati con Warner e Universal Mediaset sfila a Sky una fetta di mercato. "Senza questi prodotti -ha sottolineato Marco Leonardi, direttore del Digitale Terrestre di Mediaset- Sky perde ogni anni 250 film, cioe' il 30-35% del prodotto pregiato, e 185 stagioni di serie televisive, oltre il 40% della programmazione". Ma con Sky e' anche in corso una trattativa per trasmettere su satellite tutti i contenuti di Premium Gallery. "L'obiettivo di Mediaset attraverso Premium -ha spiegato Pier Silvio Berlusconi- e' di diventare editori per il maggior numero possibile di piattaforme. Per Premium Gallery ci sono trattative in corso con Sky e i maggiori operatori di banda larga. La trattativa e' a buon punto, ma ci sono ancora questioni sostanziali da risolvere. Ci sono continuamente incontri e a breve incontrero' James Murdoch". In ogni caso se non si dovesse trovare un accordo, ha detto il vice presidente di Mediaset, "questi contenuti saranno visibili solo su Premium. Non vogliamo fare una guerra al massacro, ma farci concorrenza cercando di convivere sul mercato. Anche se e' sempre piu' difficile". Trattative in corso anche con i principali operatori su banda larga: Telecom Italia, Fastweb e Tiscali.

Un mese di offerta di Premium Gallery costera' 8 euro e i programmi non saranno interrotti dalla pubblicita'. "Faremo pubblicita' -ha spiegato Pier Silvio Berlusconi, ma poca e di qualita' e senza mai interrompere i programmi". Marco Giordani, ad Rti e responsabile finanziario di Mediaset, ha sottolineato che "oggi sul digitale terrestre abbiamo 2,2 milioni di clienti con una spesa media di 50 euro. Nel 2010 puntiamo a 3 milioni di clienti e a far crescere la spesa media a 100 euro. Pensiamo di raggiungere il break even nel 2010". Intanto nel 2007 il fatturato del digitale terrestre di Mediaset e' stato di circa 200 milioni di euro, con una crescita del 70% sul 2006. L'offerta di Premium Gallery e' articolata su tre canali: Joi, Mya e Steel.


Joi, il canale "centrale", pensato per tutti, e' il mondo dei grandi classici e dei blockbuster del momento. Fra i film che verranno trasmessi King Kong, The Prestige, Inside Man, Intrigo a Berlino e Ocean's 13. Fra le serie, la quarta stagione, in anteprima assoluta, del "Doctor House", "Law and Order", "Without a trace", "Monk" e "Cold Case".
Mya e' dedicato al mondo delle emozioni, per un pubblico prevalentemente femminile e giovane. Fra i film in programma L'amore non va in vacanza, Orgoglio e Pregiudizio, American Dreamz, Volver e fra le serie "Gossip Girl", "Men in Trees", "The Closer", "Gilmore Girls" e "The O.C.".

Steel, brand di Nbc Universal, e' il canale dell'azione, del mistero e delle passioni forti. In programma film come White Noise, I figli degli uomini, The fast and the furious e 300. Fra le serie "Day Break", "Big bang Theory" e "Bionic Woman". Inoltre, in esclusiva in Italia, Steel ospitera' lo spazio Sci-Fi, il brand della Universal dedicato alla fantascienza e all'ignoto. I tre canali sono in onda 24 ore al giorni anche in versione"+1", con il palinsesto slittato in avanti di un'ora.

