Telefilm Cult è ora anche su Instagram!

Instagram

martedì 2 settembre 2014

NEWS - Clamoroso al Cibali! Lars Von Trier torna in tv dopo "The Kingdom" con una serie UK
(ANSA) - VENEZIA - "E' vero, ogni volta che si vede qualcosa di masochistico ci sono io". Cosi' al telefono Lars von Trier. Un modo per essere, non essendoci, alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia dove e' passato fuori concorso 'Nymphomaniac Volume II' (Long version), alla presenza in conferenza stampa del solo protagonista Stellan Skarsgard. La produttrice Louise Vesth, a fine conferenza, ha annunciato che il prossimo progetto del regista sara' una serie televisiva inglese. Non ha rivelato altri dettagli, ma ha aggiunto: "Sara' qualcosa di incredibile, qualcosa che non avete mai visto prima in televisione".
NEWS - Finchè la barca va...Dal 12 settembre "The Last Ship", la serie che (involontariamente) anticipa il breakout dell'Ebola

Ebola o non Ebola, “The Last Ship” immagina un virus pandemico che decima la popolazione mondiale all’80%. La serie, al via in anteprima assoluta su Italia 1 dal 12 settembre (non più dal 5), s’iscrive di diritto alla lista dei telefilm che in qualche modo hanno anticipato la realtà (tra gli ultimi, “Person Of Interest” sul “Datagate”, in programmazione dalla 1° stagione su Italia 1 dall’8 settembre). Il virus killer può essere combattutto solo dall’equipaggio di una nave della Marina con a bordo 217 membri, impegnati nella ricerca del vaccino. Eric Dane di “Grey’s Anatomy” è al timone di una delle serie-sorpresa della stagione, già confermata per la seconda stagione in Usa. Rhona Mitra e Adam Baldwin sono tra gli altri volti noti. Firma Michael Bay, regista-produttore della cine-saga sbancabotteghini di “Transformers”. La Marina americana ha dato il suo benestare per le riprese a bordo delle sue navi. Brian Lowry su “Variety” ha commentato: “Eric Dane si candida ad essere il nuovo John Wayne in una serie apocalittica sulla paranoia di un virus pandemico”. La critica è stata redatta prima dello scoppio dell’ultima epidemia di ebola. “Paranoia” mica tanto…

lunedì 1 settembre 2014

GOSSIP - Clamoroso al Cibal-iCloud! Decine di star telefilmiche hackerate di foto e video (pure desnude). Tra le altre, Kaley Cuoco, Yvonne Strahovski, Hayden Panettiere, Krysten Ritter...

