Viewers last month

mercoledì 23 dicembre 2015

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
Con "Deadbeat" una nuova strada per la commedia nera
"La serialità televisiva contemporanea è impegnata, tra le altre cose, a tracciare un catalogo di figure soprannaturali, attingendo , modificando e rimpolpando un immaginario letterario e mediale fatto di mostri, di fatti inspiegabili e di apparizioni improvvise: molti zombie e non-morti che ritornano, alcuni vampiri, e così via. In questo quadro, era inevitabile che la ribalta del piccolo schermo prima o poi sarebbe toccata anche ai fantasmi, già oggetto di varie fortune cinematografiche: e ora ci prova «Deadbeat», adottando una chiave comica e leggera (Mediaset Premium Joi). Kevin Pacalioglu (Tyler Labine), detto «Pac», è il classico loser, un perdente che ha sprecato i suoi anni migliori senza combinare nulla, e che si ritrova ormai adulto senza lavoro e con un solo amico, Roofie, per giunta spacciatore. Un caso che sarebbe disperato se non fosse per un’abilità particolare: Pac infatti riesce a comunicare con i fantasmi e a diventarne il tramite per risolvere le questioni che hanno lasciato in sospeso prima di morire. In modo sempre svogliato e riluttante, la sua missione diventa così aiutare i fantasmi e «liberarli» delle loro ultime incombenze e desideri. In un mondo popolato da imbroglioni e truffatori, come la finta medium Camomile White con cui subito si scontra, Kevin è un personaggio sì sballato e borderline, ma onesto e in fondo appassionato rispetto a questo strano mestiere. Pur con una realizzazione un po’ approssimativa (a partire dalla resa dei fantasmi) e con un umorismo grossolano quanto il suo protagonista, «Deadbeat» ha però il merito di tentare una strada nuova nell’ambito della commedia nera. La sitcom, prodotta da Hulu e negli Stati Uniti distribuita in blocco in una singola release, in Italia è ricondotta ai ritmi e alle scansioni del palinsesto tradizionale, spesso più efficaci nel creare abitudini di visione e quella necessaria familiarità per i personaggi e le situazioni messe in scena". (Aldo Grasso, 23.12.2015)

Nessun commento:

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!