venerdì 18 gennaio 2008





GOSSIP - Kristen Bell si spoglia senza "Complex"! E il fidanzato Dax Shepherd esce allo scoperto dopo i lesbo-rumors su di lei e Hayden Panettiere...
Gli slanci di Kristen Bell lasciano il segno (e le copertine). L'ex interprete di "Veronica Mars" è la sexy-protagonista del numero di Gennaio di "Complex", dove la nostra non disdegna pose che aveva osato solo per "Maxim". Svestiti i panni della detective teenager, sembra che l'attrice ora voglia costruirsi un'immagine più "adulta", tant'è che in "Heroes" appare quasi la zia di Hayden Panettiere. Come se non bastasse, i siti lesbo all'insegna della pruderie spinta hanno addirittura vagheggiato più di un'amicizia tra Kristen e l'interprete della cheerlead-eroina ("Clamoroso al Cibalesbo!"). Nel frattempo, per tutta risposta ai gossip malevoli, la Bell attrice si è fatta (volutamente?) pizzicare dai paparazzi con il neo-fidanzato Dax Shephard, ex di Kate Hudson disposto a tutto pur di apparire, a South Beach. La sabbia sotto i piedi di Kristen scottava sempre di più (ci credo, usa le infradito!) e lui si è offerto come "tappetino".
PICCOLO GRANDE SCHERMO - Alleluja, Katie Holmes torna al cinema! Accanto a Diane Keaton in "Mad money", in uscita oggi in Usa. La signora Cruise nega flirt con il collega Adam Rothenberg sul set
(ANSA) - LOS ANGELES - Ha dato alla luce la bambina piu' fotografata al mondo, ha sposato Tom Cruise e ha corso la maratona di New York. Ora Katie Holmes torna al cinema, dopo un paio d'anni d'assenza dal grande schermo (l'ultima pellicola che l'ha vista nel cast e' stata "Thank you for smoking"). Ritorna con "Mad Money", commedia divertente in cui divide lo schermo con Diane Keaton e Queen Latifah. L'attrice, parlando alla premiere che si e' tenuta a Los Angeles, ha raccontato che solo quando ha iniziato a girare il film, il suo primo dalla gravidanza, ha capito di quanto e' importante per lei fosse avere una famiglia. ''Pensi a fare qualcosa che ti piace, come recitare, e sai di avere al fianco una famiglia che ti sostiene e che ti vuole bene, che ti permette di fare tutto milioni di volte meglio di quanto non facessi prima e che non sai quanto ti manca fino al momento in cui non l'hai e allora pensi: mio Dio, la vita puo' essere meravigliosa''. Katie Holmes ha avuto parole di congratulazioni anche per l'ex moglie del marito Tom Cruise. Nicole Kidman ha infatti annunciato di aspettare un figlio dal suo nuovo marito, il cantante australiano Keith Urban: ''Sono cosi' felice per lei, e' meraviglioso''. Della sua bambina, Suri, Katie Holmes dice entusiasta: ''E' un essere umano molto forte, sono orgogliosa di lei, e' intelligente ed e' magica''. Il film in cui e' protagonista, "Made money", racconta di Bridget (Diane Keaton), Nina e Jackie (che e' appunto il personaggio della Holmes), tre donne che ogni mese fanno fatica a far quadrare il bilancio e sono impiegate alla Federal Reserve. Un giorno le tre scoprono una grossa falla nel sistema monetario della Banca centrale degli Stati Uniti e decidono cosi' di provare ad approfittarne, risolvendo i loro problemi economici una volta per tutte. Durante le riprese del film immagini rubate sul set avevano mostrato Katie Holmes in intimita' con Adam Rothenberg, protagonista maschile della pellicola. Il pettegolezzo di una possibile relazione tra i due aveva costretto il portavoce di Tom Cruise a rilasciare una dichiarazione: ''Sono assolutamente a mio agio circa il nostro rapporto - aveva fatto sapere il protagonista di "Top Gun" - e sono accanto a lei per sostenerla con il suo lavoro sul set''.