Un attacco ai danni di diverse celebrità è stato reso noto durante la nottata, attraverso la pubblicazione di decine di fotografie private delle suddette. Tra le più colpite l'attrice Jennifer Lawrence, ma l'elenco comprende diverse altre celebrità, tra le quali le "telefilmiche" Kaley Cuoco, Krysten Ritter e Yvonne Strahovski. Le immagini, postate sul solito 4chan, sarebbero state prelevate grazie a quella che gli hacker descrivono come un'intrusione negli account iCloud delle celebrità colpite, che si sono viste pubblicare decine di fotografie (anche senza vestiti) online. La confusione sulla portata dell'attacco è al momento ancora molta, anche a causa di alcuni fotomontaggi che sarebbero stati mescolati con le immagini realmente sottratte agli account iCloud. Da alcune fonti sono però arrivate le prime ammissioni, accompagnate naturalmente dalla denuncia alle autorità per il crimine e la violazione della privacy.
Nella lista delle "defraudate" telefilmiche: Aly e AJ Michalka, Amber Heard, Aubrey Plaza, Cara Delevigne, Hayden Pannettiere, Hillary Duff, Kaley Cuoco, Krysten Ritter, Lea Michele, Lizzy Caplan, Mary Kate Olsen, Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Alison Brie, Yvonne Strahovski, Sarah Shahi, Megan Boone, Annalynne McCord, Becca Tobin.
Nel frattempo, l'altro luogo dove le foto sono state pubblicate in massa, Twitter, ha iniziato a prendere provvedimenti, disattivando gli account delle persone che hanno messo online sulla piattaforma le immagini trafugate.
NEWS - Tutti tornati dalle vacanze? Non vi resta che entrare in "Crisis"...!
(ANSA) - ROMA - Un gruppo di terroristi ha sequestrato un autobus su cui viaggiava un'intera classe in gita della Ballard High School, istituto di Washington frequentato dai figli dei genitori piu' ricchi e potenti della citta', tra cui il figlio del presidente degli Stati Uniti. Ha cosi' inizio una crisi di portata nazionale, in cui varie personalita' sono portate ad interrogarsi su cosa sono disposti a fare pur di riavere i propri figli, tenendo conto che il rapimento non rischia solo di compromettere le sorti della propria famiglia, ma anche quelle dell'intero Paese. Crisis e' il nuovo action thriller prodotto da 20th Century Fox, che conta su un cast fra cui spicca Gillian Anderson (X-Files, Hannibal, The Fall) ma anche Rachael Taylor (Grey's Anatomy, Charlie's Angels) e Dermot Mulroney (Enlightened, New
Girl), in onda dall'1 settembre alle 21 in prima assoluta su Fox. Ambientato a Washington D.C., segue un agente della Cia che si trova catapultato al centro di una crisi internazionale il primo giorno di lavoro. Un misterioso personaggio riuscira' a mettere in ginocchio gli elementi piu' potenti della nazione, da figure di spicco dell'economia fino appunto al presidente Usa, minacciando quanto hanno di piu' caro. L'agente dovra' oltrepassare i limiti morali e legali per venire a capo della situazione, navigando le torbide acque del potere e della corruzione in cerca della verita'. Vi ricordate di Dana Scully, il celebre medico patologo dell'Fbi partner di Fox Mulder in X-Files? Questa volta la Anderson ripone pistola e distintivo e veste i pani di Meg Fitch, potente donna d'affari la cui figlia, la reginetta della scuola Amber, viene rapita dai terroristi, nonche' sorella dell'agente dell'Fbi Susie Dunn (Rachael Taylor) incaricata di coordinare le indagini e soprattutto gli spaventati e insopportabili genitori. Le due sorelle non si frequentavano da 16 anni e anche questo implichera' imprevisti e colpi di scena. "Per anni - racconta l'attrice in un'intervista video diffusa da Fox - ho interpretato un personaggio di una serie in cui ogni episodio era autoconclusivo. Sono rimasta colpita dalla sceneggiatura, mi e' piaciuta proprio l'assoluta imprevedibilita' di questa serie. Una sorta di gioco del gatto con il topo". Crisis in patria non ha goduto del successo sperato: nel maggio del 2014 non e' stata rinnovata al termine della prima stagione per gli ascolti al di sotto delle aspettative, nonostante non manchino suspence e colpi di scena in quantita' e un maxi cast.

venerdì 29 agosto 2014

GOSSIP - "Sono cool? No, sei culona!". Secondo gli addetti ai livori Katherine "fracassa" Heigl avrebbe rimontato "State of Affairs" perchè si vede troppo il suo deretano che fa provincia

News tratta dal "National Enquirer"

A particularly nasty rumor falsely claims Katherine Heigl was a “booty snooty” and recently exploded on the set of her new NBC series, “State of Affairs,” over the way her butt appeared on camera. The National Enquirer alleges the actress was reviewing footage shot for the show when she “suddenly screamed at producers: Look at how you filmed my BUTT!! My #*%$@ ass looks like the size of NEBRASKA!”. The supermarket tabloid goes on to quote an alleged “on-set spy” as saying Heigl’s supposed “notorious temper’s infuriating people — especially her Emmy Award-winning co-star Alfre Woodard, who got particularly upset when she demanded a reshoot of an entire scene because she felt they hadn’t done a good enough job of flattering her posterior!”
Um, NO ONE talks like that.
No REAL source, REAL person, would use the phrase “Emmy Award-winning co-star Alfre Woodard” in NORMAL conversation.
But the Enquirer and its “spy” continues its hit job, claiming, “And when Miss Woodard suggested bringing in a body double with a smaller behind to stand in for Katherine, the proverbial ‘fit really hit the shan.’”
Again, WHO TALKS LIKE THAT?!
And then, to top it off, the outlet’s supposed snitch alleges Heigl “exploded, shrieking, I’ve got the best butt in Hollywood!”
Geez.
It’s really time for the Enquirer to butt out of Hollywood affairs, especially the ones it decides to seemingly make up.
A rep for Heigl is BLASTING the story, telling Gossip Cop exclusively it’s “total 100 percent bullshit.”
The Enquirer claims “absolutely NOT true,” stresses the spokesperson.
NEWS - Clamoroso al Cibali! No, Tony Soprano non è morto...

