Viewers last month

giovedì 5 febbraio 2015

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
"Le regole del delitto perfetto" e le trappole del "guilty pleasure"
"Shonda si dà al legal. Dopo medici e politici, Shonda Rhimes, l'osannata e potente autrice di «Grey's Anatomy» e «Scandal», si occupa di avvocati. La serie, scritta da Peter Nowalk e prodotta da Shonda, ha protagonista Viola Davis che, fino a ieri, a 50 anni, poteva contare su una carriera fatta solo di ruoli minori. Adesso interpreta il ruolo di Annalise Keating, docente di diritto penale presso la prestigiosa Scuola di Legge della Middleton University e avvocato di successo. «How to Get Away With Murder» (in Italia è uscito con il titolo, «Le regole del delitto perfetto», Fox, canale 112 di Sky, martedì, 21.10) si divide fra aule dell'università e aule del tribunale. Ogni anno, infatti, la Keating sceglie i quattro studenti più meritevoli e li introduce nei meccanismi processuali. Questa volta i «fortunati» studenti selezionati sono cinque, tutti con caratteri molto diversi ma uniti dalla stessa brama di primeggiare (per stimolare la loro ambizione, la Keating mette in palio un premio). Ogni puntata offre così un caso giudiziario. E forse questo è l'aspetto che più fa storcere il naso agli amanti del genere. Il tocco di Shonda si vede quando il pubblico si mescola al privato, quando le fragilità dei protagonisti cominciano a intralciare il corso delle indagini, quando i cinque ragazzi vengono coinvolti in qualcosa di orribile. E questa è indubbiamente la parte più interessante della serie. Riconosciamo i diversi piani narrativi, le battute fulminanti ma anche le sdolcinature, le frasi fatte, le trappole del «guilty pleasure». Di diverso, rispetto soprattutto a «Grey's Anatomy», c'è il modo di girare: dialoghi serrati alla Sorkin, un montaggio veloce, specie nei continui flashback che riguardano il presunto «delitto perfetto» degli studenti, un racconto che cresce puntata dopo puntata. Il successo dei primi nove episodi ha spinto la ABC e la Disney Media Distribution a produrne altri sei". (Aldo Grasso, 05.02.2015)

4 commenti:

marino ha detto...

a me ha fatto letteralmente cagare fuori dal water!

Leo Damerini ha detto...

la prossima volta aprilo

marino ha detto...

ah ah ah

Anonimo ha detto...

per una volta son d'accordo con Grasso, pieno di luoghi comuni e niente di che. Molto dimenticabile come serie, soprattutto se si consideri che dietro c'è Shonda Rhimes!!!!

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!