Vedi il trailer del film in uscita oggi in America

giovedì 17 gennaio 2008

PICCOLO GRANDE SCHERMO - Ultima ora: che "Sberla"! Woody Harrelson interpreterà Murdock nel film di "A-Team"
(AGI) - Los Angeles, 17 gen. - "Dieci anni fa, gli uomini di un commando specializzato operante in Vietnam, vennero condannati ingiustamente da un tribunale militare. Evasi da un carcere di massima sicurezza si rifugiarono a Los Angeles". Con queste parole si apriva ogni puntata della serie tv 'A-Team', il gruppo di simpatici e folli mercenari assoldati da chi aveva problemi. Ad annunciare l'arrivo sul grande schermo dei quattro ex combattenti e' stato il regista, John Singleton, che ha dichiarato di aver gia' ingaggiato, per il remake cinematografico, Woody Harrelson per il ruolo di Murdock, il piu' svitato del gruppo. "Il copione e' pronto, ma manca tutto il resto, a partire dagli attori. L'unica persona che finora mi e' sembrata perfetta per interpretare uno dei personaggi piu' interessanti degli A- Team e' stato proprio Woody", ha spiegato Singleton al sito web Collider.com, sostenendo che il suo remake sara' diverso da quello ispirato a "Starsky and Hutch", un'altra mitica serie tv dell'epoca. "Non intendo ridicolizzare gli A- Team, anzi cerchero' di rispettare i canoni del film d'azione anni '80, prendendo spunto da capolavori quali "Die Hard" e "Arma Letale".
NEWS - AnnaLynne, una sex-bomb a "Nip/Tuck"
Si chiama AnnaLynne McCord e, c'è da giurarci, sarà il volto (e il corpo) rivelazione della quinta stagione di "Nip/Tuck", in onda attualmente su FX in America. Originaria di Atlanta, la bellissima attrice ventenne dallo sguardo che incanta interpreterà Eden Lord, colei che farà capitolare il Dottor McNamara (Dylan Walsh), fresco di separazione dalla moglie Julia (Joely Richardson). Ma non è la sola rivelazione: Eden è la figlia di una lesbica alla quale dà volto Portia De Rossi. In realtà il ruolo della "bella e dannata" è un classico della filmografia di AnnaLynne. Come tale è passata da guest-star nei telefilm "The OC", "Cold case", "CSI: Miami" e "Ugly Betty", dove interpretava la spregiudicata modella russa di nome Petra.
(Articolo di Leo Damerini pubblicato su "TU")

Vedi una compilation delle partecipazioni di AnnaLynne a "CSI: Miami", "Cold Case", "Ugly Betty" e "Transporter2"
NEWS - "Skylife", la guida gratuita di SKY diventa a pagamento, ma...

Scrive Maurizio Caverzan su "Il Giornale":
"E' già affiorata qualche polemica per il varo di 'Skylife', l'house organ della tv satellitare completamente rinnovato da questo mese e ancora per febbraio distribuito gratuitamente agli abbonati. Da marzo, invece, costerà 0.20 centesimi ai vecchi abbonati e 0.90 a quelli post-2005. Proteste delle associazioni dei consumatori, qualche articolo sui giornali, ma gli abbonati che volessero continuare a ricevere la guida gratuita dei programmi possono telefonare al numero verde o collegarsi al sito".

mercoledì 16 gennaio 2008

NEWS - Ascolti, Raidue avanti con "Lost" nonostante i bassi ascolti
(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Avanti con "Lost" nonostante gli ascolti inferiori alle aspettative: Raidue conferma la scelta di palinsesto che vede il lunedi' sera la terza stagione del telefilm raccogliere una media intorno al 7% di share. "Lost" resta al suo posto - spiegano a Raidue - per garantire continuita' e stabilita' al palinsesto e per dare spazio a un prodotto in linea con il target assegnato alla rete. A seguire le avventure degli ormai celebri superstiti del volo Oceanic Flight 815 - arrivate a sei puntate sulle 11 previste nella terza stagione - sono soprattutto donne (52%), di eta' compresa tra i 25 e i 44 anni (36.7%), residenti al Nord (52.7%), con un'istruzione medio-alta (42%) e con un livello socio-culturale medio-alto (53.7%).