News tratta da Vox.com
Instead of giving Tony a final scene in which he is either killed or arrested — the two possible fates Tony and his fans had imagined for him — the last episode ends unexpectedly during a domestic scene with an ominous tinge. Tony (James Gandolfini), his wife (Edie Falco), and his son (Robert Iler) are waiting for his daughter, Meadow (Jamie-Lynn Sigler), to join them for dinner at a popular restaurant, while a number of suspicious characters mill around. Outside, Meadow burns rubber trying to get into a parking space and then runs across a street against the light as cars whiz by her. Inside, Tony raises his head, and — CUT TO BLACK. Millions of television sets across America went dark and silent suddenly. Is my television broken? we wondered, each in our individual homes. At THIS moment? Then the credits rolled, and all hell really broke loose. Are you kidding me? This is the end?
What did it mean? Was this Chase's way of artfully — or contemptuously, depending on your opinion of Chase’s attitude toward his audience — creating Tony's death? Some recalled that Bobby Baccalieri, Tony's brother-in-law, once said that when the bullet with your name on it arrived, you probably didn't hear it coming. The questions have not yet stopped since the episode aired in June 2007.
Chase, he wouldn't tell. For him, that kind of obsession is as misguided as asking, "What happened to the Russian in 'Pine Barrens'?" — a reference to a season-three episode in which two men in Tony's crew, Christopher Moltisanti and Paulie Walnuts, drive a Russian mobster they have severely beaten up to the snow-covered New Jersey Pine Barrens to kill and dispose of him. Moltisanti and Walnuts are stunned when the Russian not only musters the energy to escape, but also disappears without a trace in a hail of bullets as they try to recapture him. It's an early "did he die?" series moment. In response to audience agitation to know what became of the mobster, and even the lobbying of Terry Winter, who wrote the episode, to give the incident closure in a subsequent episode, Chase replied, "I don't give a fuck about the Russian." Chase clearly meant that disappearance to be one of life's loose threads.
I had been talking with Chase for a few years when I finally asked him whether Tony was dead. We were in a tiny coffee shop, when, in the middle of a low-key chat about a writing problem I was having, I popped the question. Chase startled me by turning toward me and saying with sudden, explosive anger, "Why are we talking about this?" I answered, "I'm just curious." And then, for whatever reason, he told me. And I will tell you. So keep reading.
My earliest fascination with Chase, was, unsurprisingly, a result of The Sopranos, which led me to a couple of interviews with him at Silvercup Studios in 2005, for a book about gangster films I have long since published. And we have continued to exchange ideas through e-mails and discussions at Upper East Side coffee bars and restaurants. When you're across the table from him, he makes an impression without making a commotion. He oscillates between intense verbal pyrotechnics, laughter, and silences, which might mean "I am listening to you" or "I am thinking." He is forthcoming, but tends to maintain a reserve about his own work, insisting that if he could say what it means then he wouldn't have to write it. He's right, of course. All the same, he and I both think there is value in conversations between artists and critics; ours remains in progress.
On occasion he breaks his reserve, but makes it clear that I am not to write about anything he says that is an interpretation of his own work, since he believes that the art of entertaining is leaving the audience imagination to run wild. So when he answered the "is Tony dead" question, he was laconic.
Fine. Tony's not dead. But what do we do with this bald fact? And isn't Chase's flat response exactly the point? The mere answer doesn't really go anywhere unless we consider it as a part of the larger context of The Sopranos, and as a part of the much bigger story of Chase's art...

