Viewers last month

mercoledì 27 maggio 2015

NEWS - Telecom se la fa con tutti! Oltre a Netflix, Sky e Mediaset, la compagnia telefonica apre a Hulu, HBO, Amazon...(manca solo Telelombardia)

Articolo tratto da "Il Sole 24 ore"
«Siamo venuti a casa dei nostri amici per dirgli che siamoi numeri uno». L'amministratore delegato di Telecom Italia, Marco Patuano, esordisce così davanti a circa 2mila rivenditori invitatia Londra per la convention nazionale della divisione consumer. Troppo ghiotta l'occasione per non lanciare una stoccata al diretto concorrente: quella Vodafone che in Italia ha ceduto a Tim, dopo 4 anni, il primato nel mercato delle Sim residenziali (27,6% contro 27,2%a dicembre secondo gli ultimi dati Agcom), ma che rispetto all'ex monopolista a marzo ha rivendicato il primato nei clienti 4G: 2,8 milioni contro gli 1,8 di Tim. «Siamo già oltre i 2 milioni - dice Patuano al Sole 24 Ore - e comunque non è la gara fra noi e Vodafone la questione: siamo due operatori che stanno puntando su qualità e user experience. Per quanto ci riguarda noi miriamo a raddoppiare i clienti 4G entro fine anno, portandoli oltre quota 4 milioni». Dato, questo, centrale perché «il cliente 4G vale circa 4 euro in più al mese rispetto al cliente tradizionale». Il raddoppio della clientela entro il 2015 è un concetto che ricorre più volte durante l'intervento di Patuano davanti ai dealer. Lo stesso target vale infatti per la fibra (316 mila i clienti a marzo) come per i clienti legati all'offerta video. Del resto è su questo versante che si sta impennando il consumo di dati, vera chiave di business per le telco. Sull'offerta di videostreaminge Ott television l'idea è di passare «dai 400mila clienti attuali (in cui rientrano sottoscrittori Timvision e i primi abbonati all'offerta Sky-Tim, ndr. )a oltre un milione, nel giro di dodici mesi». Qui,a sentire Patuano, si gioca gran parte della sfida del prossimo futuro: «Abbiamo creato una piattaforma aperta, che vuole essere la casa di tutti i possessori di contenuti». Cosa vuol dire? «Con un lavoro costato alcune centinaia di milionie oltre due anni di tempo, abbiamo creato una piattaforma, ora sfruttata da Sky e per la quale è iniziata la vendita da qualche settimana, ma che è aperta a tutti coloro che hanno palinsestio library». Nelle slide si leggono i nomi di Netflix, Hbo, Amazon Prime, Hulu. E Mediaset Premium? «Mediaset sarà il primo cliente», replica Patuano. No comment se l'accordo sia arrivato o sia ancora da definire. Quel che però per Patuano rileva è che «la piattaforma rappresenta l'elemento che ci differenzia dai competitor. Che come noi possono avere infrastrutture e/o offerte. Ma la piattaforma è solo nostra. E noi siamo in grado di fornire un servizio chiavi in manoa chi possiedei contenuti,a partire dal Set-top box, fino al billing (e quindi la fatturazione in bolletta, ndr.) o al caring». Certo, alla base c'è sempre il nodo degli investimenti sulla rete, senza i quali il discorso decade. «Metroweb sarebbe stata un'opportunità. Poi la vita continua», risponde a specifica domanda l'ad di Telecom Italia rispedendo al mittente però qualsiasi appunto sul fatto che Telecom non investa: «Noi abbiamo dimostrato di investire sulla rete. In alcune zone del Paese solo noi.E comunque, al di là di questo chi dice che non investiamo dimostra di non conoscere affatto il nostro business model». Qui passato e futuro si intrecciano, con un rebranding già partitoa valle del quale nel 2016 resterà solo il marchio Tim. Il tutto per un business model "quadruple play" con telefonia mobile, dati, on demand, ma anche telefonia fissa in cui il canone dall'1 maggio è andato definitivamente in soffitta lasciando il posto a tre offerte. Qui sulla telefonia fissa ci sono 4,3 milioni di clienti senza broadband che rappresentano un bacino di potenziali utilizzatori dei nuovi servizi in fibra. Per questi e per gli altri, clienti da almeno 10 anni, è anche in arrivo un "premio fedeltà": «Regaleremo - dice Stefano De Angelis, direttore della divisione consumer di Telecom Italia - un anno di assicurazione sulla casa. Un modo per dire grazie».

1 commento:

Anonimo ha detto...

secondo me la fibra non arriverà mai!
troppi interessi in gioco.
solita cosa all'italiana dove se non c'è qualcuno che ci guadagna non si muove nulla!
Ma poi com'è possibile che Telecom abbia le mani in pasta con tutti???? si chiama monopolio bello e buono, è chiaro che fa il bello e il cattivo tempo. Il governo è impotente come su molte cose di questa Italia che va allo sfascio!
Scusate lo sfogo, ma viviamo davvero in una paese di serie B. Se non C.

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!