BOLLETTINO - Raidue vs. Italia 1, tecniche di arrocco nei palinsesti
Se i palinsesti son scacchiere, immaginiamo quali giocatori al tavolo Italia 1 e Raidue, le due reti generaliste che più utilizzano gli alfieri-telefilm. La prima ha iniziato l'anno scorso a smarcarsi dalla classica programmazione di un'intera stagione seriale: da un lato ha creato serate ad hoc (come quella medical e quella poliziesca), dall'altra ha centellinato con successo prodotti di culto come "Dr. House" per prolungarne la popolarità. Una tecnica di "arrocco" già adottata in America per non far perdere appeal alle serie e per non far scemare la curiosità del pubblico: quella di suddividere le oltre 20 puntate di una stagione in 2 o 3 tranches nell'arco della stagione, con brevi intervalli tra una programmazione e l'altra. Raidue ha risposto dal canto suo sul finire del 2007 andando oltre. Ha sperimentato la tattica "mista" di generi: "Ghost Whisperer" più "Desperate Housewives", dove il fil rouge - si desume - era il taglio mystery al femminile. Anche questa una scelta per valorizzare e salvaguardare il magazzino, proponendo una sola puntata di ciascuna serie alla settimana e quindi prolungandone il periodo di trasmissione nel contesto di un mercato in cui la concorrenza satellitare non è certo all'acqua di rose. (Nelle foto, Jennifer Love Hewitt prima e dopo la cura Epifania)
(Articolo di Leo Damerini pubblicato su "Telefilm Magazine" di Gennaio)