Leggi il resto QUI.

giovedì 28 agosto 2014

NEWS - Ci vediamo al Central Perk! Da metà settembre apre a NY il (vero) locale di "Friends"
(ANSA) - LOS ANGELES, 28 AGO - La Warner Bros in collaborazione con la Eight O'Clock Coffee si e' resa protagonista di un'iniziativa particolare: ricreare fedelmente l'amato bar della sitcom Friends per il ventennale della popolarissima serie tv. I fortunati fan che visiteranno New York il prossimo autunno potranno entrare un vero e proprio Central Perk, in tutto e per tutto identico a quello in cui recitavano Jennifer Aniston & Co., compreso l'iconico divano che ha fatto da sfondo a numerose memorabili scene. L'attore Michael Tyler, che nella comedy interpretava il barista Gunther, fara' delle apparizioni dietro al bancone del nuovo Central Perk, che sara' aperto al pubblico dal 17 settembre al 18 ottobre in Lafayette street, nella parte Sud dell'isola di Manhatthan, a New York City.
Per i "turisti del caso", altri dettagli QUI.
L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri






mercoledì 27 agosto 2014

NEWS - Netflix diventa Marvel(lous)! Dopo la murata degli Emmy, una new wave di comics fatti tv a partire da "Daredevil" (più titoli pop da nerd e meno da intellettualoidi il nuovo diktat?)

News tratta da Uproxx.com
Here’s what we currently know about Netflix’s Marvel series: There are four of ‘em (Daredevil, Jessica Jones, Iron Fist, and Luke Cage) leading into a team up (The Defenders), and one is currently shooting. But that doesn’t mean there aren’t the occasional updates, like from Netflix’s CCO Ted Sarandos.
Sarandos recently spoke to Empire, and while he didn’t give away any massive spoilers, he did drop a few hints. For example…
“Right now, the writers’ rooms are open and they’re looking at casting Jessica. If you sense some hesitation in my voice, that’s classic Marvel fashion. They like to keep that veil of secrecy. But Daredevil is already shooting, since that’s out first. Eventually the series will run very close together. You can then have a separate season where the characters will cross over.”
As for the tone of the shows, expect The Wire more than The Avengers:
“The series will not be afraid to go darker than the film did. What we love about this particular set of heroes is that they’re a little more down to Earth. Costume wise and also in that these are gritty crime stories, more in the streets than in the clouds.”
It seems that these series will overlap at least somewhat in how they’re released, which is good for those of us taking a sick day and binge-watching the whole thing. As for how they’ll work out, we won’t know for sure until May 2015, when Daredevil premieres.
NEWS - Veep-Tweet! Il Vice-Presidente Biden si congratula con JL Dreyfus per l'Emmy
(ANSA) - WASHINGTON - Il vicepresidente degli Usa, Joe Biden, si e' congratulato con Julia Louis-Dreyfus per la sua vittoria agli Emmy, gli Oscar della tv americana. L'attrice, ex della serie 'Seinfeld', interpreta Selina Meyer, vicepresidente Usa nella serie 'Veep' e questa e' la sua terza vittoria come migliore attrice per questo ruolo. "Congratulazioni. Una collega con un grande senso dell'humour e una buona amica", e' il tweet di Biden, accompagnato da una foto di lui e Louis-Dreyfus con indosso occhiali scuri mentre camminano lungo i corridoi della Casa Bianca. I due sono molto amici e la scorsa settimana l'attrice lo aveva sfidata nella Ice bucket challenge.

martedì 26 agosto 2014

NEWS - Clamoroso al Cibali! Dopo l'incetta di premi "Breaking Bad" va avanti (6° stagione in arrivo!!!). Ma è tutta una bufala...
(ANSA) - LOS ANGELES, 25 AGO - Gli ammiratori del telefilm Breaking Bad, vincitrice di due Golden Globe e svariati Emmy Awards ieri sera, possono tirare un sospiro di sollievo. Vince Gilligan, creatore della serie, ha infatti annunciato a sorpresa  durante un'intervista esclusiva alla CNN, che la saga andra' avanti almeno per una nuova stagione, la sesta: "Walter White non e' morto, e nemmeno Breaking Bad". Gilligan ha poi aggiunto: "L'abbiamo tenuto nascosto per mesi, ma ora puo' venir fuori. Sta arrivando la sesta stagione, e sara' epica ed in linea con le aspettative dei fan che hanno seguito lo show cosi' fedelmente". Il produttore ha continuato: "Non potevo tirarmene fuori. Non
si tratta di un tentativo di arraffare denaro o di imbastardire quello che e' stato il bellissimo finale della quinta stagione. Ho investito cosi' tanto di me stesso in questi personaggi che ho sempre avuto il sentore che ci sarei ritornato, anche al di fuori di Better Call Saul - il nuovo spinoff - Lo stimolo era che ci fosse una scintilla, qualcosa che facesse in modo che avesse senso continuare queste storie."  Gilligan ha poi raccontato come sia arrivato all'idea di realizzare la sesta stagione: "Bryan Cranston - interprete del protagonista Walter White - mi ha chiamato circa cinque mesi fa, aveva fatto questo sogno, incredibilmente lucido, in cui Walt si sveglia in un ospedale circondato dalla Dea, finisce con l'evadere dalla prigione e scopre di avere dei fan. Non e' una storia di redenzione, ha delle premesse desolanti, oscure. Non posso svelare altri dettagli, ma diciamo che Walt ha ancora del lavoro da portare a termine, e potete star certi che non ha nulla a che fare con l'insegnamento delle scienze alle scuole superiori."

