Viewers last month

lunedì 2 febbraio 2015

NEWS - Netflix e Amazon sempre più nell'arena tv dei contenuti seriali (Italia non pervenuta)
Articolo di Renato Franco per il "Corriere della Sera"
"Cambia il modo di fruire dei contenuti televisivi, ma cambia anche il modo di produrli. Di fronte a un palinsesto sempre più liquido (l'ora di messa in onda la decide lo spettatore) e sempre più mobile (anche il luogo e il supporto di messa in onda li decide lo spettatore), la Rete (intesa come Internet) inizia a dettare legge nella creazione dei contenuti, perché sempre più spesso le serie tv di qualità arrivano non dalle reti (intese come televisive), ma da nuovi soggetti che hanno fiutato il nuovo business. Ora è su questo campo che si gioca la nuova sfida tra i due grandi servizi di streaming di film e serie tv - Amazon Prime e Netflix, ancora assenti in Italia. Netflix era nata per offrire un servizio di noleggio di dvd e videogiochi via Internet, per poi allargarsi allo streaming online on demand. Troppo poco, serviva un ulteriore passo: così da mero distributore Netflix ha deciso di diventare anche produttore di contenuti originali. Il primo risultato è stata la pluricelebrata House of Cards, un affresco cinico della politica con Kevin Spacey e Robin Wright. Il secondo risultato l'altrettanto apprezzata Orange Is the New Black, ritratto senza sconti di un carcere femminile. Se i Golden Globes hanno premiato Kevin Spacey come miglior attore di una serie drammatica, hanno soprattutto sancito il successo di Transparent, su una famiglia con padre transgender: la serie ha ricevuto un doppio globo, uno come miglior serie comedy e uno per il suo attore protagonista Jeffrey Tambor. Transparent è prodotta da Amazon, il colosso dell'ecommerce che per diversificare e ampliare il suo business ora ha anche sviluppato una divisione che si occupa di spettacolo, gli Amazon Studios. Transparent è solo uno dei tanti pilastri che la società di Jeff Bezos ha messo in piedi. Di tre giorni fa è la notizia che ha convinto Woody Allen a lavorare a una serie tv: il titolo della produzione è come per ogni film del regista americano lo stesso, Untitled Woody Allen Project , ma la curiosità per quello che ne nascerà è già alta. Qualche mese prima invece Amazon aveva trovato un accordo con Ridley Scott, coinvolto come produttore esecutivo della serie La svastica sul sole, tratto dal romanzo di Philip K. Dick, dove lo scrittore immagina un mondo in cui la Germania di Hitler e il Giappone hanno sconfitto gli alleati nella Seconda guerra mondiale. Ma la competizione tra Amazon e Netflix - Golia contro Golia, visto il volume di affari - è su più fronti: proprio poco tempo fa la prima ha siglato un accordo per distribuire le ambite serie tv di HBO: da I Soprano a Il trono di spade, da Boardwalk Empire a True Detective. La seconda ha risposto investendo il 10 per cento del proprio budget 2015 - oltre 300 milioni di dollari - in produzioni originali. Una battaglia sui contenuti che è una battaglia per ottenere nuovi abbonati. Netflix è avanti: presente in circa 40 Paesi, ha superato i 50 milioni di clienti (di cui 17 al di fuori degli Usa). Amazon invece è attiva in Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, Austria e Giappone e può contare per ora su oltre 20 milioni di sottoscrittori. L'Italia? Al momento non pervenuta".

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma con uno come Mattarella (lo avete visto????), che sembra uscito da Walking Dead o Dracula, cosa pretendiamo?????

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!