martedì 15 gennaio 2008

NEWS - "RIS" all'aMATRIXiana! Anche Enrico Mentana nella quarta stagione del serial "made in Italy" che si promette di essere più vicino alla realtà (a noi basterebbe il realismo)
Roma, 15 gen. (Adnkronos) - ll 'Ris 4' stringe sull'attualita', con due casi in cui sara' facile riconoscere le analogie con la strage di Erba e con l'uccisione della giovane pakistana Hina Saleem, sgozzata dagli uomini di famiglia per non aver rispettato i dettami dell'ortodossia islamica, e sfida per la prima volta 'Don Matteo' con cui condividera' la collocazione del prime time del giovedi'. "Anche se penso a volte che lo scontro tra due ottimi prodotti possa penalizzare un po' entrambi, si tratta pur sempre della legge della concorrenza che e' anche uno stimolo a fare sempre meglio. Dunque godiamoci la sfida", dice Lorenzo Flaherty che torna a vestire i panni del capitano Riccardo Venturi anche nella quarta serie della fortunata fiction sui reparti di investigazione scientifica dei carabinieri prodotta da Pietro Valsecchi per Canale 5 che debutta giovedi' prossimo proprio contro il prete investigatore di Terence Hill che torna su Raiuno per la sesta serie. Quest'anno il caso 'orizzontale' che attraversera' tutti i 20 episodi (programmati due alla volta per 10 serate) e' quello di "un serial killer di cui si sospetta un passato nei reparti scientifici delle forze dell'ordine". Ma "la vera novita' -spiega Flaherty- e' che per la prima volta il pubblico potra' facilmente riconoscere tra i casi affrontati nei singoli episodi vicende di cronaca che hanno scosso l'opinione pubblica, come la strage di Erba e l'uccisione di Hina da parte del padre". Nello 'zoommare' sulla realta' 'Ris 4' ha chiesto aiuto anche ad Enrico Mentana e al suo 'Matrix': in uno degli episodi infatti il capitano Venturi sara' ospite del programma d'approfondimento giornalistico di Canale 5. "E Mentana dara' un'ottima prova nel recitare se stesso", assicura Flaherty. La quarta serie fotografa dunque anche il crescente interesse degli italiani per i casi di cronaca nera: "E' un fenomeno naturale -dice Flaherty- non morboso. Credo che certi casi, soprattutto quelli che succedono in realta' della porta accanto, suscitino degli interrogativi spontanei su come possa venir fuori una parte tanto malata dell'essere umano". Ma il protagonista sottolinea che in ogni caso, pur sollevando tematiche di interesse sociologico (dal fondamentalismo alla violenza in famiglia), la fiction di Canale 5 "non e' un prodotto ansiogeno: quello su cui ci concentriamo sono le tecniche di indagine dei Ris che portano alla soluzione del caso". Teniche costantemente aggiornate "con la fattiva collaborazione del Ris di Parma" e assolutamente aderenti alla realta': "Tutti i macchinari, le tecnologie e le procedute che usiamo sono quelle utilizzate dai repoarti scientifici dei carabinieri", sottolinea l'attore.
Cosi' anche le novita' del cast sono legate in qualche modo alle esigenze 'investigative': la new entry piu' importante della quarta serie e' quella di Fabio Troiano che interpreta Daniele Ghirelli, ex hacker e genio dell'informatica entrato nel Ris quasi per caso. Un anarcoide, costretto da un evento drammatico a cambiare vita, che piace molto a Venturi e che sara' determinante per il reperimento delle tracce informatiche dei delitti e per la soluzione di alcuni casi. Un altro personaggio che dara' moltissimo nella nuova serie, diretta ancora da Pier Belloni, e' il Giovanni Rinaldi interpretato da Michele Venitucci, apparso gia' sul finire della terza serie. Nella nuova serie verra' svelata la genesi della sua indole tormentata: un fratello morto suicida non piu' di un anno fa. Il legame fortissimo che Giovanni aveva con lui e' stato bruscamente spezzato ed ha lasciato il segno. Infine fa il suo ingresso nella squadra del capitano Venturi Giorgia Surina nei panni del sottotenente Michela Riva della territoriale, bella ragazza sui 26-27 anni ma anche estremamente determinata. Affronta sempre le situazioni di petto e questo le crea inimicizie ma anche grandi simpatie. A lei infatti e' legato un risvolto rosa della serie, grazie al flirt con un altro maresciallo..."Tutti i nuovi innestri hanno apportato un grande contributo. Il 'Ris' e' come una grande squadra di calcio vincente, dove ognuno che arriva e' messo in condizione di arrivare al goal", dice Flaherty che attualmente e' impegnato nelle ultime riprese del film tv mistery "Giro di vite" (tratto dall'omonimo racconto di Henry James), diretto da Marco Serafini.