La notizia e' stata confermata da Paul Horner, uno degli sceneggiatori di Breaking Bad, al canale televisivo via cavo MSNBC che ha confessato il sollievo provato dopo tanti mesi in cui era stato costretto a tenere il segreto: "Ero pronto ad esplodere!". Le riprese dei nuovi episodi inizieranno nel gennaio 2015. (In attesa della smentita dell'Ansa, obviously)

lunedì 25 agosto 2014

GOSSIP/PICCOLO GRANDE SCHERMO - Clamoroso al Cibali! Mischa "Cotiche" Barton è peggio degli scomparsi di "The Leftovers"! Posta foto dall'Italia e dalla Spagna ma l'aspettano sul set di un film da marzo...


News tratta da "TMZ"
Mischa Barton is one step away from being featured on a milk carton ... which makes it especially stunning she blew off a movie role because she thought it would be more fun to party in Europe. Mischa hasn't had a hit since "The O.C." wrapped in 2006 ... but she got a huge break when she was hired to star in the movie, "Promoted". Producers claim in a new lawsuit -- obtained by TMZ -- they attempted to contact Mischa about the March 4 start date and also about sizing her costumes ... but got no response. On March 3 ... producers got an email from Mischa's mom, saying, "Mischa is still in Europe and won't be available until the 20th of this month."
The producers -- furious -- went on Mischa's social media accounts to find she was actually partying in Europe... on vacation and "enjoying tourist excursions with friends." Mischa's absence created a snowball effect ... the lead actor didn't want to work with another actress, and so on and so on. The "actress" is now being sued for the $20,000 advance she got, $200,000 in marketing expenses, and $100,000 which they say they will lose because Mischa's not attached anymore.
L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
"The Leftovers", lo smarrimento dei sopravvissuti
"Tutti siamo sopravvissuti a qualcosa ed è questo il principio su cui si basa «The Leftovers - svaniti nel nulla», una nuova serie su Sky Atlantic (giovedì, ore 21.10). Letteralmente, «leftovers» significa «quelli che sono rimasti» e indica le persone scampate a un misterioso evento che ha fatto sparire, del tutto improvvisamente e inaspettatamente, il due per cento della popolazione mondiale. Famiglie separate, amanti e amici divisi, relazioni lasciate in sospeso: i rimasti non hanno nemmeno i corpi degli scomparsi da piangere e si arrangiano commissionando statue di cera da seppellire. Peggio della morte c’è solo l’assenza inspiegabile. La vicenda si focalizza sulla comunità di una cittadina di provincia, Mapelton, e su come alcuni dei suoi abitanti fronteggino il dolore: il sacerdote che si appella alla fede, il capo della polizia locale (Justin Theroux) che deve fare i conti con i suoi figli ribelli e con il naufragio del suo matrimonio. C’è anche un gruppo di persone che si è riunito in una specie di setta, i «Colpevoli sopravvissuti»: vestiti di bianco, chiusi nel mutismo, si sono incaricati attraverso i loro sguardi fissi e insistenti di ricordare quello che tutti vogliono provare a dimenticare, cioè che non si supera mai veramente una perdita. La serie è stata creata da Tom Perrotta, che ha scritto il romanzo Svaniti nel nulla, e Damon Lindelof, che è stato uno degli autori di «Lost». Per questo, si è presto scatenata un’accesa discussione, non priva di accenti negativi. Il fatto è che, almeno per queste prime puntate, «Leftovers» è ben poco paragonabile a «Lost»: i misteri restano sullo sfondo e quello che conta di più, come già dice il titolo, sono le loro conseguenze sulle vite dei personaggi, le reazioni degli esseri umani di fronte allo smarrimento dell’essere sopravvissuti".
(Aldo Grasso, 14.08.2014)

venerdì 22 agosto 2014

NEWS - Clamoroso al Cibali! Bryan Cranston diventa Presidente con la spinta di Spielberg

News tratta da "Variety"
Bryan Cranston is going “All the Way” with HBO Films. The studio has acquired the rights to the Tony Award-winning play starring Cranston as President Lyndon Johnson, a role that also won him a Tony Award for lead actor. Robert Schenkkan will adapt his play for HBO. A behind-the-scenes look at President Johnson’s tumultuous first year in office, “All the Way” follows him as he takes the oath following President Kennedy’s assassination, copes with the escalation of the Vietnam War and launches his landmark civil rights bill. Cranston, who made his Broadway debut in “All the Way,” won not only the Tony Award, but also the Drama Desk, Outer Critics Circle and Theater World Awards. He’s also won three Emmy Awards, a Golden Globe, and three Screen Actors Guild Awards for “Breaking Bad.” He’s nominated for the show’s final season.
All the Way” will be produced for HBO by Amblin Television, Tale Told Productions and Moon Shot Entertainment, with Steven Spielberg, Darryl Frank & Justin Falvey, Robert Schenkkan and Bryan Cranston executive producing, and James Degus co-executive producing.

mercoledì 20 agosto 2014

NEWS - I GOT a deejay! Dal 28 agosto l'interprete di Odor in tour alla consolle da dj per l'Australia
Kristian Nairn, the Irish actor known for playing Hodor on Game of Thrones, is embarking on a Game of Thrones–inspired DJ tour of Australia. Called Rave of Thrones (which sounds like a fancy musical chairs), the press release reads, "Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor (Hodor Hodor Hodor Hodor Hodor) Hodor Hodor Hodor." Translation: "For one night only in every capital across this land, venues will be transformed into the finest halls of Westeros, wherein patrons will be (enforced by the hand of the king) dressed to the occasion in a manner that would befit Queen Cersi herself." Everyone do the Bran, which, of course, is the dance move where you sit on the floor and wait for a large person to pick you up and swing you around.

lunedì 18 agosto 2014

GOSSIP - Rachel boom boom! La Bilson fa incetta di vestitini per il nascituro con scarpette JackieKennedy-style

News tratta da "Just Jared"
Rachel Bilson looks super cute with her growing baby bump while doing a little retail therapy on Monday afternoon in Beverly Hills, Calif. The 32-year-old actress stopped by both the Bel Bambini and Eggy boutiques. “Episode 1 on Season 4 is in the books for George Tucker. Methinks this season is gonna go faster than I’d prefer. #HartOfDixie,” Rachel‘s co-star Scott Porter recently tweeted about shooting the first episode of Hart of Dixie. The month before, Rachel was spotted hiding her face under a cap while grabbing lunch at Five Guys with her beau Hayden Christensen in Studio City.

venerdì 15 agosto 2014

PICCOLO GRANDE SCHERMO - Orci, che film! Il co-ideatore di "Fringe" produrrà il film dei "Power Rangers"

News tratta da "Variety"
Roberto Orci has signed on to executive produce Lionsgate’s “Power Rangers” movie  through his newly formed Sneaky Shark. Lionsgate and Saban Brands announced the “Power Rangers” project in May. Orci will develop the story along with writers Ashley Miller and Zack Stentz, who will pen the script. Orci’s writing credits include “The Amazing Spider-Man 2,” “Star Trek,” “Star Trek: Into Darkness,” “Transformers” and “Mission: Impossible III.” Miller and Stentz have teamed on “X-Men: First Class” and “Thor.” Power Rangers creator Haim Saban is producing the film along with Brian Casentini, head of development and production for Saban Brands, and Allison Shearmur, who oversaw “The Hunger Games” as president of production at Lionsgate.
Saban launched “Mighty Morphin Power Rangers” in 1993 as a live-action TV series. It has been in continuous production ever since, with the series renamed each year — the latest being “Power Rangers Super Megaforce,” which began airing in February.
Details have yet to emerge on plans for the new film franchise other than the Mighty Morphin Power Rangers being re-envisioned as a group of high school kids who are infused with super powers who must harness and use those powers as a team to save the world.