Ma presto sara' la volta di 'Ris 5': l'inizio delle riprese e' previsto tra marzo e aprile prossimi. "Ora stanno ultimando la scrittura. E mi fa piacere che gli autori facciano collaborare anche noi protagonisti per alcuni aspetti gia' in questa fase. Questo mi fa sentire parte ancora piu' attiva", conclude Flaherty.
NEWS - Per tutte le Dynasty, da stasera nessun perda "Dirty Sexy Money"! Ma ha più palle il trans al centro della nuova serie su Fox o la mitica Alexis Carrington???
(Adnkronos) - Eletta sia da 'Entertainment Weekly' che da 'Variety' come una delle migliori nuove serie dell'anno, 'Dirty sexy money' debutta stasera in prima visione assoluta in Italia su Fox (canale 110 di Sky) e sara' in onda ogni martedi' alle 21.50. Protagonisti sono il giovane avvocato idealista e altruista Nick George (Peter Krause, 'Six Feet Under', 'Sports Night') e la famiglia Darling, potentissimo clan di New York, la cui immensa e assurda ricchezza e' oscurata solo dall'eccentricita' dei suoi membri: il capofamiglia Tripp Darling (Donald Sutherland, 'M.A.S.H.', 'Una Squillo per l'Ispettore Klute', 'Novecento'), uomo potente, apparentemente affabile e ben inserito nell'ambiente politico; la moglie Letitia (Jill Clayburgh, 'Frasier', 'Ally McBeal'), annoiata e insoddisfatta, e i loro figli, che hanno una spiccata propensione a cacciarsi nei guai e a mettere in imbarazzo il patriarca. Patrick Darling (William Baldwin, 'Affari Sporchi', 'Waterfront') e' il primogenito in corsa per il Senato che, dietro a un matrimonio di facciata, nasconde un'amante transessuale; Karen Darling (Natalie Zea, 'CSI', 'The Shield') e' 'affascinante 'divorziata seriale' che sta per impalmare il quarto marito; Brian Darling (Glenn Fitzgerald) e' un reverendo protestante, padre di famiglia, cinico ed opportunista, con un figlio illegittimo che non vuole riconoscere; e infine ci sono i gemelli Juliet e Jeremy Darling, interpretati da Samaire Armstrong ('The O.C.') e Seth Gabel ('Nip/Tuck', 'CSI'), scapestrati, inconcludenti e interessati solo a spendere una fortuna in feste, abiti, gioielli e svaghi di ogni genere? Nick e' cresciuto all'ombra della potente dinastia e non ha mai voluto avere a che fare con i continui scandali e la corruzione ai quali i Darling sono da sempre associati. Per anni, e' stato compito di suo padre - avvocato di fiducia e consigliere della famiglia - risolvere i guai, assecondare le stravaganze dei Darling e proteggerne i segreti ad ogni costo. Ma la vita di Nick cambia il giorno in cui il padre muore precipitando con l'aereo della famiglia. Tripp riesce a convincerlo a prenderne il posto, offrendogli un lauto compenso e la gestione di enormi fondi da devolvere in beneficenza. E accettando di lavorare per loro, Nick potra' cercare di chiarire le circostanze ambigue in cui e' morto il padre. Riuscira' Nick a trovare il tempo per "fare del bene" al prossimo, mentre dovra' fare da avvocato, consigliere, psicologo e tuttofare per i Darling, occupandosi, 24 ore su 24, di sevizi fotografici, notti brave concluse con arresti, video compromettenti da togliere dal mercato dei tabloid, feste sfarzose sul ponte di Brooklin, amanti, complotti e figli segreti? Gli intrighi, gli eccessi, le sfarzose ambientazioni abbinati ad una sottile ed intelligente ironia, hanno portato la critica americana a definire la serie un esilarante e riuscitissimo mix tra la classica saga famigliare alla 'Dynasty' e il sofisticato racconto di una famiglia disfunzionale alla 'I Tenenbaum'. Creata da Craig Wright ('Brothers Sisters', 'Six Feet Under'), che ne e' anche il produttore esecutivo insieme a Brian Singer ('House', 'Superman', 'I Soliti Sospetti'), Greg Berlanti ('Brothers Sisters', 'Everwood') e Matthew Gross ('Day Break'), 'Dirty Sexy Money' ha avuto un ottimo riscontro di critica e buoni ascolti (circa 11 milioni di spettatori per l'esordio).