News was first reported by THR.com.

martedì 12 agosto 2014

QUIZ - Chi è la Miss Bikini dell'estate 2014?
Prodiga di selfie su Instagram, questa volta posta una foto derriere che la candida a Miss Bikini telefilmica dell'estate 2014. Chi è secondo voi?

La risposta su www.telefilmcult.tumblr.com dal 20 agosto!

venerdì 8 agosto 2014

QUIZ - Chi è la Miss Jeans dei telefilm dell'estate 2014?
Non si sa dove possa andare strizzata in quei jeans seconda-pelle, ma vista la jeeppona sulla quale si appresta a salire la Miss Jeans telefilmica dell'estate 2014 la immaginiamo tra dune di sabbia ad abbronzarsi i tacchi con protezione 50. Tutto sta nel capire se sappia districarsi nel parcheggio...Chi è secondo voi?
La risposta su www.telefilmcult.tumblr.com dal 18 agosto!

giovedì 7 agosto 2014

NEWS - Gay Rogers! In cantiere serie tv (comedy?) per raccontare la storia del primo calciatore americano a fare "coming out"


News tratta da Deadline.com
The story of professional soccer player Robbie Rogers, who became the first openly gay man to compete in a top North American professional sports league, is headed to television. Universal Television has optioned Rogers’ story rights for Craig Zadan and Neil Meron’s Storyline Entertainment to develop and produce a comedy series inspired by the young athlete’s experiences. Rogers spent one season at the University of Maryland, helping the college team win an NCAA Championship. He quickly turned pro, joining the Dutch team Heerenveen. He then spent five seasons with Major League Soccer’s Columbus Crew, winning the MLS Cup, and competed in the 2008 Olympics. Following a stint with English team Leeds United, on February 15, 2013, Rogers announced his retirement from professional soccer at age 25 and revealed he was gay. He said he was retiring to avoid the scrutiny from the press and fans, but after speaking at an LGBT youth event two months later, he decided that stepping down is a cowardly thing to do and he should use his platform to be a role model. The next month, he joined the LA Galaxy, becoming becoming the first openly gay man to play in a top North American professional sports league (NBA player Jason Collins, who had come out earlier that year, was a free agent at the time of his announcement). Zadan and Meron will serve as executive producers on the show, which falls under the duo’s overall deal at Universal TV. Rogers will serve as a producer. Storyline’s VP Development Mark Nicholson, who helped bring this to the company, will also serve in a producing capacity. Zadan and Meron are coming off a strong showing at the Emmys last week, netting a total of 18 noms for all of their event/longform projects — eight for the Oscars telecast, four for the Bonnie & Clyde miniseries, four for Sound Of Music LIVE! and two for the Anna Nicole movie.
There had been strong Hollywood interest in stories about gay pro athletes. Out At Home: The Glenn Burke Story is a feature in the works that tells the story of Los Angeles Dodgers and Oakland A’s player Burke, who was honest with his teammates and management that he was gay at a time in the 1970s when such a revelation was unheard of. OWN greenlighted and then shelved a docu-series about football’s first openly gay player, Michael Sam. After keeping their sexuality private for decades, professional athletes have started speaking out in the past couple of years, with Rogers, Collins and Sam breaking ground. Rogers’ deal was brokered by WME.

martedì 5 agosto 2014

L'EDICOLA DI LOU - Stralci, cover e commenti sui telefilm dai media italiani e stranieri