lunedì 14 gennaio 2008

TELEFILM SHIRT - Offertissima 2008 per ricevere a casa tua le Telefilm Shirt di "Buffy" e "Sex and the City"!!!
Telefilm Shirt
ha pensato a te per cominciare bene il 2008. In occasione della nuova produzione delle due esclusive Telefilm Shirt ("Buffy" e "Sex and the City"), ti offriamo la possibilità di riceverle comodamente a casa tua.
Avere una T-Shirt, anzi, una Telefilm Shirt, significa qualcosa di più che coprirsi o vestirsi. Vuol dire "appartenere" al tuo telefilm del cuore, condividere o sottoscrivere un pensiero, una battuta o un motto di vita del personaggio "in serie" che ami. O anche, senza essere per forza appassionato di questa o quella serie tv, trovare che sia unico e identificativo sposare un claim che arriva dal genere televisivo più in voga del momento: i telefilm.Per questo è nato Telefilm Shirt: per indossare la passione per i telefilm e per i suoi protagonisti.Al momento sono disponibili due Telefilm Shirt:


1. la Telefilm Shirt di "Buffy" (taglie: M, L, XL)
2. la Telefilm Shirt di "Sex and the City" (taglie: S, M, L)

Per averle a casa tua è semplicissimo. Basta che scrivi all'email telefilm_shirt@yahoo.it. Affrettati, stanno andando a ruba!
NEWS -
Golden Globes, trionfano "Mad Men" (su Cult a marzo),"Extras", Close per "Damages" e Duchovny per "Californication"
(AGI/REUTERS) - Beverly Hills, 14 gen. - Una serie cancellata alla terza stagione per gli ascolti troppo bassi e' stata premiata con il Golden Globe. 'Extras', una satira su Hollywood prodotta dalla Hbo e con guest star come George Michael e David Bowie, ha vinto nella sezione miglior serie comica. A mani vuote l'interprete principale, il britannico Ricky Gervais, che pero' in settembre aveva conquistato un Emmy. Tra le serie ha trionfato 'Mad Men' la prima sviluppata dal canale via cavo Amc un tempo specializzato nella trasmissione di vecchi film. L'interprete principale, Jon Hamm, ha vinto come attore protagonista di una serie drammatica, mentre David Duchovny (noto al pubblico italiano per "X-Files") si e' imposto come attore comico per "Californication". Tra le attrici premiate Tina Fey per '30 Rock' a rischio di cancellazione per i bassi ascolti sulla Nbc e Glenn Close per la serie giudiziaria 'Damages' anche questa trasmessa senza grande successo dalla FX.

Roma, 14 gen. (Adnkronos) - Un vero e proprio trionfo. Con due Golden Globes, uno come migliore serie drama, l'altro a Jon Hamm come migliore attore protagonista, 'Mad Men' lascia un segno indelebile in questa edizione dei prestigiosi premi. L'annuncio e' stato dato stanotte nel corso della conferenza stampa che ha sostituito la classica cerimonia di premiazione cancellata a causa dello sciopero degli sceneggiatori. La serie, creata da Matthew Weiner, lo stesso autore e produttore de 'I Soprano', e attualmente in onda negli Usa sul canale American Movie Classic, approdera' presto anche in Italia. A partire da marzo, 'Mad Men' sara' infatti in onda in prima visione assoluta in Italia su Cult (canale 142 di Sky). "Non importa chi sei, cosa vuoi o quali siano i tuoi valori. L'unica cosa che importa e' come lo vendi", e' il principio alla base della serie. Ambientata nella New York degli anni '60, gli anni del boom economico, del consumismo e del cinismo commerciale, 'Mad Men' segue le vicende di un gruppo di ambiziosissimi pubblicitari il cui unico obiettivo e', appunto, vendere. Tra questi spicca Don Draper (Jon Hamm), direttore creativo della prestigiosa agenzia pubblicitaria Sterling Cooper, il ritratto perfetto dell'uomo di successo per cui persino i sentimenti sono una forma di business. 'Mad Men' propone un viaggio nella societa' e cultura degli anni '60 dove la politica anti fumo e le leggi contro la discriminazione sessuale e razziale sono ancora lontane a venire.
L’EDICOLA DI LOU - Stralci e commenti sui telefilm dai giornali italiani e stranieri
A cura di: Leo “Grant” Damerini

ENTERTAINMENT WEEKLY
"Nip/Tuck": da Miami a LA, l'ironia è al top
"Dopo due anni di grottesco e di trame surreali (lo sfregiante serial killer, una Brooke Shields auto-distruttiva, ecc.), i chirurghi plastici di 'Nip/Tuck' si sono trasferiti da Miami alla capitale dello star-system: Los Angeles. Chi avrebbe immaginato che un trasloco potesse rinvigorire così tanto la serie? I primi due episodi, scritti da Ryan Murphy, traggono subito vantaggio dal dislocamento hollywoodiano. Si parte con un omaggio cinematografico, che segue i due protagonisti a fare shopping come due Julia Roberts in 'Pretty Woman'. Poi scatta in quarta l'ironia un pò perduta - forse ritrovata alla presenza meno persistente di Julia (Joely Richardson), trasferitasi a Manhattan con il suo amante - con il rapporto da amici-amanti-nemesi tra Sean e Christian, coadiuvati dalla nuova pubblicista del duo (interpretata da Lauren Hutton), uno squalo in tailleur. E' lei che introduce la coppia nel serial 'Hearts 'n Scalpels'. E dove solitamente il plot della tv-tv non funziona, divenendo stratagemma di vanità masturbatoria, con la quinta stagione di 'Nip/Tuck' si raggiunge livelli auto-ironici e satirici da primato, grazie anche all'ingresso in scena della 'star' medica interpretata da Bradley Cooper di 'Alias'".
(Gillian Flynn, 02.11.2007)

PRIMA COMUNICAZIONE
"Dr. House" fa centro due volte
"'Dr. House' merita almeno due considerazioni. La prima è che i telefilm americani piacciono molto e sempre di più. Sorprendono per la spregiudicatezza e l'originalità degli argomenti, il ritmo veloce del racconto, una regia mai sazia di trovate avendo una qualità da film e una ricchezza di budget che le televisioni europee non possono permettersi. E soprattutto sono diventati un vero rifugio per quel pubblico più esigente e meno tradizionale annoiato dal prodotto italiano. L'altra leggenda sfatata da 'Dr. House' è che non è vero che il telefilm americano sia ambito solo dai teenager. In realtà è un pericoloso concorrente della fiction italiana perchè centra il target più ambito dalla pubblicità e ha il grande atout di costare a Mediaset molto meno di una serie di produzione".
(Anna Rotili, Novembre 2007)

IL GIORNALE
La marcia in più di "Cold Case"
"Se i nostri investigatori fossero tutti bravi come quelli di 'Cold Case', altro che delitti impuniti, Ris che ritornano cento volte sul luogo dell'omicidio dando l'idea di aver sempre dimenticato qualcosa, interrogatori che non riescono a incastrare i colpevoli, infinite puntate di 'Porta a porta' e 'Matrix'. In 'Cold Case' il passato non è mai un alibi per giustificare come siano cambiati i sentimenti e la vita stessa dei colpevoli e delle vittime: il cerchio si deve sempre chiudere e i conti anche, costi quello che costi in termini di sofferta introspezione psicologica. 'Cold Case' ha una marcia in più rispetto ai polizieschi tradizionali".
(Roberto Levi, 27.11.2007)

CORRIERE DELLA SERA
"Crimini Bianchi": quando "Dr. House" incontra "Perry Mason"
"Con 'Crimini Bianchi' abbiamo messo insieme il 'Dr. House' e 'Perry Mason', non solo per difendere i pazienti indifesi, quelli che magari non hanno gli strumenti economici o culturali per far valere i loro diritti, ma anche quei medici seri e capaci che purtroppo, a causa di alcuni colleghi e, in certi casi, di un sistema sanitario che non funziona, finiscono per rientrare nella categoria degli imputati".
(Pietro Valsecchi, 29.11.2007)

LA STAMPA
Immobilizzata è meglio!
“Amo l’uomo che prende l’iniziativa e se mi lega sono felice. Adoro i giochi di sottomissione, li trovo davvero eccitanti”.
(Eva Longoria, 04.12.2007)

LA PROVINCIA DI COMO
Sayid docet
"Al provino di 'Saturno contro' dovevo fare il ragazzo che si finge immigrato, così mi sono ispirato al modo di parlare di Sayid in 'Lost'...".
(Luca Argentero, 04.12.2007)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!