CORRIERE DELLA SERA
"Orphan Black", il fascino del clone
"Lo specchio, il doppio, il clone. Temi classici della letteratura di ogni tempo, e di quella fantascientifica in particolare. Ma anche, sempre più, espedienti narrativi della lunga serialità televisiva, dal versante comedy (i doppelganger dei protagonisti di «How I Met Your Mother», le personalità multiple di «United States of Tara») alle tinte più scure dei thriller d'azione. Come nel caso di «Orphan Black», serie di produzione canadese scritta da Graeme Manson e John Fawcett, trasmessa negli Usa da Bbc America e in Italia da Premium Action (Mediaset Premium, martedì, ore 21.10). Sarah Manning ha alle spalle una vita difficile: l'adolescenza passata tra orfanotrofi e case famiglia, il rimpianto di una figlia abbandonata da un anno, una fuga con un amante violento e dedito allo spaccio. Ma nel momento in cui torna sui suoi passi, cercando di rimettersi in sesto, ecco l'imprevisto: in stazione vede una ragazza, del tutto identica a lei, gettarsi sotto un treno. Assumerne l'identità, e diventare così Elizabeth Childs, detective di polizia, sembra la strada più facile per prendere un pò di soldi e fuggire ancora, stavolta con il confidente Felix e con la figlia. Anche Elizabeth, però, è piena di traumi e di segreti; e soprattutto aveva già cominciato a indagare sulla presenza di altri suoi cloni in giro per il mondo, nel mirino di nemici che non esitano a uccidere. Ed è Sarah a proseguire la ricerca. Tatiana Maslany regge la serie caratterizzando bene Sarah/Elizabeth e gli altri sosia, nonostante alcune semplificazioni eccessive (la madre dei sobborghi, la studentessa geek). Alcuni dialoghi e situazioni sono un pò ingenui, ma i primi episodi pongono comunque le basi di una narrazione intricata e avvincente, con lo svelamento dei cloni e il comporsi dei frammenti di un segreto che turba situazioni già precarie". (Aldo Grasso)

lunedì 4 agosto 2014

NEWS - Welcome back, Mr.Robinson! Il ritorno di Bill Cosby in una sit-com multi-camera

News tratta da "Deadline.com"
At its executive panel, NBC revealed more details about its Bill Cosby multi-camera comedy project, which was put in development in January. It will be created by Mike Sikowitz and Mike O’Malley and produced by Sony TV, where Sikowitz is under an overall deal, NBC Entertainment president Jennifer Salke said. Sikowitz is also tied as a showrunner to the Sony TV-produced new CBS comedy The McCarthys, so I had heard that O’Malley would be writing with Sikowitz supervising. Actor O’Malley, who is eyed for  one of the show’s leads, had been active on the writing side, starting with a staff writing job on Shameless, and has written a couple of pilots. As for the premise, it is a multi-generational family show, Salke said.
Bill plays the patriarch of the family, dispensing his classic wisdom on relationships and parenthood, with three daughters, husbands and grandchildren,” Salke said “It’s a classic big extended family sitcom.” The hope is for O’Malley to play one of the husbands, she added. The show is eyed for next summer or fall 2015.
The Bill Cosby project is part of NBC’s commitment to the multi-camera genre, Salke said.  Both Salke and NBC chairman Bob Greenblatt spoke of the difficulty getting multi-camera comedies on the air that stick, having just unsuccessfully tried with Sean Saves the World. (The network has seen some encouraging numbers for Undateable this summer.) “There is a generation of writers and producers that has moved away from multi-camera,” Greenblatt said. Added Salke, “Nine out of 10 writers come in wanting to write single-camera comedy.”

venerdì 1 agosto 2014

IL GIOCO DEI TELEFILM - Sotto l'ombrellone o in montagna, che è estate è senza il "Gioco dei Telefilm?
Lo potete ordinare QUI
Oppure lo trovate nei negozi della CITTA' DEL SOLE sparsi per l'Italia. Città e indirizzi QUI.

giovedì 31 luglio 2014

GOSSIP - Gli anni passano, le albe si susseguono, ma il bikini telefilmico più top dell'estate è ancora il suo...

mercoledì 30 luglio 2014

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)

"Il trivial game + divertente dell'anno" (Lucca Comics)
Il GIOCO DEI TELEFILM di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, nei migliori negozi di giocattoli: un viaggio lungo 750 domande divise per epoche e difficoltà. Sfida i tuoi amici/parenti/partner/amanti e diventa Telefilm Master. Disegni originali by Silver. Regolamento di Luca Borsa. E' un gioco Ghenos Games. http://www.facebook.com/GiocoDeiTelefilm. https://twitter.com/GiocoTelefilm

Lick it or Leave it!

Lick it or Leave it!